Non sarò mai l'amico che tutti vorrebbero, ma sono un essere umano anch'io

​A cosa sto pensando, in questo grigia domenica pomeriggio di inizio maggio? Un ragazzo come me, può avere sempre mille pensieri, che passano per la testa. Ad esempio...

Manduria - domenica 05 maggio 2019
Claudio Rimoli
Claudio Rimoli © La Voce di Manduria

A cosa sto pensando, in questo grigia domenica pomeriggio di inizio maggio? Un ragazzo come me, può avere sempre mille pensieri, che passano per la testa. Ad esempio, probabilmente non sarò mai, l'amico che tutti vorrebbero avere. So perfettamente che determinate cose che fanno tutti gli altri, io non potrò farle mai.

E... non ho mai avanzato pretese di alcun genere con nessuno, perchè conosco quelli che sono i miei tanti limiti. Ho anche la piena consapevolezza per l'età che ho, di commettere magari a volte alcuni errori forse per eccesso di spontaneità e sincerità e per il fatto di essere sempre me stesso, assumendomene la responsabilità.

Ma sono un essere umano, anch'io. Ho un cuore, ho dei sentimenti, ho delle reazioni vere e non costruite. Non essendo un robot malfunzionante. E di conseguenza, non riesco a nascondere quando provo del disappunto per qualcosa, oppure quando mi capita di essere contento per delle cose belle e inaspettate come è accaduto proprio qualche giorno fa.

L'indifferenza non ha mai fatto parte del mio Dna, del mio essere interiore. E' un sentimento che non ho mai provato, per fortuna. Perchè equivale a dire: basta, me ne frego di tutti. E non è così, proprio per niente. Mi piacerebbe che tornasse di moda in questi tempi piuttosto tristi il rispetto reciproco. Che tanti sono soliti nominare, ma che pochi sono in grado di praticare.

Per rispetto, intendo non tanto quello per la persona e per la condizione fisica, ma soprattutto quello per i rapporti umani. Che bisogna saper coltivare, alimentare e tenere vivi. Giorno dopo giorno, in qualsiasi modo. Anche il più semplice che esista. Non ci possono essere amicizie di serie A e di serie B. L'amicizia è una sola. Unica. Non ha categorie, di nessun tipo. E' un sentimento bellissimo. Vivetela al massimo, sempre. Con tutti, nessuno escluso. Fino a quando avrete l'occasione per farlo. Perchè non si smette mai di avere bisogno di affetto, a qualunque età, anche quando gli altri perdono tempo, che non tornerà mai più indietro.

Claudio Rimoli

Altri articoli
Gli articoli più letti