Martedì, 25 Giugno 2024

Cronaca

feriti i due genitori

Scontro sulla via del mare, muore una 25enne, feriti i genitori

Chiara Mazza Chiara Mazza

Si chiamava Chiara Mazza ed aveva 25 anni la giovane manduriana che ieri ha perso la vita in un incidente stradale avvenuto sulla San Pietro in Bevagna Manduria. Intorno alle 19 mentre tornava a Manduria, la Fiat Panda a bordo della quale viaggiavano anche i suoi genitori si è scontrata violentemente con una Jeep che proveniva dalla strada di servizio del Canale Arneo interdetta al transito. Nell’urto sono rimasti feriti i tre occupanti dell’utilitaria mentre è rimasta quasi illesa la conducente dell’altra macchina, una ventiduenne diretta a Porto Cesario dove ha la residenza.

Secondo alcune testimonianze, la venticinquenne non sarebbe morta sul colpo e che subito dopo l’incidente è scesa dall’auto ed ha chiamato il fratello medico che era a Manduria. Pare che fosse solo spaventata quando ha avuto un improvviso malore perdendo i sensi, stato dal quale non si è più ripresa.

Le prime ambulanze ad arrivare sul posto sono state quelle di San Pietro in Bevagna e poi di Avetrana, entrambe senza medico e infermiere a bordo. Le due più vicine di Manduria e Torricella con personale sanitario a bordo (infermiere), erano stata inviate su altri interventi, pertanto la centrale operativa del 118 ha inviato i primi due equipaggi disponibili ed ha attivato l’automedica della postazione di Francavilla Fontana. Tutti inutili i tentativi per rianimarla mentre nel frattempo altri mezzi di soccorso trasportavano i due genitori feriti all’ospedale Santissima Annunziata di Taranto. Le loro condizioni non sarebbero gravi.

Le indagini per ricostruire la dinamica e le responsabilità sono state affidate dal magistrato di turno al corpo di polizia municipale. Ad occuparsene personalmente è il comandante Umberto Manelli che su disposizione della procura ha posto sotto sequestro i due mezzi coinvolti ed ha dato disposizione al personale del pronto soccorso di eseguire gli esami tossicologici e alcolometrici sulla donna che guidava la Jeep.   

Sul posto anche diverse pattuglie delle forze dell’ordine che hanno dovuto bloccare il transito su quella trafficatissima arteria e permettere ai sanitari di svolgere il proprio compito in sicurezza. Sono intervenuti anche i vigili del fuoco del distaccamento di Manduria che al termine delle operazioni hanno rimosso le auto per permettere la ripresa della circolazione.

Proprio ieri a pochi metri dallo stesso incrocio si è verificato un altro incidente, fortunatamente non grave come quello di ieri. Per una errata manovra di una dei due mezzi coinvolti, una macchina si era scontrata con una grossa motocicletta con due giovani manduriani rimasti feriti e trasportati al pronto soccorso di Manduria.

Una strada maledetta la definiscono le persone del posto proprio per i suoi tanti incidenti anche mortali. Sempre lì, allo stesso incrocio, il più grave di tutti. Circa dieci anni fa a perdere la vita furono due ragazzi della provincia di Brindisi che erano in sella di una moto. Circa duecento metri più avanti, sul rettilineo, un altro centauro, anche lui di Manduria, rimase vittima di una caduta che non gli lasciò scampo. È una strada provinciale di vecchia costruzione, mal tenuta che necessita di una importante manutenzione con segnali assenti o decolorati e asfalto privo di strisce bianche di delimitazione del tracciato.

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

21 commenti

  • Luciano Filomena
    dom 6 agosto 2023 07:37 rispondi a Luciano Filomena

    In estate per la presenza maggiore di turisti e relativi automezzi dovrebbero aumentare i mezzi e i medici per i soccorsi, la strada che collega Manduria e San Pietro è sempre stata pericolosa ricordo che gli incidenti negli 70 erano numerosi , scarsa illuminazione curve assurde incroci poca segnaletica

  • Gregorio
    dom 6 agosto 2023 08:03 rispondi a Gregorio

    Scusate tutti per il mio modo di esprimermi, purtroppo sentire queste notizie, fanno male, molto male… sentite condoglianze alla famiglia !!

  • Gregorio
    dom 6 agosto 2023 08:02 rispondi a Gregorio

    Scusate tutti per il mio modo di esprimermi, purtroppo sentire queste notizie, fanno male, molto male… sentite condoglianze alla famiglia !!

  • Biagio
    sab 5 agosto 2023 07:56 rispondi a Biagio

    Per Ale. Sono pagate dalla regione Puglia, niente è gratis. Il vero problema è chiedersi perché i medici non ci sono o meglio perché scappano dal 118. Una giovane ragazza ha perso la vita, tragicamente e nulla si farà per incrementare la sicurezza stradale. Queste disgrazie straziano le famiglie per tutta la vita. Un abbraccio forte alla famiglia Mazza.

  • Ale
    sab 5 agosto 2023 04:00 rispondi a Ale

    Spero che le ambulanze senza il medico e l'infermiere non siano pagate dalla regione Puglia altrimenti sarebbe assurdo avere queste ambulanze , a fare che ,se qualcuno me lo puo' spiegare

  • Thom
    sab 5 agosto 2023 01:43 rispondi a Thom

    Sentite condoglianze a tutta la famiglia.... Per tutti i commentatori senza senso....non chiedete per un amico..ma bensì prima di scrivere idiozie ....informatevi...!! Non aggiungo altro alle caxxxxe che avete scritto.... L'ignoranza produce la violenza........

    • Ntuninu
      sab 5 agosto 2023 06:36 rispondi a Ntuninu

      Hai scritto:-“..L'ignoranza produce la violenza........” ma scusa, criticare il servizio ambulanza SENZA MEDICO A BORDO, …è idiozia ?? Chiedo per ME !

      • Thom
        sab 5 agosto 2023 09:47 rispondi a Thom

        Sarebbe un mondo perfetto un medico per ogni ambulanza in circolazione....ma purtroppo non potrà mai essere così ...per mille e svariati motivi.... Il personale che arriva cmq con ambulanza ha tutte le competenze per prestare il primo soccorso!...e certo non per consumare gasolio.....al sig.gregorio.....ci sono mille modi per informarsi...non sarò di certo io a poterla illuminare!

        • Gregorio
          lun 7 agosto 2023 02:42

          Scusami ancora Thom, ricorda che il DM del 2015 prevede che per ogni 60 mila persone, va garantito sui mezzi di soccorso "un team di prestazione avanzata", in grado di fare una diagnosi immediata e di fornire una terapia urgente", cosa che NON PUÒ fare l’infermiere specializzato ! Episodio successo al sottoscritto. Penso di essere stato chiaro.

        • Thom
          dom 6 agosto 2023 05:04

          Sig. Gregorio ...con questa sua nuova risp .....ribadisco il concetto.....si informi prima di parlare non sapendo !! Gli operatori NON si prendono responsabilità?...le consiglio di provare anche solo per un giorno a stare un turno con un operatore e vedere con i propri occhi .....Cambierebbe sicuramente la sua opinione!

        • Gregorio
          dom 6 agosto 2023 12:18

          Tieni presente che operatori del 118 anche se hanno una grande esperienza, NON si prendono le responsabilità in quanto NON sono medici…perciò, il problema è sempre quello !! Opinione!

        • Gregorio
          dom 6 agosto 2023 07:58

          Mi dia un solo motivo..Signor Professore !!

        • Gregorio
          dom 6 agosto 2023 07:56

          Mi dia un solo motivo..Signor Professore !!

    • Gregorio
      sab 5 agosto 2023 05:44 rispondi a Gregorio

      Bravo Signor Thom ..ci informi..ci informi.. ci dia una delucidazione in merito !!

  • Marco
    sab 5 agosto 2023 10:51 rispondi a Marco

    Mi sembra doveroso ricordare che l' AIRBAG è pericolosissimo e mortale senza l'utilizzo della cintura di sicurezza. R.I.P.

  • francesco fanuli
    sab 5 agosto 2023 08:58 rispondi a francesco fanuli

    R.I.P. Chiara

  • Antnio
    sab 5 agosto 2023 08:56 rispondi a Antnio

    Che tragedia. Il padre, Pietro Mazza, è stato mio professore di matematica al liceo scientifico parecchi anni fa. Sentite condoglianze a tutta la famiglia Mazza.

  • Gregorio
    sab 5 agosto 2023 08:03 rispondi a Gregorio

    Scusate la mia ignoranza, è da un bel po’ di tempo a questa parte, sento che parte l’ambulanza 🚑 SENZA MEDICO A BORDO, ma quando si chiama il 118 , si chiama giusto per perdere tempo? Per far consumare tempo e gasolio? …chiedo per un amico…giusto per capire !!

    • Giulio
      sab 5 agosto 2023 10:53 rispondi a Giulio

      Ti potevi fermare a "scusate la mia ignoranza"

      • Gregorio
        sab 5 agosto 2023 01:51 rispondi a Gregorio

        “Scusate la mia ignoranza “🛑 STOP ✋ ….va bene ?

    • Marco
      sab 5 agosto 2023 10:49 rispondi a Marco

      Giusto! Infatti i volontari pagati sanno fare il MASSAGGIO CARDIACO?? Sanno utilizzare il DEFIBRILLATORE?? Presente anche in città??

Tutte le news
La Redazione - oggi, mar 25 giugno

Da più di un anno l’Unità Pastorale di Avetrana ha avviato un processo di 'ri-fondazione' della Caritas, ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, mar 25 giugno

“Go around Manduria” è la nuova App per gli utenti del territorio del DUC (Distretto Urbano del Commercio) di Manduria. Una mobile app che offre ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, mar 25 giugno

Viene da Gioia del Colle il Primitivo da collezione più caro messo in vendita sul sito d’aste Ebay. Prezzi alti anche per due Primitivi ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, mar 25 giugno

Oggi i promotori del «Comitato di salvaguardia del Primitivo di Manduria» chiama nuovamente a raccolta gli addetti ai lavori del vino ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, mar 25 giugno

L’Archeoclub Manduria ha inviato agli assessori e consiglieri comunali manduriani l’esito della tavola rotonda ...

Fiume Chidro guardato a vista dai volontari
La Redazione - sab 15 giugno

Il comune di Manduria anche quest’anno ha stipulato una convenzione con il Gruppo Volontariato e Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato, Sezione di Brindisi, al fine di garantire il rispetto dell’ordinanza sindacale ...

Petardo dei fuochi d’artificio colpisce alla testa un avetranese - IL VIDEO
La Redazione - sab 15 giugno

Ha rischiato grosso un 65enne avetranese colpito alla testa da un petardo dei fuochi d’artificio durante la festa di Sant’Antonio ad Avetrana mentre riprendeva con il telefonino lo spettacolo pirotecnico. L’artificio ...

Grosso palo di cemento cade a pezzi, l'allarme dei residenti delle marine
La Redazione - dom 16 giugno

Sono impressionanti le foto pubblicate da alcuni residenti di via delle Primula e San Pietro in Bevagna che mostrano un grosso palo in cemento della rete elettrica che sta andando a pezzi. Il cemento armato fortemente ammalorato ...