La rete della Asl

Covid, da lunedì al via i vaccini agli over 80, comune per comune tutti i punti vaccinali

In tutta la provincia 34 sedi, 2 a Manduria

Salento Puglia e mondo
Manduria mercoledì 17 febbraio 2021
di La Redazione
Vaccinazione anti Covid
Vaccinazione anti Covid © La Voce di Manduria

È pronta la rete ambulatoriale dove saranno somministrati i vaccini anti coronavirus sulla popolazione ultraottantenne residente nella provincia di Taranto. La macchina organizzativa del Dipartimento di prevenzione della Asl e dei comuni, ha predisposto 34 sedi, 3 nella città capoluogo e 31 sul territorio. A partire da lunedì prossimo, 22 febbraio, il personale infermieristico e medico del dipartimento di profilassi e delle sedi periferiche degli uffici d’igiene si alternerà nelle operazioni vaccinali che interesseranno la popolazione dei circa 38mila over 80 che su base volontaria si è prenotata o si prenoterà agli sportelli del Cup, nelle farmacie e parafarmacie abilitate o nei call center appositamente allestiti. 

«Al fine di agevolare una utenza fragile – si legge in una nota della Asl -, sono stati individuati punti di somministrazione in ogni paese della provincia in modo da garantire quanto più possibile la prossimità». Le persone dovranno recarsi nell’orario e nella struttura indicati in fase di prenotazione per ricevere la prima dose di vaccino, Pfizer o Moderna a seconda della disponibilità del momento.

La rete per la campagna vaccinala sarà così dislocata. Nel capoluogo i punti per la somministrazione saranno tre: quello dell’ambulatorio vaccinale in viale Magna Grecia, la sede della Facoltà di medicina ex Banca d’Italia e il poliambulatorio del distretto socio sanitario di Via Basta.
Sul versante occidentale, a Castellaneta, saranno attivi l’ambulatorio vaccinale presso l’ospedale San Pio e il poliambulatorio del distretto socio sanitario; a Ginosa, Laterza, Palagianello e Marina di Ginosa i rispettivi poliambulatori del distretto socio sanitario; a Laterza, alla Cittadella della Cultura.
A Massafra, saranno operativi i poliambulatori del distretto socio sanitario e il polivalente; a Mottola il Punto di trattamento ambulatoriale; a Palagiano e Statte nei rispettivi poliambulatori del distretto socio sanitario.
Nella Valle d’Itria, a Martina Franca, si vaccinerà nella sede del dipartimento di prevenzione e al centro servizi in Piazza d’Angiò; a Crispiano al poliambulatorio del distretto socio sanitario. A Grottaglie la profilassi si praticherà nella sede del dipartimento di prevenzione del distretto socio sanitario; a Monteiasi, Montemesola, Pulsano, le rispettive sedi del dipartimento di prevenzione; a San Marzano di San Giuseppe, presso il poliambulatorio del distretto socio sanitario; a San Giorgio Jonico le sedi individuate sono il poliambulatorio del distretto socio sanitario e la sede municipale.
Sul versante orientale della provincia, a Manduria, le vaccinazioni si praticheranno al consultorio familiare del distretto sanitario e nella palestra della scuola media G.L. Marugj; ad Avetrana e Fragagnano nei consultori familiari; a Lizzano e Maruggio nelle sedi del dipartimento di prevenzione; a Torricella nella sede della residenza sanitaria assistenziale San Raffaele di Torricella e a Sava nell’ambulatorio della comunità riabilitativa assistenziale psichiatrica.
«Il lavoro svolto dalle strutture Asl è encomiabile – ha affermato il direttore generale Stefano Rossi – perché in pochi giorni sono state in grado di approntare tutto il necessario per l’avvio di questa fase così importante della vaccinazione perché tutela i più anziani, una popolazione fragile che, come ormai tristemente si sa, è la più vulnerabile in questa pandemia».
Rimangono i disagi di chi non riuscirà a prenotarsi nelle sedi vaccinali dei propri comuni per via delle agende già piene e sarà costretto a lunghi spostamenti, in alcuni casi da un capo all’altro della provincia. Il comune di Taranto si è impegnato a predisporre un servizio di bus navetta. Al momento non si conoscono uguali disponibilità da altri comuni.
Nazareno Dinoi su Quotidiano di Taranto

Lascia il tuo commento
commenti