Nessuna ordinanza specifica

Contagi impazziti a Manduria senza nessuna misura di contenimento

In altri comuni si adottano provvedimenti per limitare i contagi

Cronaca
Manduria venerdì 13 novembre 2020
di La Redazione
Grafico
Grafico © La Voce

Negli ultimi 10 giorni i contagi da Covid-19 a Manduria sono quadriplicati. Sono questi i dati allarmanti ed estremamente preoccupanti che vengono fuori dalla nostra inchiesta sulla curva del contagio nel territorio manduriano.

Come mostra il grafico allegato, partendo dal 2 novembre scorso quando i casi accertati di contagiati dal coronavirus erano 22, appare chiaro come la curva dei contagi negli ultimi 10 giorni sia stata sempre in rapida ed esponenziale salita, arrivando ai dati di oggi, 13 novembre, che parlano di 74 manduriani che hanno contratto il virus.

Numeri quattro volte superiori a quelli di 10 giorni fa, quindi, che sono più o meno in linea con quanto sta accadendo nei territori limitrofi all’area manduriana e che dimostrano senza possibilità di smentita come le misure di contenimenti e di restrizioni sociali fin qui adottate non stiano dando i risultati sperati.

Se in altre realtà vicine pare siamo già corsi ai ripari, varando ordinanze comunali più restrittive rispetto alle regole attuali, ultimo in ordine di tempo il comune di Taranto che, con apposita ordinanza del sindaco Rinaldo Melucci ha deciso da oggi una stretta più dura sugli orari degli esercizi commerciali (tutti chiusi dalle 18 alle 5 del mattino, esclusi i negozi di generi alimentari, le tabaccherie, i distributori di carburante, le farmacie e le parafarmacie; nello stesso orario sono sospese tutte le attività professionali che prevedono la presenza di clientela, a esclusione di quelle sanitarie e parasanitarie e nel week end chiuse alcune vie e piazze della città, con divieto per tutto il giorno di consumare alimenti e bevande su suolo pubblico).

Nulla trapela, tranne un imbarazzante immobilismo, da parte del sindaco Gregorio Pecoraro e dalla sua giunta, i quali finora non hanno adottato nessun provvedimento, come ad esempio quello del comune di Taranto, per cercare di invertire la curva dei contagi nel territorio manduriano e considerato il silenzio comunicativo e la chiusura a riccio che Pecoraro ha scelto di inscenare fin dal primo giorno del suo insediamento, non è dato sapere neanche se questi i numeri, elaborati dalla nostra inchiesta, fossero già a conoscenza all’attuale amministrazione comunale. La situazione, però, è alquanto chiara: numero di contagi altissimo con curva in salita esponenziale e nessuna ordinanza da parte del comune di Manduria.

Gabrio Distratis

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • G.D. ha scritto il 14 novembre 2020 alle 21:59 :

    Carissimo Sindaco Pecoraro vuole dare una stretta a questo paese???? Cosa aspetta quando è troppo tardi ??? Le posso dire che facevano più ordinanze i commissari che lei. Il covid19 colpisce sempre di più. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte vi ha dato carta bianca. Si ricordi che il coronavirus colpisce indistintamente e un virus senza Frontiere. Si deve chiudere non aspettiamo i soliti DPCM oppure quelche ordinanza regionale. Rispondi a G.D.

  • Senza cuore ha scritto il 14 novembre 2020 alle 17:38 :

    al giornalista vorrei far notare che quattro volte 22 fa 84 non 74. Rispondi a Senza cuore

  • ANTONELLA CONTE ha scritto il 14 novembre 2020 alle 14:12 :

    Peggio per tutti che avete scelto queste persone nelle sedi elettorali ! Rispondi a ANTONELLA CONTE

  • A.A ha scritto il 14 novembre 2020 alle 09:27 :

    C,'è assembramento ovunque,ragazzi che non vanno a scuola e poi stanno in giro tutti insieme,le regole non sono queste! Certo che se non c nessuno che le fa rispettare!! Sindaco e forse dell'ordine inesistenti! Rispondi a A.A

  • Un manduriano ha scritto il 14 novembre 2020 alle 08:46 :

    Caro sindaco non so cosa caz..o deve succedere o a quanto hai fissato la soglia minima di contagi. Svegliati Svegliati Rispondi a Un manduriano

  • David V. ha scritto il 14 novembre 2020 alle 06:59 :

    Purtroppo il nostro sindaco e il suo entourage di inetti volevano solo la poltrona.....e l'hanno avuta. Ora ci poniamo il motivo dei loro silenzi e della loro passività di fronte al problema covid-19??? Rispondi a David V.

  • Domenico ha scritto il 14 novembre 2020 alle 06:36 :

    Sottovalutare o attribuire responsabilità , ma anche abbandonarsi al panico, non serve a nessuno in questo momento. È necessario vivere rispettando le regole contro la diffusione della pandemia, tutti. Devono cessare le guerre fra superuomini immuni, spacconi negazionisti contro "imbecilli cacasotto" e non si devono aspettare nuove regole da osservare. La consapevolezza dei rischi e comportamenti conseguenti, prima del sindaco o del gendarme per ogni cittadino, oppure sarà ecatombe, non solo per vecchi e anziani che, prima o poi dovevano morire... Rispondi a Domenico

  • Nessuno ha scritto il 14 novembre 2020 alle 06:09 :

    E che dire di tutte quelle persone anziane che si ritrovano in piazza in villa seduti a chiacchierare incoscienti del problema invece di stare a casa e dare esempio Rispondi a Nessuno

  • Giovanna Dimaggio ha scritto il 14 novembre 2020 alle 05:33 :

    I genitori,primi responsabili dell'educazione e il controllo dei propri figli!Aaah...se ognuno facesse la propria parte ..quante cose cambierebbero! Rispondi a Giovanna Dimaggio

  • Ato ha scritto il 13 novembre 2020 alle 20:30 :

    I ragazzi la sera devono stare a casaaaa....i genitori di tutti i ragazzi che ieri sera erano imboscati nei vicoletti del centro storico devono tenerli in casa.Non è ammissibile che a scuola non vanno e poi il tardo pomeriggio e fino alle 22 sono in giro Rispondi a Ato

    Alessandro fanelli ha scritto il 13 novembre 2020 alle 23:25 :

    Premetto che non sono uno di quellu che va in giro per il solo gusto di uscire da casa o per andare a passaggio e che quando esco lo faccio per un valodo motivo e indossando la mascherina... il problema più grave secondo me non sonobi ragazzi ma gli adulti ( non necessariamente più maturi) che fanno finta di indossare la mascherina, portandola elegantemente sotto il naso o ancora peggio compdamente abbassata sotto la gola, con la scusa (ascoltata con le mie orecchie) che il virus non uccide se non hai giá patologie gravi che incombono, di esercenti che se ne stra-fregano delle mascherine, di anziani che continuano a sostare nei loro ritrovi come se nulla fosse ... potrei continuare ancora! Prima di dare aria alla bocca , assicuratevi che nel frattempo non vi escano troppe cavolate👍🏻 Rispondi a Alessandro fanelli

  • gerardo marzo ha scritto il 13 novembre 2020 alle 20:26 :

    stiamo pagando la recittivita' di questa estate,abbiamo accolto turisti da tutta l'italia e dall'estero, tanti francesi e tedeschi, movide serali di 300/400 ragazzi senza nessuna misura di protezione sanitaria , aggiungiamo la campagna elettorale con assembramenti esagerati davanti alle sezioni elettorali e vari comizi in piazza, quando lo si poteva fare a luglio e con l'aiuto del caldo estivo avremmo contenuto la diffusione virale,aggiungiamo poi l'apertura delle scuole con trasporto di studenti da parte delle F.S.E. viaggiando come sardine in scatola(da criminali). bhe ora l'oste,anzi il virus, ha presentato il conto Rispondi a gerardo marzo

    Gregory D. ha scritto il 14 novembre 2020 alle 11:01 :

    È arrivato il genio della lampada. I casi si registrano adesso e i contagi sono da attribuirsi all'estate? Ma ogni tanto l'accendete il cervello o lo tenete sempre in standby? Rispondi a Gregory D.

    C.F. ha scritto il 14 novembre 2020 alle 13:56 :

    E certo, Gregorio D., tu sì, che sei intelliGGente. Perché i contagi si propagano za-zza, no? Non la conosci l'espressione locale? Significa istantaneamente. Si comincia proprio così: con uno, poi due, poi 4-8-16-32, e via dicendo ogni giorno, fino ai numeri attuali. E se questa settimana siamo a 1400 nuovi casi al giorno, in Puglia, vedrai che è già un miracolo se non raddoppiano in 7 giorni. Finora è andata così. Se non capiterà è perché il contenimento inizia a funzionare. Quest'estate si doveva mantenere chiusi i carnai (discoteche in primis), e pretendere il rispetto delle regole rimaste in vigore. Invece i politici di tutti i livelli, pavidi e ricattati dagli arroganti (prevalentemente di destra, dove il negazionismo è di casa), hanno assecondato e ceduto. La disinformazione aiutava. Rispondi a C.F.

    C.F. ha scritto il 19 novembre 2020 alle 18:04 :

    J.B., credimi, non ne faccio una questione di puntiglio, ma di informazione e precisione. La progressione matematica (questa è geometrica, secondo definizione) che ho buttato giù era più che altro divulgativa, ma in fondo rispondente alla realtà di un indice di contagio 1:2, che sembra poi quello naturale di questo virus in assenza di misure di contenimento. La progressione geometrica che ho proposto è anche un'esponenziale in base 2 di numeri interi (le persone non sono frazionabili). Semplificando, la famosa curva è ottenibile con Rt^x, x ∈ ℕ. Io l'estate i bollettini li guardavo e c'erano fluttuazioni attorno ad un trend crescente da metà agosto in poi. La curva esponenziale è molto piatta intorno allo zero, salvo poi impennarsi. Tanto dovevo a te, ma soprattutto all'informazione.

    J B ha scritto il 17 novembre 2020 alle 16:29 :

    Onestamente, C. F., hai fatto un po' una brutta figura, perché chiaramente non conosci la matematica (e non è un problema, ci mancherebbe, ma meglio sarebbe non mostrare spocchia quando si parla di cose che non si conoscono). Le cifre che hai buttato giù non hanno alcun senso statistico, e nulla a che vedere con la realtà: nel periodo estivo e in quello successivo la progressione matematica è stata così bassa da essere, in pratica, inesistente. Considerato il tempo massimo di incubazione del virus di 14 giorni (14 giorni non è né il tempo medio né il mediano, è il massimo, la soglia di sicurezza definitiva) si può dire facilmente che l'estate NON abbia portato all'aumento dei contagi. L'aumento è venuto in tandem con riapertura delle scuole e maggiore frequentazione di luoghi al chiuso.

    A.A ha scritto il 14 novembre 2020 alle 18:50 :

    Pienamente daccordo

  • cittadino ha scritto il 13 novembre 2020 alle 20:12 :

    Dal Iii canto dell'inferno del sommo poeta Dante, direttamente a Manduria.. Rispondi a cittadino

  • Manduriano ha scritto il 13 novembre 2020 alle 20:06 :

    troppa gente in giro senza motivo, continuando così la curva salirà sempre più. I nostri amministratori hanno bisogno di un paio di occhiali per vedere meglio? Cosa aspettano a fare ordinanza con restrizioni serie e precise????? Sveglia e datevi una mossa Rispondi a Manduriano

    tarantino walter ha scritto il 14 novembre 2020 alle 16:53 :

    e qualche multa da parte delle forze dell'ordine no , eppure la legge parla chiaro Rispondi a tarantino walter

Le più commentate
Le più lette