L’edicola votiva in contrada Pezze di Bagnolo

La redazione Bozzetti di viaggio
Manduria - domenica 18 giugno 2017
L’edicola votiva in contrada Pezze di Bagnolo
L’edicola votiva in contrada Pezze di Bagnolo © n.c.

La scorsa settimana abbiamo illustrato l’edicola votiva che abbiamo incontrato percorrendo la stradina sterrata che, partendo dalla Provinciale Manduria – Maruggio, si dirige verso ovest. Proseguiamo nel nostro percorso sino ad incontrare la seconda edicola votiva, sempre in contrada “Pezze di Bagnolo”.

A differenza della precedente edicola votiva, questa è riportata nella tavoletta IGM del 1948, con il segno convenzionale. La costruzione si presenta fortemente dissestata, con i conci di tufo tra loro disconnessi, con crepe che interessano prevalentemente il concio di chiave della nicchia e la facciata principale. Le dimensioni della costruzione sono di circa 80 cm di larghezza, 70 di profondità e altezza di poco superiore a 180 cm misurata dal piano stradale.

Al centro della facciata principale, nella metà superiore, si apre la nicchia, che presenta la parte superiore leggermente arcata ottenuta da un unico concio di tufo lavorato; le dimensioni sono di circa 50 cm di larghezza, profondità 40 cm ed altezza di circa 60 cm. Sulla parete di fondo della nicchia, una antica cornice è fissata ad un chiodo, priva dell’immaginetta sacra.

La costruzione non presenta elementi di decoro, anzi, da una analisi più approfondita, risulterebbe non completata nella parte superiore.

Staticamente, necessiterebbe di un intervento di consolidamento.

Coordinate GPS

Lat. 40° 21’ 11.30” N

Long. 17° 34’ 24.30” E

 

Per arrivarci:

Da Manduria, si percorre la SP 136 per Maruggio per 6,00 km circa. Si svolta a sinistra, percorrendo la strada sterrata per circa 2,3 km. L’edicola è posta sulla destra, a bordo strada.

Emilio Distratis

Avvertenze:

Progetto grafico ed impaginazione di testi e foto, sono di esclusiva proprietà dell’autore. Ogni riproduzione, anche parziale, deve essere preventivamente autorizzata dall’autore stesso.

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti