Bollettino meteo per la Puglia

Gelo in arrivo, l'allarme dell'Acquedotto pugliese: rischio di blocco dei contatori

Le raccomandazioni per evitare i danni ai contatori del sistema idrico domestico e industriale.

Attualità
Manduria mercoledì 02 gennaio 2019
di La Redazione
Ghiaccio
Ghiaccio © Google

Il dipartimento della protezione civile ha emesso per la Puglia l’allerta meteo di codice “giallo” con previsione di nevicate anche in pianura. Nelle prossime ore si prevedono “venti da forti a burrasca settentrionali; mareggiate lungo le coste esposte. Nevicate sulla Puglia centro-settentrionale fino a quote di 400-600 metri, in estensione fino al livello del mare nella successiva nottata, con apporti al suolo moderati”.

Anche l’Acquedotto pugliese ha diffuso un “allerta gelo” con delle raccomandazioni per evitare i danni ai contatori del sistema idrico domestico e industriale.

La nota di Aqp

In vista dell’ondata di maltempo che investirà la regione nelle prossime 36 ore, con possibilità di nevicate non solo alle quote più elevate ma anche a livello del mare, così come reso noto dalla Protezione Civile, Acquedotto Pugliese rinnova l’invito a rispettare alcune fondamentali raccomandazioni per la protezione dei contatori, esposti al rischio di danni per il gelo causato da temperature al di sotto dello zero.

I contatori a più alto rischio di rottura per il gelo sono quelli all’esterno dei fabbricati, in locali esposti alla temperatura esterna o in case utilizzate raramente.

5 consigli utili per proteggere dal gelo i contatori

1)Coibentare la porta delle nicchie.

In presenza di contatori ubicati in nicchie esterne ai fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, assicurarsi che la porta del vano contatore sia sempre ben chiusa e priva di aperture per la ventilazione. La porta della nicchia va rivestita internamente di materiale isolante/protettivo, come ad esempio polistirolo o poliuretano espanso, facilmente reperibili presso rivenditori di materiale edile. Per isolare in modo efficace, lo spessore dei pannelli deve essere di almeno 2,5 cm.

2)Coibentare il vano contatore.

In presenza di contatori ubicati all’esterno dei fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, è consigliabile coibentare le pareti del vano contatore con lo stesso materiale utilizzato per le porte delle nicchie (polistirolo o poliuretano espanso).

3)Coibentare il contatore.

In presenza di contatori esposti a temperature esterne, è consigliabile coibentare anche i contatori e le tubazioni di raccordo, utilizzando gli stessi materiali isolanti: polistirolo, poliuretano espanso o materiali simili. Si raccomanda di non utilizzare lana di vetro o stracci per avvolgere il contatore o le tubazioni di raccordo, poiché questi materiali, assorbendo umidità, possono addirittura peggiorare il rischio di rottura per il gelo.

4)Rendere accessibile il quadrante.

La protezione adottata deve in ogni caso lasciare scoperto il quadrante delle cifre, per consentire la lettura del contatore agli incaricati di AQP.

5)Chiudere il rubinetto a valle del contatore nelle case disabitate.

In presenza di contatori ubicati all’esterno di fabbricati o case non abitate nei mesi invernali, è consigliabile chiudere il rubinetto a valle del contatore AQP e provvedere allo svuotamento dell’impianto interno (non di competenza di AQP).

AQP ricorda che i clienti sono responsabili della corretta custodia del contatore e, in caso di rotture o danni, sono invitati a darne immediata comunicazione alla Società telefonando al numero verde del pronto intervento 800.735.735, attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • sergio di sipio ha scritto il 03 gennaio 2019 alle 08:58 :

    Basta avere una casa nel posto adatto che il problema dell'acqua ghiacciata scompare. Ad esempio a Torre Colimena marina di Manduria questo problema è stato superato all'origine: non mettendo acqua potabile: Gesto semplice che la politica ha risolto sul nascere. Che governanti preveggenti dei veri Messapi. Rispondi a sergio di sipio