LA VOCE a Maria Antonietta Filograno (Sui genitori di una volta)

Quelli che non davano ai figli ciò che volevano, ma solo ciò di cui avevano bisogno...

La redazione Pensieri su Facebook
Manduria - lunedì 12 ottobre 2020
Maria Antonietta Filograno
Maria Antonietta Filograno © Facebook

Rimpiango i genitori di una volta, quelli che un "sì" era un "sì" e un "no" era un "no", quelli che ti insegnavano che non si può avere tutto e si può stare bene lo stesso. Quelli che ti spiegavano che un signore si vede dal comportamento e non da ciò che possiede.

Quelli che non davano ai figli ciò che volevano, ma solo ciò di cui avevano bisogno o ciò che sapevano meritarsi. Quelli che non li viziavano, ma li preparavano alla vita. Allora, da figlio, la chiamavo severità. Oggi so che era Educazione.

Maria Antonietta Filograno

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Domenico ha scritto il 16 ottobre 2020 alle 17:49 :

    Mi sembra una vera finzione il discorso fatto dalla signora Filograno. Spiego perchè: una volta, quando? dopo la guerra? A quell'epoca erano pochi quelli che potevano viziare i figli data la povertà diffusa. Quei pochi che avevano la possibilità si comportavano come i genitori moderni. E' giusto dare ai figli ciò di cui hanno bisogno e non tutto quello che chiedono. Ma anche in questo caso devi avere le condizioni per farlo. All'epoca era la vita che ti preparava alla vita, i genitori davano la dritta per affrontare le difficoltà che sarebbero arrivate e facevano di necessità virtù.Non potendo non volendo. Rispondi a Domenico

  • Enzo ha scritto il 13 ottobre 2020 alle 05:04 :

    Brava Signora ! Hai pienamente ragione, oggi (purtroppo) si guarda sull’apparenza tipo: automobili, abbigliamento e telefonini , mentre per quanto riguarda, educazione e soprattutto rispetto, .. MAI !!! Rispondi a Enzo

  • Stefano T ha scritto il 12 ottobre 2020 alle 07:36 :

    Sacrosante PAROLE Rispondi a Stefano T

Altri articoli
Gli articoli più letti