La storia dei furbetti del vaccino

Il sindaco salta la fila e si vaccina con i prof

Anche il presidente del Consiglio con una dose avanzata

Cronaca
Manduria martedì 27 aprile 2021
di La Redazione
Gregorio Pecoraro e Gregorio Dinoi
Gregorio Pecoraro e Gregorio Dinoi © La Voce di Manduria

Anche il sindaco Gregorio Pecoraro si è vaccinato con AstraZeneca trovando una corsia preferenziale o scorciatoia. E’ stato tra i primi a farlo il 27 febbraio scorso nel centro vaccinale della palestra coperta della scuola G.L.Marugj in via Primo Maggio a Manduria che all’epoca era riservata solo agli ultraottantenni e al personale scolastico.

Il primo cittadino, non potendo accedere per l’età (ha 65 anni), è stato inserito nell’elenco del «personale scolastico» pur essendo dottore commercialista, oltre che sindaco. In quella data non esisteva ancora la possibilità di farsi vaccinare con la classica «fiala in più» perché si accedeva esclusivamente per prenotazione e ancora nessuno rifiutava il vaccino per i timori delle reazioni avverse venute fiori in seguito. 


Non si comprende, quindi, ma si può facilmente intuire, come abbia fatto Pecoraro a farsi somministrare la dose che era destinata al personale scolastico. Se non è docente o formatore avrà dichiarato il falso?
Diversa, invece, la posizione di altri «saltafila» che fanno parte del famoso staff del sindaco. Gregorio Pizzi, ad esempio, auto definitosi «collaboratore del sindaco Pecoraro», ha ricevuto la dose di Pfizer sempre nella stessa palestra della Marugj il 9 aprile. In quella data Pizzi, per sua stessa ammissione assieme ad un’amica che si trovava lì per caso, hanno ricevuto la dose destinata a due malati oncologici che non si erano presentati.
È più recente, invece, la somministrazione del vaccino AstraZeneca al presidente del Consiglio comunale di Manduria, Gregorio Dinoi (66 anni) che con la moglie di 64 anni si sono vaccinati nell’hub del liceo classico il 14 aprile.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Enzo ha scritto il 28 aprile 2021 alle 13:34 :

    Caro Gregorio sicuramente diranno: -“ NÓ , IO NON L’HO VOTATO” Rispondi a Enzo

  • Gregorio D. ha scritto il 28 aprile 2021 alle 05:38 :

    Complimenti alle scimmie che l'hanno votato, continuate così Rispondi a Gregorio D.

  • Domenico ha scritto il 28 aprile 2021 alle 05:10 :

    Se si fosse vaccinato come coniuge di un medico avrebbe qualche scusante, ma se le informazioni rriportate risultassero confermate ne uscirebbe un quadro desolante. La pandemia ha portato alla luce fragilità e debolezze di tutta la Società, ma soprattutto il vero volto di molti che ritengono di far parte di una élite di furbi, arroganti, prepotenti e, al tempo stesso, miserabili e inaffidabili. Nel medioevo un dardo di balestra partito dalla folla sottostante, avrebbe reso giustizia: oggi, per fortuna, c'è il voto! "Sic stantibus rebus", mi aspetterei però che, prima che arrivi la legge, giunga un gesto che il sindaco in passato ha già fatto: rassegni le dimissioni accompagnandole col le Scuse! Rispondi a Domenico

  • Un manduriano ha scritto il 27 aprile 2021 alle 18:58 :

    Per tutto questo tempo cioè da quando è stato eletto è stato latitante invece per il vaccino in prima fila. Cosa aspettiamo ad andare in massa e chiedere le dimissioni? Tanto è come non averlo. Sindaco se ha un po di onore dimettiti Rispondi a Un manduriano

  • Maria ha scritto il 27 aprile 2021 alle 17:42 :

    Oh ma che fortuna che hanno questi personaggi, visto che avanzano dosi sempre quando ci sono loro, mai che si presenti l'occasione per chi accompagna i genitori.dimettetevi fate schifo Rispondi a Maria

  • Gregory ha scritto il 27 aprile 2021 alle 13:03 :

    Prima è in attesa di giudizio e adesso anche,,, FURBETTO,,, Rispondi a Gregory

  • Tonino D . ha scritto il 27 aprile 2021 alle 12:19 :

    Gregorio + Gregorio + Gregorio = VERGOGNATEVI Rispondi a Tonino D .

    Gregorio (quello buono) ha scritto il 27 aprile 2021 alle 17:41 :

    Cà cì nì stà CUMBINA una retu all’otra !! Tonìì !! Noni ca tu sì MEJU !!! Rispondi a Gregorio (quello buono)

  • giorgio sardelli ha scritto il 27 aprile 2021 alle 12:19 :

    sono nato nel 1956 ed anche mia moglie una ventina di giorni fa trovandomi nella farmacia Bellocchi ho chiesto la prenotazione per il vaccino COVID 19 mi hanno risposto non è possibile prenotarsi perchè si accettano i nati sino al 1950/51 devi venire dal giorno 20 aprile in poi per cui ho prima aspettato due settimane e pi' che arrivasse il 20 aprile ora mi sono prenotato ed il mio turno è il 10 maggio per cui cari politici furbi saltafila è dimostrabile che ve ne fregate delle regole visto l'esempio dato ora vi resta un bel nobile gesto DIMETTETEVI TUTTI perchè non rappresentate e non potete mai più rappresentare i Manduriani e con il ritardo di quattro mesi dell'ordinanza dei pozzi inquinati avete fatto filotto CHE SCHIFO Rispondi a giorgio sardelli

  • Mm ha scritto il 27 aprile 2021 alle 11:57 :

    Ha esercitato un proprio diritto! Il personale scolastico comprende anche i bidelli, gli stessi in alcune scuole sono dipendenti comunali, il capo dei dipendenti comunali è il sindaco. Quale capo dei bidelli è un suo diritto. Rispondi a Mm

    Manduriano ha scritto il 28 aprile 2021 alle 13:58 :

    ma cosa dici cosa dici Rispondi a Manduriano

    Franco ha scritto il 27 aprile 2021 alle 17:35 :

    Caro Mm molto probabilmente stai prendendo c....x..L.....guarda che i bidelli non vengono pagati dal Comune, ti stai confondendo con le ditte di pulizia , i bidelli non puliscono. Perciò il tuo Pecoraro ha saltato la fila e per questo si deve dimettere lui ed il presidente del consiglio, maramei puru la muieri aia bisuegnu ti lu vaccinu. VERGOGNATEVI Rispondi a Franco

  • mr x ha scritto il 27 aprile 2021 alle 11:53 :

    Se è vero e credo che lo sia perché ci sono le date delle vaccinazioni devono restituire alla comunità tutto quello che hanno percepito per i loro incarichi comunali !!! Poi per evitare un'insabbiamento della vicenda mettete tutti al corrente il ministro Speranza e tutti i media nazionali! Questa è gente che merita di essere vista da tutt'Italia! E grazie a questa gente che non ne usciremo presto da questa situazione ! Mi vergogno per voi! Come fate a uscire di casa e guardare in faccia i vostri cittadini?!? Chiudo esprimendo in una parola tutto il vostro essere "MALCREATI"!!! Rispondi a mr x

  • Titti Dima ha scritto il 27 aprile 2021 alle 11:34 :

    Haaa scusate...ma io so io e voi non siete un c...... Rispondi a Titti Dima

  • Franco ha scritto il 27 aprile 2021 alle 10:40 :

    Ecco il secondo comandante Schettino, quello abbandonò la nave prima di tutti, il caro Pecoraro ha fatto il vaccino prima di tutti fregandosene di tutta la città di Manduria . Non ne parliamo poi del presidente del consiglio Gregorio Dinoi, addiruttura pure la moglie. Sono convinto che usciranno ancora altri nomi di consiglieri. VERGOGNATEVI avete preso in giro noi Manduriani. Con quale coraggio volete ancora governare, andatevene immediatamente a casa. Chi vi srcive è uno apolitico, però ho votato pentendomi gravemente Pecoraro. Rispondi a Franco

    Tiziano ha scritto il 27 aprile 2021 alle 13:53 :

    Meno male che non è musulmano e di moglie ne ha una sola, altrimenti .... Rispondi a Tiziano

    Manduriano ha scritto il 27 aprile 2021 alle 12:04 :

    Sante parole. Gente presuntuosa e arrogante non si dimetterà mai, ha fatto salti mortali per farsi eleggere, mò lassa????? Rispondi a Manduriano

  • ONOFRIO ha scritto il 27 aprile 2021 alle 10:23 :

    LE PROVEEEEEEE...RAGAZZI DOVETE FORNIRE LE CARTE QUANDO DITE LE COSE Rispondi a ONOFRIO

    Nessuno ha scritto il 27 aprile 2021 alle 12:59 :

    sig.Onofrio quale prove vuole?dei voti comperati sia di uno che dell'altro?ici sono... Rispondi a Nessuno

    Franco ha scritto il 27 aprile 2021 alle 11:49 :

    Sei proprio un cretino e pecorone , le carte li ha in mano il giornale , a noi le carte non li passano caro incompetente. Rispondi a Franco

  • Enzo Caprino ha scritto il 27 aprile 2021 alle 10:16 :

    Ecco, se le cose stanno così, questo è il caso in cui non è sbagliato chiedere che il sindaco si dimetta immediatamente. Non è un comportamento da primo cittadino. Rispondi a Enzo Caprino

  • Salvatore ha scritto il 27 aprile 2021 alle 09:44 :

    Cu quedda facci ca teni...vergogna Rispondi a Salvatore

  • betty ha scritto il 27 aprile 2021 alle 09:40 :

    senza parole... mi fa schifo soprattutto (oltre a 'sti soggetti) chi ha permesso di saltare la fila, non ha avuto gli attributi per dire no ad una richiesta che non si poteva esaudire! Rispondi a betty

    Gregory ha scritto il 27 aprile 2021 alle 12:37 :

    Buongiorno,,, Tutti compari Rispondi a Gregory

  • Manduriano doc ha scritto il 27 aprile 2021 alle 08:47 :

    Mi auguro che le forze dell'ordine ed i magistrati prendano un severo provvedimento nei confronti di questi due signori, se non fosse cosi organizziamo una manifestazione nei confronti di tutta la maggioranza. Almeno che questi non diano le dimissioni che sarebbe la cosa più giusta . Mandiamoli a casa questa è una disonestà nei confronti di chi soffra, e nei confronti di gente onesta che va a prenotarsi e aspetta il suo turno . In bocca al lupo cari professori visto che vi siete qualificati con quel titolo. Rispondi a Manduriano doc

  • Domenico Scialpi ha scritto il 27 aprile 2021 alle 08:38 :

    Prove? Se le avete pubblicatele( ma credo sarebbe un reato come lo potrebbe essere il fatto che voi le abbiate avute chissà come). La violazione della privacy è grave come i saltafila. Rispondi a Domenico Scialpi

    Manduriano ha scritto il 27 aprile 2021 alle 12:05 :

    prima di parlare a occhio informati e documentati! Rispondi a Manduriano

    J B ha scritto il 27 aprile 2021 alle 10:06 :

    Domenico, non sai di cosa stai parlando. Ottenere e pubblicate prove, da parte di un giornalista iscritto all’Albo, di un illecito operato da un membro della pubblica amministrazione non è e non può essere reato, proprio per definizione della professione giornalistica, ed è uno dei fondamenti della democrazia dai tempi di Tocqueville. Non ha nulla a che vedere con la privacy. Non ne avrebbe neanche se si trattasse di privato cittadino, ma ci sono alcune norme che decadono quando da privato si passa a pubblico. Questo gesto di Pecoraro è indifendibile, e sappiamo tutti che Pecoraro, come al solito, non pagherà le conseguenze. Almeno non diciamo idiozie, perché la libertà di chiamarle con il loro nome, almeno quella, ci è rimasta. Rispondi a J B

    Domenico Scialpi ha scritto il 27 aprile 2021 alle 11:08 :

    Le indagini e le sentenze soprattutto le svolge e le decide la magistratura non certo un giornalista chiunque appoggiato da una cittadinanza rancorosa che pensa ancora di stare in campagna elettorale Rispondi a Domenico Scialpi

    Tonino ha scritto il 27 aprile 2021 alle 18:45 :

    Ma stai un pochettino zitto caro Scialpi , ma è il Pecoraro che ti fa rispondere o sei scemo tu. Bellu mi fatti ricoverari e no dari fastidiu .

    Domenico Scialpi ha scritto il 27 aprile 2021 alle 11:06 :

    Al momento si sta discutendo di una considerazione fatta da un giornale e non da fatti dimostrati e dimostrabili......quindi o si presentano delle prove o chiunque può dire ciò che vuole e non significa sia giusto. Rispondi a Domenico Scialpi

    J B ha scritto il 27 aprile 2021 alle 13:27 :

    Domenico, è una questione di lingua italiana, non di opinioni. Tu hai detto, e cito testualmente: "Prove? Se le avete pubblicatele( ma credo sarebbe un reato come lo potrebbe essere il fatto che voi le abbiate avute chissà come)" Quindi, sostieni che pubblicare le prove sarebbe reato; e che ottenerle "chissà come" lo sarebbe anche. Entrambe le affermazioni sono o sbagliate o in cattiva fede, ma in entrambi i casi, oggettivamente non veritiere. Quindi stai attaccando dei giornalisti che fanno il loro lavoro implicando reati non veri: qualunque siano le tue vedute politiche, è una cosa terribile a farsi. Se non ci sono prove, Pecoraro potrà fare causa, giusto? Se non ci sono prove lo potrà dichiarare subito. Se non ci sono prove, non ha niente da temere.

    Manduriano ha scritto il 27 aprile 2021 alle 12:10 :

    C'è un detto che non si sbaglia mai, mai: NON FARE NIENTE CHE NON SI SA' NIENTE, se se ne parla QUALCOSA DI VERO CI POTREBBE ESSERE. Ed è grave, molto grave. Rifletti invece di parlare sempre a occhio e difendere fino alla nausea il tuo pupillo. Sta facendo pessime figure una dopo l'altra, non c'è niente da difendere, questa cosa è scandalosa. Una persona con la coscienza pulita, al posto suo, avrebbe già smentito con i fatti (come dici tu) a beneficio della fiducia ricevuta dai cittadini (presi in giro). Non si tratta di rancore bello mio, tanto uno vale l'altro, si tratta invece di LEALTA', TRASPARENZA, VERTITA' cose che mancano.

  • Vincenzo ha scritto il 27 aprile 2021 alle 08:11 :

    E...., come la mettiamo con la seconda dose. Ci auspichiamo che l'assessorato alla sanità della regione assuma immediate decisioni al riguardo. I primi saranno gli ultimi? Rispondi a Vincenzo

  • Rodrigo ha scritto il 27 aprile 2021 alle 08:09 :

    Ke schifo...vergogna! Rispondi a Rodrigo

  • Walter ha scritto il 27 aprile 2021 alle 07:51 :

    Non è da meravigliarsi. Questo è lo specchio di queste persone. MANDURIANI GIUDICATE Rispondi a Walter

  • Nessuno ha scritto il 27 aprile 2021 alle 07:34 :

    Loro si ritengono persone importanti e possono farlo altri devono aspettare il loro turno ...ora per loro non ci sono sanzioni?ma cosa aspettano per mandarli a casa questi volponi o si deve ancora capire che per sedere su quella poltrona anno comperato voti ...fidatevi Rispondi a Nessuno

  • J B ha scritto il 27 aprile 2021 alle 07:17 :

    Si sapeva da subito, e sono contento che la notizia sia stata resa pubblica. Ma la domanda è: ci saranno conseguenze? E la risposta è, no. Come negli anni Novanta, Pecoraro è al di sopra della legge. Può fare quello che vuole, e ci sarà sempre una giustificazione, e mai conseguenze. Resterà sindaco, resterà al suo posto, e ci convinceremo anche che in fondo abbia ragione. Come negli anni Novanta. Rispondi a J B

    cittadino ha scritto il 28 aprile 2021 alle 08:17 :

    Beh hai perfettamente ragione, sai com'è.........quando si hanno santi in paradiso.....ed ora sono ancora "più santi".... CAPISCIAMME' Rispondi a cittadino

  • Manduriano ha scritto il 27 aprile 2021 alle 07:00 :

    COMPLIMENTI. ESEMPIO ECCELLENTE, COMPLIMENTI. Se è vero, (spero di no comunque) è uno schifo! E poi parlano di trasparenza, di onestà, alla faccia... Mi auguro che le autorità che indagano vadano avanti e se fosse realmente vero questi "signori" dovranno pagare il conto! Rispondi a Manduriano

  • Francesco ha scritto il 27 aprile 2021 alle 06:41 :

    E andiamo...sembra il paese di pulcinella,barzellette a gogo incredibile quasi surreale a descrivere questa situazione venuta a crearsi a manduria,mi sento schifato io per loro mi vergogno io per loro... io che sono un cittadino rispettoso dei miei compaesani bisognosi di cure,ma loro no, loro se ne fottono dei loro compaesani e poi stiamo parlando degli inizi di febbraio che il nostro AUTOREVOLE SINDACO SI VACCINA e si dichiara docente scolastico... quindi se riesce ad avere una mente così contorta figuriamoci li al massimo potere che lui ricopre cosa stia combinando.... per poi non parlare del presidente del consiglio altro CAMPIONE,questo ha superato se stesso ha infilato anche la moglie...sono SCHIFATO E DISGUSTATO...ma tranquilli tutto ha il suo tempo tutti i nodi vengono al pettine Rispondi a Francesco