Il compositore è stato denunciato

"Rumori molesti notturni", il maestro Arnò viene portato in polizia e denunciato

A seguito di una segnalazione di persone che lamentavano disturbi sonori

Cronaca
Manduria domenica 14 novembre 2021
di La Redazione
Il momento quando Arnò viene fatto salire nella macchina della polizia
Il momento quando Arnò viene fatto salire nella macchina della polizia © Nazareno Dinoi

Il compositore manduriano Ferdinando Arnò è stato portato negli uffici del commissariato di polizia questa notte per l’identificazione. Poco prima tra lui e i poliziotti era nata una accesissima discussione in piazza Garibaldi dove l’artista con altri musicisti stava montando gli impianti di amplificazione per la manifestazione di questa mattina, “SongwRight, l’urlo di protesta contro i tumori che a Manduria segnano un’incidenza preoccupante».

Pare che gli agenti si erano recati in Piazza a seguito di una segnalazione di persone che lamentavano disturbi sonori provenienti dall’impianto. A quanto pare Arnò che aveva tutte le autorizzazioni per l’evento di oggi, si sarebbe rifiutato di mostrare i documenti agli agenti. Sarebbe nato quindi un violento alterco con il compositore che si opponeva ai controlli chiedendo perché veniva riservato questo trattamento a lui mentre tutto intorno la movida produceva altrettanti rumori (fuochi d’artificio compresi, come ogni notte).

Sarebbero poi volate parole pesanti che con l’insistere di Arnò a rifiutare la consegna dei documenti hanno portato i poliziotti a farlo salire con forza nella macchina di servizio per portarlo in commissariato dove è stato denunciato, probabilmente per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e per il rifiuto della identificazione, e rilasciato.

Oggi, comunque la prevista manifestazione si farà secondo i programmi stabiliti con inizio alle ore 11 in Piazza Garibaldi (vedi programma nell’articolo di ieri).

Ecco come Arnò racconta l’episodio sulla sua pagina Facebook addebitando l’invio dei controlli al sindaco Pecoraro.

«Sono venuti da me, a colpo sicuro, con tutto il casino che c'era in piazza, da me. C'erano appena stati fuochi artificio in Piazza (quelli che piacciono a te) e da due bar pompavano musica a manetta, sicuramente più forte. Mi avevi in passato mandato la Digos, i Vigili Non ti sembra eccessivo, Gregorio mio?».

Lascia il tuo commento. (Quelli con indirizzo email falso non saranno pubblicati)
commenti
I commenti degli utenti
  • Giancarlo Vittore ha scritto il 18 novembre 2021 alle 14:01 :

    Quanta energia e talento sprecati. Imparerà comunque a dover rispondere delle proprie azioni Rispondi a Giancarlo Vittore

  • Domenico ha scritto il 17 novembre 2021 alle 21:00 :

    Da il QUOTIDIANO del 25/06/2020 MANDURIA. Il compositore e produttore Ferdinando Arnò annuncia il suo impegno per il rilancio culturale della città e per i giovani, e aderisce al progetto politico “Pecoraro sindaco” “Ho deciso di tornare per lunghi periodi a Manduria, e voglio dare il mio contributo alla rinascita culturale e sociale della mia città” Con queste intenzioni il noto compositore e produttore Ferdinando Arnò annuncia il suo impegno in politica, aderendo alla coalizione “Pecoraro sindaco per Manduria” e candidandosi al Consiglio comunale nella lista di Pecoraro. “Partecipo con entusiasmo a questo progetto sia perché la cultura, intesa come ‘motore’ di sviluppo delle comunità, è al centro del suo programma politico ecc. " Cosa è successo subito dopo? Rispondi a Domenico

    Lorenzo ha scritto il 18 novembre 2021 alle 11:42 :

    Semplice sig. Domenico, il Falco non si circonda di Aquile. Il Falco non divide il territorio, lo domina da solo, specie se ci sono tanti colombi in zona. 😜 Rispondi a Lorenzo

    Domenico ha scritto il 19 novembre 2021 alle 06:24 :

    C'era una volta Cappuccetto rosso... Guardi Lorenzo, tutti i commenti vanno bene, ma favole e metafore non sono la risposta che cercavo. Se sono costretto a immaginare uno scenario di lotta fra due rapaci per dominare un territorio di caccia, penserei piuttosto a due aquile: la più vecchia e riuscita a prevalere, la più giovane non ha abbandonato il territorio e si prepara a farlo. Ho troppa stima in Arnó e faccio uno sforzo enorme per immaginarlo un rapace ma, da un artista bravo e affermato, non mi aspetto reazioni presuntuose, al limite dell' isteria. Da questo nasce la mia domanda. Commenti il tombino "scoppiato" alla Villa, piuttosto. ( non alla Marina: a p. Vittorio Emanuele!). . Rispondi a Domenico

  • Elisabetta ha scritto il 16 novembre 2021 alle 01:07 :

    Fortunati o molto probabilmente qualcuno in vista che ha segnalato ed ha avuto delle risposte. Qui nella piazzetta del campanile a Manduria, da giugno ad oggi, pur segnalando ogni sera, nessuno si è ancora mosso, nonostante sia stato inviato un esposto a tutte le autorità. Qualcuno nei commenti qui, ha scritto "non piace la musica", lo sfido a vivere con musica dal vivo ogni sera o quando va bene con amplificatori, rumori che non permettono a chi ci vive di poter sentire la TV, di poter leggere, riposare, tutto questo dalle 19 con le prove per poi proseguire fino a notte inoltrata. Non ci sono limiti di orari ne di decibel. Questa situazione sta causando problemi di salute provocando malessere e depressione a chi si trova costretto a vivere come se fosse in una discoteca ogni sera. Rispondi a Elisabetta

  • palo fasi ha scritto il 15 novembre 2021 alle 17:33 :

    Molto sospetta la segnalazione alla polizia ad personam, mentre nessuno si preoccupa di allertare polizia od altre autorità circa i fuochi di artificio che giorno e notte infestano questo disgraziato paese, come anche le sonorizzazioni ad alto volume che imperversano in centro città, sopratutto sera e notti di fine settimana. Esiste forse un adattamento organico ai rumori molesti ripetitivi per cui nessuno si meraviglia dei continui disturbi della quiete pubblica ? Rispondi a palo fasi

    Anastasio ha scritto il 16 novembre 2021 alle 06:15 :

    Quindi? Che ragionamento è? Uno segnala quello che vuole e c'è da segnalare... o deve anche dare conto ai complottisti di turno? E' "ammirabile" come l'ignoranza porti a soffermarsi sulla persona e non sull'accaduto! Assurdo! Rispondi a Anastasio

    Dinomarco ha scritto il 15 novembre 2021 alle 22:55 :

    Alcuni "personaggi"ordinano, la polizia esegue. Rispondi a Dinomarco

  • Mario Fortunato ha scritto il 15 novembre 2021 alle 13:04 :

    Il maestro sembra ossessionato dal sindaco. Avrà pure tutte le ragioni di questo mondo ma quando un poliziotto ti chiede di fornire i documenti lo si fa, punto e basta, senza insultare un pubblico ufficiale che fa solo il suo lavoro. Il sig. Arnò così non da un buon esempio ai più giovani.. Rispondi a Mario Fortunato

    Giovanni ha scritto il 15 novembre 2021 alle 20:47 :

    Appunto! Se un pubblico ufficiale ti chiede i documenti li fornisci. Rumori o non rumori. Ai bravi paesani domando che considerazione hanno della polizia se pensano che si asservita al sindaco? Si facciano visitare da qualche specialista con un accompagnatore esperto in igiene mentale. Rispondi a Giovanni

    Dino marco ha scritto il 16 novembre 2021 alle 11:02 :

    Non è così. Consiglio di leggere il regolamento di pubblica sicurezza. Oltre tutto, esiste il CED interforze. Rispondi a Dino marco

    Dino marco ha scritto il 15 novembre 2021 alle 20:00 :

    Quando hai conseguito l iscrizione all'albo degli avvocati ? Rispondi a Dino marco

    Mario Fortunato ha scritto il 15 novembre 2021 alle 21:36 :

    Non serve studiare giurisprudenza, basta avere senso civico e rispettare la legge.. Rispondi a Mario Fortunato

  • Vincenzo ha scritto il 15 novembre 2021 alle 09:04 :

    Se colpe, per così dire ci sono, esse sono da imputare esclusivamente a chi ha concesso l'autorizzazione all'allestimento del palco, forse senza impartire le doverose istruzioni. Se ciò fosse avvenuto, previa delimitazione da parte dell'Amm.ne comunale degli spazi a ciò destinati, non staremmo a parlare dell'accaduto. Dilettanti (Amministratori) allo sbaraglio o azioni studiate a tavolino per creare il caso? Meditate gente meditate. Si resta in attesa di doverosa risposta da parte di chi rappresenta la Cittadinanza attraverso le pagine del giornale. Rispondi a Vincenzo

    Mario Fortunato ha scritto il 15 novembre 2021 alle 12:46 :

    Beh quando un pubblico ufficiale ti chiede i documenti li mostri punto e basta. E poi diciamo ai giovani che sono maleducati e trasgrediscono alle regole. Non è buon esempio! Rispondi a Mario Fortunato

  • Anastasio ha scritto il 15 novembre 2021 alle 05:25 :

    A coloro che difendono il maestro, auguro di averlo come vicino di casa mentre opera prove di amplificazione di notte. Taluni ignoranti devono vivere certe esperienze per comprenderle. E' proprio vero il detto "lu fuecu a ddo cati bruscia" Rispondi a Anastasio

    Salvo Fontana ha scritto il 16 novembre 2021 alle 11:30 :

    Sig Anastasio, sarei ben felice capire, come fa ad affermare una cosa del genere, visto che è impossibile che accada ciò che ha scritto!? La residenza del sig Arno' e ubicata in un luogo cui e ' totalmente impossibile si possano sentire rumori molesti così come lei cerca di insinuare ! Quindi , ci può spiegare il motivo per il quale debba necessariamente mettere in cattiva persone che non conosce minimamente? Grazie. Rispondi a Salvo Fontana

    giorgio sardelli ha scritto il 15 novembre 2021 alle 12:02 :

    Anastasio quì si commenta un articolo che spiega che il Sig. Arnò era in piazza a montare le attrezzature per il mattino seguente e non era il solo a fare rumore per cui nessuno difende il Sig. Arno si sta criticando i modi ed eventuale premeditazione dell'intervento della polizia fatta intervenire di proposito forse se lei ha sassolini nelle scarpe non è quì che se le deve togliere Rispondi a giorgio sardelli

    Mario Fortunato ha scritto il 15 novembre 2021 alle 16:32 :

    E i modi del sig Arnò sono legittimi?? Insultare un poliziotto e non fornire i documenti?? L'avesse fatto mio figlio l'avrei preso a schiaffi dalla questura a casa! Bell'esempio date ai più giovani. Rispondi a Mario Fortunato

    Salvini ha scritto il 15 novembre 2021 alle 11:04 :

    Commento più becero non poteva esistere, l'abbiamo vissuta tutti almeno una volta nella vita l'esperienza dei cosiddetti "rumori molesti notturni", può dire lo stesso riguardo al resto, a quello per cui Ferdinando sta lottando? Le consiglio di non basare la sua morale su idiomi o detti, è un po' come vivere coi paraocchi, la vita la sorprenderà. Rispondi a Salvini

    Anastasio ha scritto il 16 novembre 2021 alle 06:12 :

    ...e scommetto che "quella volta" si è messo anche a litigare con la polizia e non ha mostrato i documenti vero? Ma mi faccia il piacere! Se il mio commento è becero, il suo è tipico del pirla che si arrampica sugli specchi. Ma ovviamente da uno che si firma Salvini, cosa potevamo aspettarci? Rispondi a Anastasio

    Mario Fortunato ha scritto il 15 novembre 2021 alle 16:37 :

    Un pubblico ufficiale non si può insultare e non ci si può rifiutare nel fornire i documenti. L'avesse fatto in America il sig. Arnò, altro che portarlo in questura, lo avrebbero sbattuto a terra e veramente ammanettato, passando la notte in cella. Solidarietà all'agente che ha fatto solo il suo lavoro! Rispondi a Mario Fortunato

  • Manduriano ha scritto il 14 novembre 2021 alle 20:15 :

    Queste cose succedono solo a Manduria. Che vergogna. Solidarietà ad Arnó! Senza parole. Questa città affossa sempre di più nella c…. e LA PUZZA NON MANCA. Anzi….. Queste sono le cose serie altro che frastuono! Rispondi a Manduriano

  • giorgio sardelli ha scritto il 14 novembre 2021 alle 20:15 :

    Viene da pensare a male ma solo un pensiero, che qualcuno abbia allertato gli agenti con l'intenzione di smorzare la manifestazione organizzata dall'Artista Arnò magari chi ha denunciato aveva ragione però è strano che a Manduria si va dietro alle puttanate e non si denunciano le cose serie magari denunciare chi infesta l'ambiente manduriano di puzza nauseante non si denuncia per un ospedale declassato strade sporche pericolose buie polverose servizi che mancano la marina abbandonata ecc. già mentre Manduria si perde a stare dietro alle puttanate Rispondi a giorgio sardelli

  • Lorenzo ha scritto il 14 novembre 2021 alle 18:01 :

    Colpirne 1 per educarne 6. Domani tutto a posto. Il Doge tornerà più forte di prima. Sempre orgoglioso di Lei Maestro Arno'. Opinione convinta. Rispondi a Lorenzo

    Mario Fortunato ha scritto il 15 novembre 2021 alle 17:35 :

    Di sicuro non è educato insultare un poliziotto che ti chiede di far vedere i documenti! Solidarietà all'agente di polizia. Rispondi a Mario Fortunato

  • Antonio ha scritto il 14 novembre 2021 alle 17:38 :

    vorrei chiedere a Ferdinando Arnò: ma chi te lo ha fatto fare... eri così tranquillo a milano Rispondi a Antonio

    Salvini ha scritto il 15 novembre 2021 alle 10:52 :

    Omertà regola numero 1 vero? Rispondi a Salvini

  • Antonio ha scritto il 14 novembre 2021 alle 16:39 :

    E quale commento…. Senza parole Manduria sprofonda sempre di più VERGOGNA Rispondi a Antonio

  • Egidio Pertoso ha scritto il 14 novembre 2021 alle 15:21 :

    È gente che non ama la musica. Piace ascoltare il suono di un frastuono assordante. Eccessivo il provvedimento. Allora, per i rumori molesti, di moto smarmittate, di sirene d'ogni genere, di ruspe che asfaltano le strade dissestate, di aerei d' esercitazione e no ( ci fanno, persino, venire la goccia, mettendoci allarme !) dei grandi botti per le feste dei santi, dovremmo usare cannoni e mitraglie ? Rispondi a Egidio Pertoso

  • Alessandra Moscogiuri ha scritto il 14 novembre 2021 alle 14:58 :

    Che vergogna, l'oscurantismo regna sovrano, ma perché solo a Manduria tutto questo? Rispondi a Alessandra Moscogiuri

  • GioMic ha scritto il 14 novembre 2021 alle 14:06 :

    Mi dispiace per quello che è successo al Maestro Ferdinando Arnó. E mi vergogno ad essere rappresentato dalla gente che ha mandato le guardie a trattare in quella maniera il Maestro. Rispondi a GioMic

  • francesco.lamparelli ha scritto il 14 novembre 2021 alle 12:55 :

    Ma possibile che la gente di Manduria, chi ha votato e chi non il sindaco e la giunta a seguito di questo amministrare male la Città non è capace di manifestare e ribellarvi. Non dico quello che penso, sarebbe offensivo, ma se avete le palle fatelo. Rispondi a francesco.lamparelli

  • Ato ha scritto il 14 novembre 2021 alle 12:26 :

    Non ci posso credere.... In via del fossato c'era musica altissima fuori da ogni normativa Rispondi a Ato

  • Gregory Shepherd ha scritto il 14 novembre 2021 alle 12:20 :

    Articolo scritto male. Rispondi a Gregory Shepherd

  • DEMETRIO SAMMARCO ha scritto il 14 novembre 2021 alle 12:18 :

    Questo è un paese morto! Solidarietà ad Arno' Rispondi a DEMETRIO SAMMARCO

  • Giovanni ha scritto il 14 novembre 2021 alle 11:22 :

    Maestro non è che lei soffre un po' di mania di onnipotenza e/o di persecuzione? Rispondi a Giovanni

  • Cosimo ha scritto il 14 novembre 2021 alle 11:00 :

    So che è una persona perbene e di buone e grandi idee d'arte. Poteva essere diffidato di cessare le prove per l'orario notturno. Rispondi a Cosimo

  • Elle ha scritto il 14 novembre 2021 alle 10:00 :

    Che vergogna questo sindaco ! Protestare è un diritto e protestare con l'arte è segno di civiltà ! Viva il maestro Arnò 🤟👏 Rispondi a Elle

  • Carmine Lombardi ha scritto il 14 novembre 2021 alle 09:24 :

    Invece di pensare alle cose serie, ai casi di Sla sempre in aumento, alle tante malattie che colpiscono sempre più i più piccoli e per non parlare i casi di tumori dove ormai questo versante detiene ormai il primato da diversi anni. Poveri noi dove siamo andati a finire e che mondo stiamo lasciando ai nostri figli! Rispondi a Carmine Lombardi

  • f.petri ha scritto il 14 novembre 2021 alle 09:02 :

    Portato in polizia??? non è corretto..... Rispondi a f.petri

Le più commentate
Le più lette