Martedì, 4 Ottobre 2022

Di calice in calice

IGT Terre Siciliane Spumante Brut Catarratto

IGT Terre Siciliane Spumante Brut Catarratto IGT Terre Siciliane Spumante Brut Catarratto | © n.c.

Ci troviamo a Partinico piccola cittadina siciliana a pochi chilometri dal mare, quel mare che ci mette del suo per conferire alle uve che sorgono nei dintorni del paese un tocco siculo inconfondibile. E proprio in agro di Partinico nasce la storia della cantina Coppola oggi alla terza generazione di vignaioli, mossi da ambizione e creatività. Ilenia e Francesco, cugini e proprietari sono la mente di Coppola 1971. Hanno voluto indirizzare la produzione trasformando le proprie uve in spumanti colorati ed eleganti creando un’interessante linea di bollicine siciliane.
In degustazione quest’oggi abbiamo IGT Terre Siciliane Spumante Brut Catarratto 12% vol. 100% Catarratto. Vinificato in riduzione per preservare i profumi tipici, affina 30 giorni sui lieviti in autoclave.
Il Catarratto è uno dei vitigni più antichi della Sicilia dotato di personalità e di carattere, questo vitigno così importante è presente in 35.000 ettari di vigneti su un totale di circa 95.000 ettari totali della coltivazione regionale. La sua vocazione per natura e quella di dar vita ad ottimi bianchi siculi.

Appena versato nel calice il paglierino cristallino si fa notare, il perlage è abbastanza fine quindi bollicine di media grandezza, abbastanza consistenti ossia un discreto numero di catenelle che salgono verso ?altro persistenti nel tempo.
?analisi olfattiva individua una forza aromatica di tutto riguardo, individuando famiglie aromatiche che vanno dai frutti bianchi, fiori di campo e delle note minerali.
?esame gustativo di oggi ci aiuta a capire chi ci troviamo di fronte ad un vino secco abbastanza caldo ed abbastanza morbido. Quello che colpisce maggiormente è la piacevole freschezza assieme ad una buona sapidità. È un vino che ha un buon corpo con gli equilibri più spostati verso le durezze (freschezza e sapidità), ?intensita e la persistenza dopo la deglutizione e di tutto riguardo lasciando in bocca gli aromi tipici di questo vitigno.

Ed ora veniamo alla parte più stuzzicante della nostra degustazione ?abbinamento con il cibo. Di scena oggi spaghettoni quadrati con salmone affumicato e pesto di zucchine con grana 20 mesi, il tutto aromatizzato con basilico fresco ed olio evo.

?abbinamento si è dimostrato armonico in quanto la sapidità e la freschezza dello spumante ben contrasta ?untuositá del salmone e del grana che conferiscono al piatto una deliziosa nota sapida rendendolo gustoso. Il vino grazie alla sua freschezza pulisce la bocca lasciando comunque una buona persistenza aromatica di tutti i sapori ma allo stesso tempo la prepara al prossimo boccone.

Ilenia e Francesco Coppola hanno saputo dare una personalità ai propri vini senza però perdere la tradizione e la tipicità che è alla base di tutto.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA
Dodecapolis Salento IGP Primitivo Rosso 2016
Marco Massaro - dom 4 febbraio 2018

Bello ritornare a casa dopo aver girato, anche se virtualmente, in lungo ed in largo per la bella Italia vinicola. Bello ritornare specialmente quando è una giovane azienda, fatta di giovani ma con alle spalle tradizione ed esperienza che ti permette di fare ...

Salice Salentino “BARONE” DOP
Marco Massaro - sab 10 febbraio 2018

Oggi parliamo di “BARONE” Salice Salentino Dop di “Masseria Barone Melodia“, prodotto in Puglia è un blend di 80% Negroamaro – 10% Malvasia di Lecce – 10% Malvasia Nera. Dalle informazioni rilasciate dall’azienda i vigneti, allevati ad alberello hanno circa 30 – 40 anni ...

Dry Age Vs Passo Lungo 2015 Primitivo Tardivo
Marco Massaro - mar 20 febbraio 2018

A differenza delle altre degustazioni questa che sto per illustrarvi è partita dall abbinare il piatto ad un vino. Oggi è di scena la Dry Age bistecca ottenuta dal lombo di Scottona garronese 12 mesi allevata e macellata in Italia. Frollata a secco per eliminare ...