Domenica, 2 Ottobre 2022

Cronaca

La paura e la rabbia della mamma

Scooter con disabile investe un bambino sul marciapiede

Scooter elettrico per disabilità Scooter elettrico per disabilità © La Voce Di Manduria

 

«Fortunatamente mio figlio ha riportato solo graffi e qualche contusione, ma poteva andare peggio». A parlare è una manduriana che ieri mattina è stata suo malgrado testimone di un incidente, fortunatamente senza gravi conseguenze, nel quale è stato coinvolto suo figlio di 5 anni non ancora compiuti. La particolarità dell’evento è che ad investire il piccolo è stato uno scooter elettrico condotto da un uomo con disabilità che transitava su un marciapiede.

«Io e mio marito e nostro figlio stavamo prendendo posto nel dehor di un bar situato sul largo marciapiede del Corso – racconta la donna scossa -, quando un mezzo elettrico guidato da un anziano signore è arrivato sfrecciando sul marciapiede travolgendo mio figlio che è stato trascinato per alcuni metri».

I genitori spaventati hanno chiamato la polizia municipale che è arrivata sul posto ma l’anziano nel frattempo si era allontanato. «Ad ogni modo le vigilesse ci hanno detto che le persone con disabilità possono transitare sui marciapiedi con i loro mezzi di mobilità», spiega ancora la mamma del piccolo che ha voluto riferire l’episodio per raccomandare comunque prudenza a chi utilizza questi mezzi. «Se è vero che possono transitare sui marciapiedi – dice - è giusto anche che siano più prudenti moderando magari la velocità e rispettando anche i pedoni; a mio figlio per fortuna non è successo niente di grave, ma poteva andare peggio perché lo scooter a mio avviso andava ad una velocità molto sostenuta», conclude la donna che ha preferito non denunciare l’anziano in motoretta mentre suo figlio ha riportato graffi sul folto e contusioni alle ginocchia.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

4 commenti

  • Marco
    gio 11 agosto 09:59 rispondi a Marco

    Sicuramente andava veloce. La velocità da tenere nelle aree pedonali è 5km/h, appunto a passo d'uomo. Vale per tutti i veicoli, monopattini, bici, scooter elettrici ecc

  • Domenico
    gio 11 agosto 09:08 rispondi a Domenico

    Che l'investitore non si sia fermato a prestare soccorso, oltre a essere comunque un reato, è un segno di inciviltà e insensibilità. Alle vigilesse raccomanderei un approfondimento riguardo alle regole vigenti in materia. Non si può lasciare alla pura casualità la prevenzione di incidenti più gravi: anche la disabilità non esime dal rispetto delle regole.

    • Gregorio
      gio 11 agosto 14:28 rispondi a Gregorio

      Bravo Sig.Domenico , condivido, proprio perché l’investitore non si sia fermato a prestare soccorso, È DA DENUNCIARE !! Cussì la prossima fiata metti giudiziu !!

  • Cittadino illustre
    gio 11 agosto 07:52 rispondi a Cittadino illustre

    Cara signora, mi dispiace per suo figlio anche se fortunatamente non è successo nulla di grave, ma la denuncia andava comunque fatta, perché ci sono persone con queste motorette che sono veramente pericolosi, sia sui marciapiedi che sulle strade

Tutte le news
La Redazione - oggi, dom 2 ottobre

Con una recente sentenza il Giudice di Pace di Lecce ha accolto il ricorso di un automobilista manduriano che si era visto contestare ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Lei di Manduria, lui di Torricella. Teresa Dimonopoli e Yari Motolese sono i loro nomi e questa sera ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

I vigili urbani di Manduria hanno circoscritto con il nastro un tratto di marciapiede di via Salvatore Gigli per impedire il passaggio pedonale ...

Tutte le news Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Il sindaco di Manduria, Gregorio Pecoraro, ha pubblicato ieri sul suo profilo Facebook il video della polizia locale che riprende le scene di 8 “sporcaccioni” ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Il Comune di Manduria è chiamato ad esprimersi sulla realizzazione di un mega impianto fotovoltaico di circa 30 ettari ...

Furti nel cimitero, una piaga eterna
La Redazione - mer 14 settembre

Furti nel cimitero ...

Crolla il solaio un operaio morto un altro ferito
La Redazione - gio 15 settembre

A Lizzano è crollato il solaio di una palazzina di un piano in ristrutturazione di via Ariosto 5, travolgendo due operai - in quel momento a lavoro - che sono rimasti a lungo sotto le macerie.  Uno dei due è morto, l’altro ...

"Al boss della Cupola interessava il business dei rifiuti"
La Redazione - ven 16 settembre

«La cupola» era interessata al business dei rifiuti. Lo rivelano le motivazioni della sentenza con cui a giugno scorso il giudice del Tribunale di Lecce ha condannato 32 persone, quasi tutti manduriani, accusati di far parte di un'organizzazione ...