Sabato, 13 Agosto 2022

Gli articoli

Riflessioni

Censura: i numeri che danno fastidio ai pirati della democrazia e alla loro ciurma

LA VOCE a Nazareno Dinoi LA VOCE a Nazareno Dinoi

Dieci minuti di seduta consigliare (quella di ieri mattina). Quasi tutti i consiglieri di opposizione assenti per lavoro, presenti tutti quelli della maggioranza. Un minuto scarso di insicura relazione dell’assessore al Commercio, poi il voto: delibera approvata. Ovviamente. Nessun dibattito, nessuna persona tra il pubblico e solo 37 collegati sul canale Youtube del comune che trasmetteva la diretta. 

Questa è la trasparenza e così dev’essere l’informazione per l’amministrazione Pecoraro che vieta la diffusione più ampia dei consigli comunali prendendo come pretesto il fuori onda del presidente Gregorio Dinoi in cui denigrava la minoranza: «Sammarco è l’unico che si guarda le carte, nessuno si legge niente, fanno tutti riferimento a lui…».

Dinoi e Pecoraro non aspettavano altro che un pretesto come questo per spegnere un canale che rendeva più trasparente l’azione politica della loro amministrazione. Loro sostengono che non sia così, perché, dicono, esiste un altro canale istituzionale dove chiunque può seguire i lavori consigliari, quello del canale Youtube del Comune. È vero, ma chi lo guarda? Vediamoli, allora, questi numeri e mettiamoli a confronto. Abbiamo preso il totale delle visualizzazioni degli ultimi quattro consigli comunali diffusi in diretta sui nostri canali - prima che intervenisse la la censura - e li abbiamo confrontati con quelli del Comune.

Eccoli: su La Voce di Manduria gli spettatori sono stati 18.326 (tra Facebook e Youtube); sul Youtube del Comune sono stati solo 1.471. Dieci volte meno. Con l’aggiunta che lo streaming del Comune, affidato ad un’impresa esterna, costa circa 2.500 euro l’anno, il nostro è del tutto gratis. Serve altro? 

Nazareno Dinoi


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

6 commenti

  • J B
    dom 3 luglio 11:20 rispondi a J B

    Oh, quanto tutto questo ricorda gli anni Novanta, quello che succedeva dietro porte più chiuse di ora. Se alcune persone - persone che laboravano sul serio per porre fine a queste porcherie - non fossero state colte da sventura, staremmo guardando a una storia molto diversa. Ma il passato ritorna, e prima o poi emerge.

  • matteo smeraldi
    gio 30 giugno 21:23 rispondi a matteo smeraldi

    ma quelli dell'opposizione.. quando si oppongono?

  • Luigi Daggiano
    gio 30 giugno 13:53 rispondi a Luigi Daggiano

    Questa è la vera dittatura impedire alla gente di essere informata. IL vero fascismo lo siete voi anche se dite che fate parte della sinistra democratica, ma quale democrazia questa è solo dittatura. Consiglieri di maggioranza o meglio dire consiglieri alza mano qualcuno di voi è di sinistra? Non lo credo. VERGOGNATEVI

  • giovanni cazzato
    gio 30 giugno 12:22 rispondi a giovanni cazzato

    Giusto pubblicare tutto, anche i nomi di chi viene arrestato o la targa di chi parcheggia sulle dune o i nomi dei locali chiusi per un intervento dell'autorità giudiziaria. Comunque se qualcuno vuole informarsi trova tutte le strade disponibili. La democrazia è fatta di scelte e di partecipazione. Ma lei, direttore, non può usare il linguaggio degli scatenati dei social. Questo titolo è "piratesco"

  • Giuseppe Laterza
    gio 30 giugno 10:23 rispondi a Giuseppe Laterza

    La Città di Manduria non fa Parte dello Stato ITALIANO, ma uno stato a se. La P.A. Decide in Autonomia e fa Ordinanze che il Cittadino Conosce solo all'ultimo momento quando vengono applicate. Crea Leggi Proprie, sempre a Discapito del "CITTADINO" Fregandosene delle Leggi e Regole Nazionali e Costituzionali ITALIANE! SVEGLIAAA!!!!!

  • Lorenzo
    gio 30 giugno 08:24 rispondi a Lorenzo

    Contro l' ignoranza, l' invidia e la sete di potere la democrazia e un virus che va' eliminato 😎 opinioni

La prevedibile disdetta improvvisa
L'appunto del direttore - mar 4 gennaio

Informiamo i clienti e i lavoratori della Cantolio, che da domani non troveranno più in cantina le copie della Voce di Manduria perché il Consiglio d’amministrazione della cooperativa ha disdetto anticipatamente l’abbonamento. ...

Una scuola ferma le lezioni e loro......
L'appunto del direttore - gio 27 gennaio

L'intero plesso scolastico del Prudenzano, il più popoloso di Manduria, sospende le lezioni in presenza e mette in crisi 850 famiglie che devono organizzarsi per la Dad. In tutto ciò: ...

Non è questione di numeri
L'appunto del direttore - mer 16 febbraio

Se qualcuno si meraviglierà di tanto interesse da parte del sindaco di puntualizzare il numero degli abitanti manduriani, sino a scomodare il suo personale e indaffaratissimo “Ufficio di staff”, la risposta la può trovare nella determina numero 60 del ...