Operazione dlla polstrada

Tir contromano, strage sfiorata sulla 106 jonica

Giunti sul posto i poliziotti hanno rilevato la presenza di un TIR fermo sulla corsia di sorpasso nel senso contrario a quello di marcia e circa 400 metri più avanti un autocarro fermo tra la banchina e la carreggiata.

Salento Puglia e mondo
Manduria giovedì 12 settembre 2019
di La Redazione
L'incidente
L'incidente © La Voce

La Polizia Stradale jonica, impegnata nei servizi di controllo sulle arterie extraurbane della provincia di Taranto, è intervenuta sulla S.S.106 Jonica nella zona di Ginosa per il rilevare un incidente stradale tra due mezzi pesanti, di cui un in contromano.

Giunti sul posto i poliziotti hanno rilevato la presenza di un TIR fermo sulla corsia di sorpasso nel senso contrario a quello di marcia e circa 400 metri più avanti un autocarro fermo tra la banchina e la carreggiata.

Lo stato dei luoghi e la presenza dei mezzi pesanti ha dato sin da subito fornito la dimensione dello scampato pericolo e della pericolosità della situazione.

L’area del sinistro è stata immediatamente delimitata e, con l’ausilio degli operatori dell’ANAS e di una pattuglia dei Carabinieri, la carreggiata sud è stata chiusa al traffico.

Dai rilievi effettuati dagli operatori, è apparsa chiara fin da subito la dinamica dell’incidente.

Il conducente dell’autoarticolato, sulla SS.106, per cause riconducibili ad un probabile “colpo di sonno” attraversando un by pass, dopo aver abbattuto due segnali stradali, ha invaso la carreggiata opposta nel momento in cui sopraggiungeva un autocarro nel senso opposto di marcia.

I conducenti dei due veicoli sono riusciti fortunatamente ad evitare l’impatto frontale. L’autoarticolato ha proseguito la corsa per ulteriori 350 metri sulla carreggiata opposta al suo senso di marcia prima di fermarsi.

I successivi controlli della documentazione hanno permesso di accertare che il conducente aveva oltrepassato abbondantemente il numero di ore massime di guida nell’arco della giornata, ed è stato pertanto contravvenzionato con l’intimazione a non proseguire l’attività lavorativa se non dopo aver ottemperato al previsto riposo.

La Polizia Stradale, impegnata costantemente nel contrasto della guida in violazione dei periodi di guida e di riposo da parte dei conducenti dei mezzi pesanti, ritiene opportuno sottolineare l’importanza di una conduzione di guida in piena efficienza psico-fisica che risulta necessaria, unitamente al rispetto delle norme di comportamento previste dal Codice della Strada, per garantire standard elevati di sicurezza stradale. (Nota stampa della Questura)

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti