Per motivi di igiene pubblica

Ordinanza: cani al guinzaglio con sacchetto e bottiglia d'acqua per pulire i ricordini dei pelosi

Multe previste da 25 euro a 500 euro

Cronaca
Manduria lunedì 12 aprile 2021
di La Redazione
Cani al guinzaglio
Cani al guinzaglio © La Voce di Manduria

Da qualche giorno per portare a spasso il proprio cane per le vie di Manduria, non basta munirsi di sacchetto per la raccolta dei ricordini solidi che lascia l'amico peloso, ma bisogna portarsi dietro anche una bottiglia con dell'acqua per sciacquare il terreno.

Lo stabilisce un'ordinanza firmata dal sindaco della città Messapica, Gregorio Pecoraro, che si appella a motivi di natura igienica sanitaria ma non solo. 
La misura, spiega l'atto sindacale, è necessaria anche a dare risposta alle numerose proteste di cittadini che lamentano la presenza di materiale organico e liquido animale su marciapiedi, piazze e luoghi pubblici in genere. Fenomeno mal tollerato da molti ed esistito da sempre che in questo periodo di lockdown sta moltiplicando i suoi effetti per l'aumento delle uscite dei cani anche in orari insoliti e ripetuti più volte al giorno.

Ed ecco quindi l'ordinanza che impartisce dettagliatamente le regole che devono rispettare i proprietari di cani o loro custodi: tutti sono obbligati alla «raccolta immediata degli escrementi solidi dell'animale ed il loro regolare smaltimento nonché la pulizia del suolo, mediante getto d'acqua, a seguito di urina canina». 
Oltre al guinzaglio e alla museruola, dunque, prima di portare a spasso l'animale a quattro zampe, l'accompagnatore non dovrà dimenticare gli strumenti per la raccolta e smaltimento e il contenitore dell'acqua. Bisogna insomma ricordarsi, si legge nell'ordinanza, «di essere sempre forniti di strumenti idonei a raccogliere eventuali deiezioni prodotte dai loro animali, quali sacchetti o apposita paletta nonchè opportuni contenitori d'acqua (bottiglie) per bagnare adeguatamente l'urina canina nell'immediatezza dell'espletamento del bisogno fisiologico». Vale sempre l'obbligo, specifica l'imposizione del sindaco, «sull'utilizzo del guinzaglio di una misura massima pari a metri 1,50 e museruola durante la conduzione dell'animale nei luoghi pubblici o di uso pubblico e di assicurare che il cane abbia un comportamento adeguato alle specifiche esigenze di convivenza con persone ed animali rispetto al contesto in cui vive». Le sanzioni previste per chi non rispetta queste regole prevedono multe da 25 a 500 euro. «Alla immediata rimozione delle deiezioni canine - chiarisce ancora l'ordinanza -, sono esentati i non vedenti accompagnati da cani guida e particolari categorie di persone con disabilità impossibilitate ad eseguirne la raccolta. Sono fatte salve le sanzioni previste dal vigente Codice Penale in materia di maltrattamento e malgoverno degli animali e comunque dalla normativa vigente in materia». 
L'ordinanza che richiama una precedente pubblicata nel 2016 da un'altra amministrazione ma di fatto mai applicata, non è stata adeguatamente diffusa tra la popolazione ma solo pubblicata sull'albo pretorio dell'ente. Un principio di campagna di sensibilizzazione sui corretti comportamenti di chi possiede animali da affezione, è comparsa qualche giorno fa sulla piazza Giovanni XXIII, una delle aree a verde della cittadina, dove sono stati affissi dei cartelli che vietano l'ingresso nelle aiuole degli animali accompagnati e obbligano i padroni a raccogliere gli escrementi che i loro amici a quattro zampe lasciano lungo il cammino.

Nazareno Dinoi su Quotidiano 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • gerardo marzo ha scritto il 17 aprile 2021 alle 17:05 :

    io sono ho un cane e ho sempre avuto cani da quasi quarant'anni, ho sempre rispettato le regole, ho sempre rispettato i luoghi pubblici e le persone presenti essendo consapevole che ci possono essere cittadini che non tollerano la loro presenza , quindi ben vengano queste ordinanze anzi in confronto ad altre realta' siamo anche in ritardo di anni,, quello che mi fa sorridere e che secondo me sono principalmente due cose molto dicutibili primo quelli che gridano allo schifo quando vedono il cane insieme al padrone in mare a fare il bagno, voglio ricordare a tutti quelli che si schifano che almeno i cani son pisciano in acqua come la stragrande maggioranza dei bagnanti (umani) secondo, si pensa alla cacca dei cani,MA FRA' NON MOLTO SI SVISCERANNO TONNELLATE DI CACCA IN MARE CON URMO Rispondi a gerardo marzo

  • Fernando Maria Maurizio Potenza ha scritto il 13 aprile 2021 alle 03:44 :

    Bravo il Sindaco. Adesso, dobbiamo confidare sulla civiltà e la buona educazione dei cittadini, perché senza un controllo della Polizia Comunale, dei cestini per raccogliere tali rifiuti, telecamere di sorveglianza del territorio.... continueremo a schiacciare merda, sperando che porti fortuna. Rispondi a Fernando Maria Maurizio Potenza

  • Bruno Pastorelli ha scritto il 13 aprile 2021 alle 03:41 :

    Premessa::devo necessariamente usare un temine dialettale non più in uso,,quando si facevano le tranquille sul corso di manduria o sul viale della stazione capitava che qualcuno pestava la cacca dei cani e non solo,si usava dire"MENCHIA GIA MUTTATU"risposta no ti preoccupari tantu porta FORTUNA..Arrivo al dunque((non voglio ricordare tutto quello che accadeva anni fa a manduria).Su questa ordinanza si sta facendo tanta di quella merda che non basterebbe un autospurgo per pulire,Egr.Sig.Sindaco Pecoraro si guardi intorno, a Manduria c'è tanta di quella merda da eliminare,(non voglio entrare nello specifico)però RIFLETTA Rispondi a Bruno Pastorelli

  • giorgio sardelli ha scritto il 12 aprile 2021 alle 19:27 :

    l'ordinanza si deve attaccare in tutta Manduria e non solo nella bacheca del municipio Rispondi a giorgio sardelli

  • Gregory ha scritto il 12 aprile 2021 alle 18:17 :

    Fatti nuovi parchi giochi x bambini nelle Piazze.. Non si possono utilizzare. DIVENTATI CESSI X CANI???? PORCIIIII Rispondi a Gregory

  • Pietro ha scritto il 12 aprile 2021 alle 17:17 :

    Grazie Sindaco: meglio tardi che mai! Spero che finalmente questa estate ci sia più controllo sia sotto la pineta, diventata il bagno dei cani oltre che delle persone, sia sulla spiaggia a destra del Moma'. L'anno scorso ho visto quotidianamente gente con i cani, anche di grossa taglia, farsi il bagno insieme anche in presenza in acqua di bambini, fregandosene di tutti e delle ordinanze: un vero schifo! Io dico, anche quando li tengono per ore sotto gli ombrelloni, questi animali dove sono costretti a fare i loro bisogni, se non sulla sabbia? E poi hanno pure il barbaro coraggio di lamentarsi. Come sono cambiate le cose: oggi tantissime persone auspicano di fare " una vita da cani"! Rispondi a Pietro

  • Antonio ha scritto il 12 aprile 2021 alle 16:26 :

    Ora ci vogliono contenitori raccogli rifiuti e aggiunta di forze dell'ordine. I vigili sono troppo pochi per combattere tanta maleducazione. Rampe scivoli occupati, parcheggi in prossimità di incroci e tante piccole infrazioni che fanno perdere troppo tempo ai soli vigili che devono far rispettare regole basilari. Rispondi a Antonio

  • Luigi Natale ha scritto il 12 aprile 2021 alle 15:06 :

    E i controlli. Qui in piazza della repubblica hanno riempito di caccia tutto il marciapiedi della piazzetta e distrutto tutte le aiuole per pulirsi le zampe. Ci sono anche rare persone che raccolgono la caccia mettendola nei sacchetti i quali per non portarseli a casa le inseriscono nelle fessure della fognatura. Così facendo inquinano ed otturato le fogne. Non parliamo di vandali che hanno distrutto tutte le panchine e lampioni della luce con il pallone. Per cui i residenti gradirebberro più controlli. Rispondi a Luigi Natale

  • ANTONELLA ANDRISANO ha scritto il 12 aprile 2021 alle 14:51 :

    Buonasera..... Io sono una di quelle che porta il suo cane a spasso e non solo da quando è iniziato il covid ma bensì da 8 anni.... Con bustine al seguito e raccolgo tutto anche se il cane fa I suoi bisogni dove ci sta un bordo strada stracolmo di spazzatura e erba alta 1mt la vado a cercare.... Si certo a cercare in quanto x strada non c'è illuminazione e quindi vado alla ricerca. Quindi caro il mio bel sindaco che altro non sa fare che emanare ordinanze senza senso..... Le vorrei dire che io durante la pandemia ho visto e vedo gente fare i fatti propri senza alcun problema xo' adesso facciamo le multe x i bisogni del cane.... A me fa solo ridere. P. S. Le bustine costano €0.99 3 rotoli questo x tutti quelli che la lasciano sul marciapiede.... E che io calpesto bestemmiando... Rispondi a ANTONELLA ANDRISANO

  • Antonio ha scritto il 12 aprile 2021 alle 12:54 :

    Ottima cosa. Nei "paesi civili", così come definiti nei tanti commenti, comunque si predispongono aree sgambettamento, per far espletare i bisogni fisiologici, consentendo ai detentori di cani di vivere con tranquillità la compagnia dei loro amici, senza recare disturbo alcuno. Questo si sarebbe un vero gesto di civiltà. Ma forse, come spesso accade, tentare di reprimere è più consono a determinate menti. Bisogna, invece fare attenzione a non emanare disposizioni contrarie alle leggi vigenti, limitando o negando l'accesso agli animali di compagnia. Rispondi a Antonio

  • Gabriella ha scritto il 12 aprile 2021 alle 12:45 :

    ...continuo nella mia considerazione: Ora, io mi domando e dico: Se non si è arrivati a gestire questa "cosa grande", COVID, se c'è indifferenza, (questo pare), perché qualora fossero fioccati i verbali la gente non si assembrerebbe per paura di ciò, come volete gestire il resto? Le autorità che devono verbalizzare gli assembramenti dove sono? Se non ci sono per questo, come potrebbero esserci per multare, ma prima di ciò controllare ogni essere umano che incontrano con il proprio animale domestico, se fosse provvisto di sacchetto, paletta e bottiglietta o ( bottiglione) d'acqua?! Grazie Rispondi a Gabriella

  • giorgio sardelli ha scritto il 12 aprile 2021 alle 12:32 :

    era ora!! le regole esistevano già prima ma bene ha fatto il Sindaco ha ricordare ai porci, padroni dei cani che l'ambiente è di tutti e tutti hanno diritto a goderselo quello che manca in questa città sono i controlli e le applicazioni delle regole purtroppo tante persone sono come i cavalli che hanno bisogno dei paraocchi per andare diritti Rispondi a giorgio sardelli

  • Gabriella ha scritto il 12 aprile 2021 alle 12:26 :

    Salve, da premettere che sono d'accordo, ma oggi stiamo vivendo un periodo da incubo per colpa di un virus che non si riesce a debellare purtroppo. Stiamo morendo giorno per giorno. Ci sono assembramenti assurdi come se non fosse successo niente, come se il virus non esistesse, nonostante l'ordinanza del divieto degli stessi? o mi sbaglio? Mi rivolgo a chi ne è a conoscenza; Esiste un'ordinanza che divieta gli assembramenti ed all'obbligo della mascherina??? Qualora ci fosse, dove sono "coloro" che dovrebbero controllare, visto che ci sono persone adulte e ragazzi ammucchiati come se niente fosse? Bambini accompagnati da genitori (incoscienti) davanti le scuole appiccicati come formiche, e intanto continuiamo a morire di covid, che non è il male in se ma, colpisce chi è più debole... Rispondi a Gabriella

  • Manduriano ha scritto il 12 aprile 2021 alle 12:24 :

    Caro pecoraro la cosa può andare, ma ti faccio una domanda: CHI CONTRLLERA'? CHI FARA' LE MULTE da 25 a 500€? CHI? Se non lo sai o non ti sei accorto, o fai finta di non vedere e sapere, I VIGLI SONO LATITANTI, O GIRANO A OCCHI IN CITTA' SENZA UTILITA'. PERCHE' NON FAI UNA BELLA STRIGLIATA? INIZIANDO DAL OCMANDANTE........ Questa cosa la devi fare, altrimenti a voglia a fare ordinanze....!!! Rispondi a Manduriano

  • Tina ha scritto il 12 aprile 2021 alle 11:51 :

    Caro Sindaco,questo nn è il momento di pensare alle cacche dei cani.Si occupi piuttosto delle cose più gravi, urgenti e importanti,che nel periodo in qui siamo nn è di certo la cacca di un cane, ma il degrado,lo schifo,l'indifferenza ecc di tutto il resto che nn viene fatto o che si fa finta di nn vedere, perché vi fa comodo cosi. Tuteli i suoi cittadini e la loro salute,che come primo cittadino di un paese che per la seconda volta gli ha dato fiducia,nn sta dando propio il buon esempio.Buona giornata. Rispondi a Tina

  • C.D ha scritto il 12 aprile 2021 alle 11:38 :

    È inutile fare ordinanze a Manduria i vigili sono latitanti e imboscati chi deve controllare il singolo cittadino? Rispondi a C.D

  • prendiamociperilkul ha scritto il 12 aprile 2021 alle 11:13 :

    Meno male che ogni tanto qualcuno pensa anche a tutti quei poveri cristi che si ritrovano il muri o il portone della propria abitazione rovinato da tutti quei bastardi (i conduttori dell'animale) che vengono portati a spasso dal loro quadrupede convivente. A questi soggetti, più volte ripresi e anche segnalati, non è stata mai applicata alcuna sanzione Amministrativa, almeno ora... speriamo... si beccheranno una bella violazione all'Ordinanza augurandoci così che una volta che si tocchi il portafoglio imparino a defecare ed urinare altrove (sempre i conduttori). O quanto meno a pulire; anche se ci sta poco da pulire quando il povero quadrupede ti ha orinato il portone di casa è il conduttore che deve fare in modo che ciò non accada. Rispondi a prendiamociperilkul

  • Fiore ha scritto il 12 aprile 2021 alle 11:09 :

    La legge vale se personale addetto la fa rispettare. Purtroppo Manduria è terra di nessuno e lo sanno anche i forestieri e gli stranieri. Escrementi di cani sul marciapiede di viale Mancini , corso xx settembre, piazza e strade limitrofe. A fine anno, sarei curioso di sapere quante multe saranno state elevate. Purtroppo chi dovrebbe controllare, a sua volta dovrebbe essere controllato. Andrà a finire tutto a tarallucci e vino primitivo. Rispondi a Fiore

  • Giorgio ha scritto il 12 aprile 2021 alle 09:47 :

    Quante chiacchiere questa AMMINISTRAZIONE. È arrivata la civiltà a MANDURIA? Chi controlla ed emette le multe. Pecoraro vuoi risolvere il problema! Autorizza il cittadino a fare foto ed inviare il tutto ad un SITO dove verranno poi emesso D'ufficio i verbali🤔 Rispondi a Giorgio

  • Antonio ha scritto il 12 aprile 2021 alle 07:20 :

    Bene, molto bene! Con quarant'anni di ritardo rispetto ad altre città della Puglia, ma ci siamo arrivati. Ma chi controlla? Ma soprattutto, chi controlla i controllori? Quante auto sostano sui marciapiedi, costringendo i pedoni a camminare per strada con tutto ciò che potrebbe accadere ai soggetti non perfettamente deambulanti? Quanti marciapiedi sono a norma? Fate mente locale, ma quanti marciapiedi hanno delle trappole? Ma visto che mi trovo a confutare queste disposizioni, aggiungo; come si fa a spazzolare bene le strade urbane, se sono intasate da auto parcheggiate? Basterebbe dare uno sguardo ai centri più grossi, per notare che oltre al conduttore vi è un vigile, pronto a rilevare le contravvenzioni nei confronti dei soggetti meno diligenti. Anche questo, sarebbe un segno di civiltà. Rispondi a Antonio

  • Lorenzo ha scritto il 12 aprile 2021 alle 07:00 :

    Benvenuti nel 21esimo secolo. Si richiede gentilmente affissione di detta ordinanza a San Pietro in Bevagna ( area Chiesa) Torre Colimena ( area scivolo per barche) e spiagge zona Chidro. Questo perché ovviamente la Marina è territorio di Manduria e molti padroni con i loro simpatici cagnolini fanno gli "indiani" . Grazie Rispondi a Lorenzo

  • Mary Lomartire ha scritto il 12 aprile 2021 alle 06:49 :

    Era ora!!! Rispondi a Mary Lomartire