La rabbia del consigliere di opposizione

Il giallo della presunta incompatibilità di Breccia sarà svelata in diretta Facebook

La vicenda già nota riguarda alcuni tributi che Breccia non avrebbe pagato e che per rimuovere i motivi di incompatibilità

Politica
Manduria sabato 23 gennaio 2021
di La Redazione
Mimmo Breccia
Mimmo Breccia © La Voce di Manduria

La presunta incompatibilità del consigliere comunale Mimmo Breccia sarà discussa nel prossimo consiglio comunale di giovedì prossimo e per volontà dell’interessato che rinuncerà al diritto di riservatezza che gli era stato concesso, la discussione sarà trasmessa in diretta Facebook (anche sui nostri canali social). «Tutti dovranno sapere e sapranno», fa sapere Breccia che a quanto pare avrebbe già risolto quello che, secondo il presidente del Consiglio, sindaco e i funzionari del comune, lo rendeva incompatibile con la carica di consigliere. 

La vicenda già nota riguarda alcuni tributi che Breccia non avrebbe pagato e che per rimuovere i motivi di incompatibilità aveva concordato un piano di rientro con l’ente che gli permetteva di rateizzare il debito. Sicuro di essere a posto, Breccia ha poi scoperto dalla lettera di convocazione del Consiglio comunale che c’era un punto all’ordine del giorno relativo alla sua incompatibilità per morosità con il comune. Chiedendo chiarimenti, il consigliere ha scoperto che la normativa non permette la rateizzazione che gli stessi funzionari del comune gli avevano concesso e che lui stava pagando regolarmente, e che il debito doveva essere saldato in un’unica soluzione. Cosa che Breccia avrebbe fatto ieri sollevando ogni impedimento. Ci sarebbero dei retroscena, però, che scopriremo giovedì.  

«Racconterò tutto in consiglio comunale e tutti dovranno ascoltare», dichiara ancora Breccia che su Facebook continua a lanciare accuse a chi lo vorrebbe fuori 
Su Facebook è lo stesso Breccia a dare qualche spiegazione del giallo facendo intendere manovre oscure di qualcuno che lo vorrebbe tenere lontano dalla politica.  «Questa amministrazione – scrive - si accanisce con malvagità e meschinità contro di me per una "questione morale", ma tollera un assessore avvocato che dichiara 500 euro all'anno ed un assessore imprenditore nel settore del vino con più punti vendita che dichiara 5.000 all'anno!  Per non parlare degli acquisti fatti con soldi pubblici presso attività di proprietà di un loro candidato e sostenitore».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mimmo sammarco ha scritto il 26 gennaio 2021 alle 04:44 :

    Non mi pare che molti rappresentanti siano angeli..se Breccia non ha pagato è perché non ha potuto e sta pagando mentre ci sono altri che hanno e non pagano o pagano i loro dipendenti a nero e con quattro soldi..che il sindaco piuttosto si occupi del paese e che risolvi le situazioni piuttosto che attaccarsi a banalità..i cittadini hanno votato pecoraro per altro e non per sbirciare nel letto delle persone ..inoltre scommetto che tutti hanno qualche scheletro nell armadio.. Rispondi a Mimmo sammarco

  • Immacolata Mariggiò ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 12:20 :

    Leggendo i molti altri commenti e pareri, seppur discordanti, sui diversi aspetti della questione, devo ricredermi su quanto avevo affermato nel mio commento precedente. In effetti manca la legittima replica del diretto interessato e soprattutto io non conosco molto dell'amministrazione che vuole ora proporsi come "giudice" verso uno dei suoi membri. Leggendo qua e lá capisco che potrebbero esserci molteplici scopi e soprattutto che il fatto potrebbe avere presto un pubblico chiarimento. Quindi "tanto rumore per nulla", infatti avevo anche chiesto alla testata giornalistica la rimozione del mio precedente commento. Rispondi a Immacolata Mariggiò

  • gennaro ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 10:59 :

    come al solito tra i due litiganti,il cittadino onesto continua a pagare anche l aria Rispondi a gennaro

  • Walter ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 10:17 :

    Dai. Grande Mimmo, svergogna questi individui, che la Finanza faccia il suo corso. GRAZIE. MIMMO Rispondi a Walter

  • Manduriano ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 08:26 :

    Piuttosto Legambiente ed ex Verdi (Gregorio Peerrucci) non dicono niente di discariche, della puzza, depuratore, isola ecologica, ecc.? Dove sono???? pecoraro ha dato ordine di silenzio??? Queste sono le cose serie, non Breccia che vi da fastidio. Mimmo se non ha pagato pagherà e sarà in consiglio in maniera onesta più di voi. Rispondi a Manduriano

  • Manduriano ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 08:22 :

    PIUTTOSTO STIAMO ANCORA SPETTANDO LA VICENDA DEL CONSIGLIERE DEI CINQUE STELLE. Ebbè, ovvio, tutto insabbiato, è normale VERGOGNATEVI Rispondi a Manduriano

    Riccardo Gallo ha scritto il 25 gennaio 2021 alle 08:34 :

    Avete tutte le ragioni del mondo per difendere il consigliere Breccia, accusando la maggioranza di ergersi a giudice, poi vi sostituite voi a giudici chiedendo la testa del consigliere 5 stelle , persona non indagata ma vessata e che per quanto mi riguarda è una persona per bene. Coerenza per cortesia!! Rispondi a Riccardo Gallo

  • Manduriano ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 08:19 :

    Quando in consiglio c'è una sola persona che da fastidio si fa di tutto per farlo fuori. Ma stavolta pecoraro e company se la prenderanno .............. Rispondi a Manduriano