Affidamento sospeso

L'inchiesta della Finanza mette nei guai anche Sava. Le parole del sindaco Iaia

Nel tentativo di allontanare l’ombra di possibili sospetti sulla sua persona e sul comune da lui amministrato, il primo cittadino savese chiarisce nella nota...

Cronaca
Manduria giovedì 14 marzo 2019
di La Redazione
Dario Iaia
Dario Iaia © La Voce di Manduria

Il comune di Sava, finito nella bufera degli arresti della Guardia di Finanza, si costituirà parte civile nel processo a carico degli indagati tra i quali l’ex presidente della Provincia di Taranto, Martino Tamburrano e due componenti della commissione di gara indetta dal comune di Sava per la gestione del servizio di raccolta della spazzatura e aggiudicata all’impresa di Pasquale Lonoce, di San Marzano di San Giuseppe, anche lui coinvolto nel blitz delle fiamme gialle assieme ai i due figli.

«Non ci saremmo mai aspettati nulla di simile, sempre che i fatti contestati vengano poi provati» afferma in un comunicato stampa il sindaco di Sava Dario Iaia alle prese con un altro grosso problema dal punto di vista amministrativo, avendo sottoscritto qualche giorno addietro il contratto con il nuovo gestore coinvolto appunto in questa indagine giudiziaria. «A questo punto – fa sapere Iaia - saremo costretti ad intervenire con una ordinanza contingibile ed urgente per garantire la prosecuzione del servizio con altra impresa ovviamente».

Nel tentativo di allontanare l’ombra di possibili sospetti sulla sua persona e sul comune da lui amministrato, il primo cittadino savese chiarisce nella nota «che proprio in occasione della gara in questione, il responsabile del servizio ritenne opportuno nominare dei commissari esterni, esperti in materia ambientale, proprio al fine di assicurare il massimo della trasparenza e della competenza nella valutazione dei progetti».

Il Comune di Sava nel mese di aprile aveva indetto una gara d’appalto RSU, in procedura di evidenza pubblica attraverso la Stazione Unica Montedoro per un importo di 2.827.661 di euro e una durata di 24 mesi. Secondo la Guardia di Finanza l'aggiudicazione della gara alla ditta di Lonoce sarebbe avvenuta a suon di tangenti.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette