LA VOCE a Giuseppe Nuzzo

Circa dieci anni fa un giornalista definì la situazione politica Manduriana come una sindrome Messapica

La redazione Pensieri su Facebook
Manduria - venerdì 14 febbraio 2020
Giuseppe Nuzzo
Giuseppe Nuzzo © Facebook

Circa dieci anni fa un giornalista definì la situazione politica Manduriana come una sindrome Messapica. La speranza era che il candidato sindaco, noto psichiatra, avrebbe tenuto tranquilla la compagine politica che da lì a poco sarebbe stata eletta.

Il tempo diede torto al giornalista alla luce di tutto quello a cui noi siamo stati obbligati ad assistere.

Personalmente faccio mia una valutazione: si dovrebbe eleggere un bravo esorcista di lunga esperienza. Non è pensabile che quattro amministrazioni elette democraticamente siano state divorate dal fuoco amico!

La stranezza che più dovrebbe far pensare ogni singolo elettore è la seguente: come mai i sindaci sono stati i soli a pagare? Mentre oggi gli artefici delle tante stagioni politiche, dopo tutto, trovano ancora il coraggio di presentarsi come se fossero immacolati? La cosa più grave è che dicono di stare insieme per cambiare la nostra città.

Giuseppe Nuzzo

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti