Domenica, 27 Novembre 2022

Cronaca

Ancora marine abbandonate

Decoro urbano tra la sporcizia e l’incuria a San Pietro in Bevagna, la denuncia sui social

La condizione delle marine La condizione delle marine

«Sono passati quasi due mesi dal "decoro urbano" ma i rami che hanno tagliato per mettere le coperture alla fermata dell'autobus sono ancora lì e le panchine rotte e pericolanti anche». È la denuncia che un cittadino ha pubblicato sul gruppo Facebook “Io amo San Pietro in Bevagna».

In effetti lo spettacolo che offrono le immagini riprese dal video pubblicato dall’utente social, non permette differenti interpretazioni se non quelle di un evidente degrado e abbandono.

Poco più di un mese fa il sindaco Gregorio Pecoraro e qualche suo politico di maggioranza pubblicavano le foto delle nuove pensiline e cestini raccogli rifiuti e cestini, frutto di un progetto di urbanizzazione finanziato dall’amministrazione che li ha preceduti. A loro è toccato ricevere i nuovi arredi e montarli. Con il risultato che è sotto gli occhi di tutti. Eppure le marine di Manduria sono ancora frequentate addirittura da bagnanti che sino a qualche giorno fa hanno approfittando della clemenza del tempo per farsi dei bagni fuori stagione. Esperienze da raccontare, mentre è da dimenticare il degrado e a sporcizia della piazza principale di San Pietro in Bevagna. «È un intervento di riqualificazione che il territorio attendeva da anni e che abbraccerà molteplici aspetti su cui la città è carente», scriveva il sindaco il 13 ottobre scorso pubblicando su Facebook le foto delle nuove panchine e arredi nelle marine


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

8 commenti

  • Gregorio
    dom 20 novembre 08:48 rispondi a Gregorio

    Parlando di decoro urbano, il Sindaco perché non emette un’ordinanza più rigida nei confronti di chi “ESPONE” la spazzatura h24? Dove hanno tutti i bidoncici sul loro marciapiede? …e i vigili 🚓 che fanno? Dove sono? Girunu a capocch…(bbiipppp)

  • Vacanziere
    ven 18 novembre 17:15 rispondi a Vacanziere

    Gente che non ha neppure più vergogna di presentarsia San Pietro e soprattutto lunga la marina dove a pochi metri di specchiarica dovrebbero essere fieri di avere un insediamento WWF invidiato da tutti e dove c'è sulla spiaggia un dirocco che nessuno è riuscito ad abbatterlo .speriamo se lo rodono i topi

  • Antonio urbano
    ven 18 novembre 17:04 rispondi a Antonio urbano

    Dai governanti di sinistra cosa vogliamo pretendere? Devono solo andare a casa.....

  • Gino Fanelli
    ven 18 novembre 16:38 rispondi a Gino Fanelli

    Sicuramente la politica non ama questo posto ma, va detto, i locali ci mettono il carico. Sono gli abitanti del posto, per primi, che non si impegnano a rispettare le regole del vivere da persone civili. Prima o poi, stante i comportamenti irrispettosi e menefreghisti, il turismo abbandonerà questi luoghi e l'economia locale ne subirà i contraccolpi

  • Telefono a manovella
    ven 18 novembre 14:00 rispondi a Telefono a manovella

    Direttó !! Come mai sul tuo sito “LA VOCE DI MANDURIA “ qualsiasi smartphone s’ INPALLA !!

  • Lorenzo
    ven 18 novembre 07:43 rispondi a Lorenzo

    Tra meno di un mese seconda rata Imu 2022 a costi simili della Costiera Amalfitana per avere in cambio? Il nulla, l'abbandono, ma soprattutto la mancanza di rispetto nei confronti della gente onesta che paga. A parole i politici costruiscono i palazzi, con i fatti neanche un mattone. Buffoni! Opinioni

    • infedele
      ven 18 novembre 15:04 rispondi a infedele

      a costruire i palazzi, anche abusivi, ci pensano i cittadini onesti senza bisogno di niente.

      • Lorenzo
        ven 18 novembre 17:09 rispondi a Lorenzo

        Si sbaglia i palazzi abusivi non si possono costruire se le autorità non fanno finta di nulla. Non siamo in Bangladesh, oppure si? Ci ricordiamo che ci sono le autorità solo quando ci rubano in casa. Poi se un vicino alza due piani sotto i nostri occhi? Stiamo muti e facciamo finta di nulla. Nel caso di Manduria, sono passati 40 anni ed ancora niente Piano Regolatore, questo la dice lunga sulla mentalità. 😜 E intanto demoliscono l'ex Munich Club e anziché ricostruire la spiaggia come una volta..... Ah mettono le Palme, tipo quelle che venendo da Sava e girando verso Uggiano ombreggiano..... OPINIONI

Tutte le news Tutte le news
La Redazione - oggi, dom 27 novembre

Il video della vergogna. Quando a perdere è solo lo sport, il calcio.  Quanto accaduto ieri, a San Pancrazio Salentino, ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, dom 27 novembre

La straordinaria somiglianza con Malèna, il personaggio filmico interpretato da Monica Bellucci, ...

Tutte le news Tutte le news
La Redazione - oggi, dom 27 novembre

Il 25 Novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne e anche l’istituto L. Einaudi ...

Tutte le news
La Redazione - sab 26 novembre

Prosegue l’attività di contrasto e controllo disposta dal Questore di Taranto Massimo Gambino nell’area nord – orientale della provincia jonica. ...

Tutte le news
La Redazione - sab 26 novembre

Il consigliere comunale del gruppo Gea, Agostino Capogrosso, ha segnalato ai vigili urbani di Manduria la presenza ...

Strade riasfaltate, lavori a regola d’arte? La denuncia del consigliere Duggento
La Redazione - gio 17 novembre

Chi controlla sulla regolarità dei lavori pubblici a Manduria. Sembra chiederselo il consigliere comunale di minoranza, Dario Duggento che prende come spunto un’opera appena terminata: il nuovo tappeto d’asfalto ...

Sexting, le chat pericolose dei ragazzini e l’allarme di una mamma: “genitori, non sottovalutate i rischi”
La Redazione - gio 17 novembre

Fotografie hot e linguaggi a sfondo sessuale trovati in una chat di scuola tra alcuni minorenni manduriani. A scoprire i contenuti osé è stata la mamma di una delle alunne, tutte di ...

Indagati speciali, commissari straordinari e comandante dei vigili
La Redazione - ven 18 novembre

I tre commissari straordinari che hanno amministrato il comune di Manduria dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiosa, la commissaria prefettizia che li aveva preceduti per pochi mesi, un ingegnere comunale e l’allora comandante ...