Sabato prossimo l'inaugurazione

A Torre Ovo la spiaggia per non abili gestita dalla onlus «Amici del leone"

Il progetto è stato presentato a Grottaglie. A fare gli onori di casa, presso il Bar Patty Sport della città delle ceramiche, è stato il presidente di questa giovane Associazione, Vito Lorusso

Salento Puglia e mondo
Manduria giovedì 02 luglio 2020
di La Redazione
Vito Lorusso
Vito Lorusso © La Voce di Manduria

“Il mare anche per me” è il nome del progetto che darà la possibilità alle persone diversamente abili di poter accedere a delle strutture balneari. Tutte queste persone potranno accedere ad un lido organizzato per accoglierle. Il servizio prevede la formula dell’assistenza ‘uno a uno’, cioè un professionista specializzato che si occuperà dell’assistenza di ogni singolo fruitore del servizio. È previsto il trasporto dalla propria abitazione al lido, ed il trasporto di ritorno. Il progetto inizierà il 4 luglio e proseguirà fino al 31 agosto. Il lido attrezzato è la spiaggia di Torre Ovo. Ad occuparsene sarà l'associazione "Amici del Leone".

Il progetto è stato presentato a Grottaglie. A fare gli onori di casa, presso il Bar Patty Sport della città delle ceramiche, è stato il presidente di questa giovane Associazione, Vito Lorusso, che in meno di un anno hanno messo su una macchina organizzativa di tutto rispetto grazie a un numero di soci instancabili ( Direttivo: Vincenza Massaro, Ada Marzulli, Roberta Masciullo, Fernando Romano, Lucy Carlucci) e sempre pronti a dare una mano a chi ha bisogno, ai meno fortunati. Nel periodo dell’emergenza sanitaria hanno dato una grossissima mano nella distribuzioni dei pacchi alimentari a chi ne aveva bisogno, laddove c’è gente che ha bisogno di aiuto loro ci sono.

“Con l’avvento dell’estate – ha detto Vito Lorusso agli ospiti presenti alla serata di domenica – quando arriva la stagione estiva il primo pensiero sono le vacanze e soprattutto il mare. La sensazione di libertà che si prova vedendo la distesa di acqua davanti ai propri occhi, e il suo orizzonte infinito che ci fa sentire grandi e piccoli allo stesso tempo. E sempre guardando il mare abbiamo pensato che tutti dovrebbero assistere a questa meraviglia, soprattutto chi come noi della Puglia lo ha a due passi. Ma quei due passi non sono sempre così facili da fare. Ed è qui che abbiamo deciso di renderli fattibili per tutti coloro che si ritrovano a lottare ogni giorno con le loro disabilità per una qualità della vita migliore.”

Ecco che è arrivato il progetto de “Il mare anche per me” che darà la possibilità alle persone diversamente abili di poter accedere a delle strutture balneari organizzate per accoglierle. Il servizio prevede la formula dell’assistenza ‘uno a uno’, cioè un professionista specializzato come operatori sanitari, infermieri volontari e gente abilitata che si occuperanno dell’assistenza di ogni singolo fruitore del servizio. È previsto il trasporto dalla propria abitazione al lido ed ovviamente il ritorno a casa.”

Da Oraquadra.info

Lascia il tuo commento
commenti