Ricoverati a Taranto

Incidente sulla litoranea, quattro feriti, anche due donne incinte

Tutti giovanissimi di Manduria

Cronaca
Manduria mercoledì 16 giugno 2021
di La Redazione
L'incidente
L'incidente © La Voce di Manduria

Quattro giovani manduriani feriti, tra cui due donne in gravidanza e due macchine distrutte. È il bilancio di un incidente stradale avvenuto ieri pomeriggio sulla litoranea interna «Tarantina» all’incrocio con la strada che conduce al Centro Commerciale di San Pietro in Bevagna.  

Due autovetture, una Toyota Yaris e una Passat Station Wagon, sono venute in collisione per cause in corso di accertamento. A bordo della Passat viaggiavano due giovani coppie mentre la Yaris era condotta da una sola persona. Ad avere la peggio sono stati quelli a bordo della Station Wagon tutti ricoverati a Taranto.

Le due donne, entrambe in stato di gravidanza al sesto e settimo mese, hanno subito dei traumi dorsali e cervicali e per questo trasportati con l’ambulanza all’ospedale Santissima Annunziata di Taranto. Le loro condizioni non sono gravi ma le preoccupazioni maggiori sono rivolte ai feti. Più grave la condizione del conducente trasportato anche lui al Santissima Annunziata ma con codice rosso. Non rischierebbe la vita. Praticamente illeso il guidatore della Yaris che dopo il controllo sanitario è rimasto sul posto. Tutte giovanissime di età compresa tra i 20 ei 25 anni, le cinque persone coinvolte nell’incidente erano state sulla spiaggia e stavano rientrando nelle rispettive abitazioni.

Lascia il tuo commento. (Quelli con indirizzo email falso non saranno pubblicati)
commenti
I commenti degli utenti
  • stupidioti ha scritto il 17 giugno 2021 alle 22:04 :

    NEMMENO LE BANDE CHIODATE RIESCONO A FAR GUIDARE '' PIANO '' TANTI STRAULATI. Rispondi a stupidioti

  • Pino Dimastrodonato ha scritto il 17 giugno 2021 alle 06:33 :

    Intanto sarebbe utile necessario doveroso da Subito di installare la segnaletica che è INESISTENTE sia quella orizzontale ed anche la verticale. Rispondi a Pino Dimastrodonato

  • Fabio ha scritto il 16 giugno 2021 alle 17:18 :

    Non diamo la colpa alla viabilità, l'incrocio non uccide. Uccide il non rispetto delle regole del codice della strada. Cominciamo ad usare gli indicatori di direzione (frecce), rispettare lo stop, ad accedendere i fari anabbaglianti, tutto come previsto...e poi, magari esigere dalle istituzioni il ripristino della segnaletica orizontale ed eventualmente modificare l'incrocio con una rotatoria...e poi anche nell'utilizzo di quest'ultima usare le frecce...fantascienza.. già! Forse, abbiamo tutti bisogno di prendere nuovamente e seriamente la patente ... è questo il vero problema! Ah dimenticavo...usiamo le cinture ed i bambini per favore non in braccio alla mamma sul sedile anteriore...ma nell'apposito seggiolino!!! Rispondi a Fabio

    Antonio F. ha scritto il 16 giugno 2021 alle 20:49 :

    Signor Fabio condivido pienamente! C'è da dire una cosa, in varie zone della marina ci sono varii segnali stradali rotti, e (aggiungo) del tutto SCOLORITI. La cosa che mi preoccupa, in caso di incidente (SOPRATTUTTO GRAVE) in questa circostanza CHI E' IL RESPONSABILE?? Potrei citarne alcune: 1)Via Tamora nei pressi dell'incrocio Via della marina ,segnali scoloriti 2) via 61 b ter incrocio Via della marina ,segnale scolorito +rotazione di 45° visibile direzione Manduria. 3) Via delle Tuberose incrocio Via 5° Scorcora (nei pressi area mercatale) STOP scoloriti. ... non ricordo altro. Alla prossima puntata Rispondi a Antonio F.

    Vin ha scritto il 16 giugno 2021 alle 18:44 :

    Condivido in pieno Rispondi a Vin

  • Lorenzo ha scritto il 16 giugno 2021 alle 13:50 :

    È già morta una giovane ragazza anni fa in questo incrocio. Tra l'altro senza illuminazione, sporco, con erbacce e senza segnaletica ad hoc moderna che indica un pericolo serio. Dalla parte opposta si arriva dalla discesa pericolosissima del Monte del Diavolo e di notte l'incrocio è poco visibile. Io non so se la competenza è provinciale o comunale, so che li si muore. Ora se fosse Comunale il Comandante dei Vigili di Manduria deve intervenire con il suo Sindaco, ma lo stesso spero che abbia un documento di segnalazione fatto anche alla Provincia. Se non c'è nulla di segnalato, che Dio abbia pietà di questa negligenza. Ma non sarà così.... Forse. Rispondi a Lorenzo

  • Gregorio ha scritto il 16 giugno 2021 alle 13:27 :

    La PROVINCIA, siccome non vuole spendere soldi per la sicurezza, ha pensato bene di far installare dei segnali stradali con limite di velocità di 50Km/h in tutto il territorio di provincia, così, in questo modo ha risparmiato soldi !! Alla faccia della sicurezza Rispondi a Gregorio

    Marco ha scritto il 17 giugno 2021 alle 11:27 :

    È diventato un vizio mettere come limite 50 km/h su una strada molto trafficata un'estate. È vergognoso avere una strada provinciale con un limite di 50km/h da centro abitato... 🤧🧟 Rispondi a Marco

  • Manduriano ha scritto il 16 giugno 2021 alle 11:10 :

    Magari una rotatoria… come al solito la politica e chi amministra pensa ad altro mai a migliorare il territorio. Rispondi a Manduriano

  • Matteo Lupo ha scritto il 16 giugno 2021 alle 10:07 :

    Ci vuole un'ampia rotonda a quell'incrocio per rallentare le auto e far finire questi incidenti. Basta poco per capire un concetto di sicurezza così basilare. Rispondi a Matteo Lupo

    matteo smeraldi ha scritto il 16 giugno 2021 alle 16:33 :

    no, più è grande la rotonda più corrono per superarla, mentre più è piccola più la strada è incurvata, più rallentano se non vogliono finire fuori strada. Avete mai notato che la rotonda all'incrocio sulla via per sava a volte devi rallentare tù che l'hai impegnata perchè chi arriva da sava và molto veloce e non rispetta le precedenze? mentre quella fatta male a sant'antonio devono per forza fermarsi se non vogliono tirare dritti sul marciapiede? le rotatorie servono se fatte bene non molto grandi ne molto piccole. Rispondi a matteo smeraldi