L'osservazione vicino alle scuole

Vedo ragazzi che fumano e non sono sigarette

L'allarme di una mamma: potete dirmi che sono anziana, stupida, ignorante o bigotta

Cronaca
Manduria venerdì 08 novembre 2019
di La Redazione
Silvia Manduriano
Silvia Manduriano © La Voce di Manduria

Ieri mattina passando vicino al quartiere scolastico dei Licei di Manduria, mentre ero con la macchina in coda mi sono soffermata a guardare i ragazzini e le ragazzine di 14, 16 anni massimo che erano seduti, in piedi o che passavano a gruppetto nei pressi della libreria lì vicino. Mentre li osservavo con un senso materno, avendo una figlia della loro età ed anche con un po’ di malinconia per i miei anni passati al liceo, sono stata attratta dall’uso di canne di questi ragazzi e dalla normalità di usarle. Ammetto che ho dovuto riflettere bene se fossero canne o sigarette normali visto la mia immensa ignoranza sull’argomento. Nonostante questo, purtroppo, erano proprio canne.

Ora non ditemi che è nulla, non ditemi “cosa vuoi che sia”, non ditemi c’è di peggio, per favore. Potete dirmi che sono anziana, stupida, ignorante o bigotta. E ditemelo pure. Intanto va tutto a rotoli con il benestare, l’indifferenza e la strafottenza travestita da modernità e buonismo di questa società cosiddetta evoluta. E allora, si salvi chi può.

Silvia Manduriano

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Gregorio Mandurino ha scritto il 09 novembre 2019 alle 21:14 :

    Signora Silvia, sono totalmente d'accordo con lei. Ci sono studi scientifici che hanno dimostrato in modo incontrovertibile che la marijuana, senza un controllo medico, col tempo provoca danni cerebrali e spesso è il primo passo verso il consumo di stupefacenti dagli effetti ben più devastanti. Un atteggiamento tollerante da parte di un genitore è l'aiuto a rovinarsi migliore che un figlio possa ricevere. Per la gioia delle organizzazioni criminali che i soldi che incassano con queste schifezze non li contano, li pesano. Rispondi a Gregorio Mandurino

  • Il Prete ha scritto il 09 novembre 2019 alle 15:18 :

    Io penso che la gente debba essere messa a conoscenza del fatto che la marijuana non è una droga. La marijuana è un'erba e un fiore. Dio l'ha messa lì. Se l'ha messa lì e vuole che cresca, chi dà al governo il diritto di dire che Dio si sta sbagliando? Rispondi a Il Prete

    leonardo ricotta askanti ha scritto il 09 novembre 2019 alle 20:58 :

    e sti cazzi.... anzi e “sti peni” vista la sua appartenenza al clero... Rispondi a leonardo ricotta askanti

    Il Prete ha scritto oggi alle 10:27 :

    È molto scostumato e soprattutto maleducato, se lei vuole rispondere in modo corretto risponda e basta. Si vede che non ha nulla da controbbatere sulle mie parole . Quindi lasciamo spazio alla natura e che Dio ci benedica tutti. Rispondi a Il Prete

  • lorenzo ha scritto il 09 novembre 2019 alle 05:47 :

    Se tutti voi foste così attenti e giustamente critici come su questo argomento anche nelle problematiche ambientali e sociali di Manduria, forse ( ma mi illudo), questo paese non sarebbe ridotto così. Scusate Rispondi a lorenzo

  • Lucio Moscogiuri ha scritto il 08 novembre 2019 alle 23:12 :

    Cara signora, a chi si sta rivolgendo? Le persone come Lei non vengono ascoltate da nessuno di quelle forze preposte forse perché anche loro non sanno più a chi rivolgersi per essere ascoltati. Mi dispiace ma non trovo parole Rispondi a Lucio Moscogiuri

  • Enzo remi ha scritto il 08 novembre 2019 alle 21:32 :

    Vergogna a queste cose che portano solo guai Rispondi a Enzo remi

  • C.F. ha scritto il 08 novembre 2019 alle 21:11 :

    Ma io non capisco tutta questa difesa della droga leggera. Voglio sperare sia solo fanatismo libertario. Una "semplice canna" è uno psicotico forte come uno psicofarmaco serio, per giunta non controllato, dosato, prescritto, controllato. A parte gli effetti alla guida e la distorsione dell'autocontrollo, gli effetti collaterali al momento (alcuni alla prima assunzione hanno crisi isteriche, depressive, flashback, iperattività, disturbi cardiaci), ci sono effetti su reni e fegato e, a distanza di anni, crisi di allucinazioni, depressioni maggiori e sindromi ossessivo-compulsive. Proprio una pratica da raccomandare, insomma. E per cosa? Per essere pecora tra le pecore, cioè seguire una moda idiota. Mah! Rispondi a C.F.

  • Ietro Angelo ha scritto il 08 novembre 2019 alle 19:23 :

    Che ignoranza nel parlare di semplice cannabis,come se si stesseró facendo in vena,tutti siamo bravi a giudicare Rispondi a Ietro Angelo

    leonardo ricotta askanti ha scritto il 08 novembre 2019 alle 23:11 :

    allora illuminaci tu sig. Angelo.... ti prego illuminaci o se puoi tieni un seminario... le prometto che sarò in prima fila ad ascoltarla... Rispondi a leonardo ricotta askanti

  • Marco ha scritto il 08 novembre 2019 alle 18:20 :

    Signora alcune ragazzine per una tennent' s o uno spinello si VENDONO... Rispondi a Marco

  • Franco cearrozzo ha scritto il 08 novembre 2019 alle 15:31 :

    Lei dovrebbe mettete la firma che i suoi figli si facciano solo le canne e non rubino ,non siano violenti...stia attenta a non reprimere troppo i suoi figli Rispondi a Franco cearrozzo

    leonardo ricotta askanti ha scritto il 08 novembre 2019 alle 23:22 :

    Quindi devo ritenermi fortunato se un giorno dovessi scoprire che mio figlio si fa le canne... ma non ha mai rubato o ammazzato qualcuno??? magari lo dovrei anche premiare mandandolo qualche giorno ad Amsterdam ad affinare eventuali tecniche di coffee shop vero??? ragazzi ma per favore... Rispondi a leonardo ricotta askanti

  • Maria Grazia Mottisi ha scritto il 08 novembre 2019 alle 15:26 :

    Signora Mero tutti abbiamo dei figli, nessuno vuole giudicare nessuno, ma io abito nei paraggi della scuola e le posso dire che oltre alle canne si rullano dobbiamo subire anche le porcate che compiono alla luce del sole, io ho una figlia piccola e un figlio adolescente e ho disagio e vergogna ad uscire da casa, per lei è normale? Sicuramente ci sono cose più gravi ma ci vuole anche un po' di buon senso, e rispetto per noi che abitiamo lì. Rispondi a Maria Grazia Mottisi

  • Mero Giuseppina ha scritto il 08 novembre 2019 alle 10:23 :

    Lei giudica questi poveri ragazzi .se invece qualche duno giudicherebbe i suoi figli come ti sentiresti mha fammi il piacere perfavore perché viviamo tutti sotto lo stesso cielo e non bisogna mai giudicare i figli degli altri Rispondi a Mero Giuseppina

    leonardo ricotta askanti ha scritto il 08 novembre 2019 alle 17:01 :

    non ha giudicato i figli degli altri.. ha giudicato i figli di una società nonché intera generazione... da queste parole che lei ha scritto si evince solo una cosa chiara limpida è lampante, che lei non è un genitore o mamma nello specifico. se lei fosse stata una mamma non avrebbe esitato un secondo quanto meno a concordare con l’autrice del pensiero... se poi lei è una mamma... bhe alzo le mani e non giudico la sua educazione o il suo pensiero sul discorso delle droghe (canne)... ai propri figli... Rispondi a leonardo ricotta askanti

  • Giuseppina mero ha scritto il 08 novembre 2019 alle 10:19 :

    Ma come si fa a dire che stavano fumando canne che oggi come oggi si comprano cartine e tabacco x fare delle semplici sigarette in questo paese per mettersi in mostra si butta merda in faccia ai ragazzini ora dio mio che paese viviamo ci sono cose più importanti da risolvere in questo paese che va a rotoli giorno x giorno non parliamo dei figli degli altri perché viviamo tutti nello stesso cielo Rispondi a Giuseppina mero

  • Giusy mero ha scritto il 08 novembre 2019 alle 09:34 :

    Ma come fai a dire che sono canne che oggi come oggi si compra il tabacco e si fanno delle semplice sigarette dove si arriva per mettersi in mostra a giudicare dei poveri ragazzi o cristu mia Rispondi a Giusy mero

    leonardo ricotta askanti ha scritto il 08 novembre 2019 alle 17:12 :

    senta signora o signorina o addirittura carosa, a meno che i ragazzini oltre alla cartina ed il tabacco non si mettono puru lù rosmarino pì ddà sapori....e lo zenzero cù pizzica nù piccà, quando si fumunu nà canna si sente... preciso inoltre che la signora non sta gettando merda in faccia ai ragazzi, anzi se proprio lo vuole sapere la merda se la FUMANO... mo mì raccomando compriamo un cero e facimuli SANTI stì agnuni... Rispondi a leonardo ricotta askanti

    Picta Konch ha scritto il 11 novembre 2019 alle 16:04 :

    Certo che lei non se ne perde una di occasione per sfoggiare la sua monumentale ignoranza. È proprio un indigeno della Terra del Primitivo. Rispondi a Picta Konch