Depuratore, basta con le bugie

​Prima scena, primo palcoscenico. «Dobbiamo trovare la maniera di non buttare l’acqua a Torre Colimena. Sto insistendo anche io»

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - giovedì 26 marzo 2020
Monica Rossi
Monica Rossi © La Voce di Manduria

Prima scena, primo palcoscenico. «Dobbiamo trovare la maniera di non buttare l’acqua a Torre Colimena. Sto insistendo anche io». Della serie: le ultime parole famose (si fa per dire) del governatore Michele Emiliano, pronunciate alla presenza di Romina Power, durante una telefonata in diretta negli studi di Rai1 durante la trasmissione di Mara Venier. E invece no. Basta poco, un’emergenza sanitaria senza precedenti, che dovrebbe lasciare a casa tutti o quasi i lavoratori, e che fanno in Aqp? Ne approfittano non solo per lavorare, ma anche per elaborare un’integrazione che, in parole poverissime, porterebbe al Bacino di Torre Colimena parte dei reflui.

Sembra un mostro schiacciasassi questa Aqp, che nulla e nessuno può fermare, altro che continuare a sostenere che agiscono per la salute dei cittadini.

Seconda scena, secondo palcoscenico: lo scorso anno ai primi di agosto la manifestazione a Torre Colimena con la partecipazione di molti sindaci, contestati, Pinuccio che, quando si rende conto che sembra più una manifestazione politica, non vorrebbe più salire sul palco a parlare, tante promesse dei politici e poi? Il sindaco di Avetrana, Antonio Minò, disse nello specifico che i commissari straordinari di Manduria lo avevano rassicurato che si sarebbero opposti a questa ipotesi (già si parlava del bacino). “Eh annamo bene! Annamo proprio bene!” Come direbbe la Sora Lella nei film di Alberto Sordi. Ma chi ha tradito? I commissari di Manduria o Minò? Ai posteri...

“Minò esordì su quel palco dicendo che “è tutto ok” e che “i commissari di Manduria sono con noi”.

Ricorda bene Cosimo Breccia, leader del movimento “Manduria Noscia” e ideatore della manifestazione, che prosegue il suo ricordo senza “veli” e senza peli sulla lingua: “Se ricordi io sbugiardai, insieme agli artisti ospiti della manifestazione a torre Colimena, tutti i politici... sono tutti ma proprio tutti venduti, per non parlare degli show di Emiliano in tv dove spergiurava e giurava...e se ora qualcuno crede di cavalcare l’onda per pianificare la sua campagna elettorale per la scalata alla Regione, trovasse altri argomenti! ...Credo che questa volta il popolo userà tutta la forza che i nostri rappresentanti non hanno mai voluto usare!”.

Questa vita ora sta mettendo tutti a dura prova, sta logorando le persone. Forse adesso saranno tutti chiusi in casa, saranno depressi e, sperano probabilmente quelli di Aqp, senza forze e energie da dedicare a questa ultima integrazione ma mai, signori miei, tralasciare il popolo, dandolo per scontato. Mai.

Pinuccio raggiunto telefonicamente non ne vuole sapere di parlare, troppo scottato dalla situazione/manifestazione dello scorso anno che lo aveva visto protagonista, “mi taccio” ha laconicamente scritto.

Quindi? La rabbia è tanta e non è scemata, nonostante i tanti anni passati a lottare, la fiducia nei politici è ormai tramontata (“ma tu stai ancora appresso ad Emiliano?” Quando si incomincia a dire: “ma Emiliano aveva dichiarato...”) e i cittadini si stanno riorganizzando.

Il Comitato di Torre Colimena e Specchiarica si sta radunando via Skype per scrivere un documento, si stanno predisponendo da parte di avvocati, ricorsi al Tar per poter combattere tramite carte bollate, in aule di tribunale. Basta bugie. Ora più che mai.

Monica Rossi

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • BIAGIo ha scritto il 26 marzo 2020 alle 19:33 :

    Si parla di depuratore con questa emergenza preoccupatevi che ora ci sara una guerra per sopravvivere la gente e senza soldi e non si puo andare avanti cosi Rispondi a BIAGIo

  • Messapico ha scritto il 26 marzo 2020 alle 16:20 :

    E chi sa perché, proprio tutti i politici Manduriani, da quando è iniziato il problema depuratore, si sono eclissati, ed insieme a loro, gran parte dei cittadini di Manduria. Tutti dotti e scienziati, promesse mai mantenute se non per conservare la poltrona. Il detto, voce di popolo voce di Dio, ci azzecca in pieno, perché è palese che Torre Colimena non ci appartiene. Rispondi a Messapico

Altri articoli
Gli articoli più letti