Martedì, 4 Ottobre 2022

Cose di casa nostra - Un occhio sul Palazzo

Da noi accade anche questo

Da noi accade anche questo Da noi accade anche questo | © n.c.

Basta essere proprietario di un’area priva di norme tecniche di attuazione e sul lotto di terreno del fortunato proprietario si potrà realizzare qualunque tipo di insediamento.

Lo si legge nella delibera n.46/2018 della Commissione Straordinaria in cui i nostri attuali amministratori, con i poteri della Giunta, hanno autorizzato la costruzione di una palestra, di un negozio e un bar in favore di una società sportiva.

Mentre gli sfortunati proprietari di terreni che avevano una loro disciplina nel Prg, con vincoli poi decaduti, sono stati costretti a rivolgersi al Tar perché nominasse un commissario ad acta che provvedesse a dare una nuova destinazione all’area – spesso col risultato di vedersi confermata quella decaduta – le aree bianche o prive di norme attuative sin dall’origine (così si dice) non hanno bisogno di percorrere l’intricato percorso della variante al Prg, con coinvolgimento del Consiglio Comunale e della Regione, ma possono direttamente accordarsi col Comune il quale, sulla base di un interesse pubblico neppure evidenziato nella delibera pubblicata all’Albo Pretorio né sulla indisponibile convenzione, concederà o meno – a discrezione – il permesso di costruire.

C’è qualcosa che non quadra. Se le norme di attuazione vengono approvate col Prg dal Consiglio perché quando esse mancano dovrebbe provvedere la Giunta?

Quale sarà per la comunità manduriana il vantaggio derivante dalla edificazione di così consistenti volumi?

Non c’è che dire, il Dirigente dell’Area tecnica ha dato avvio ad una prassi urbanistica innovativa che, si spera, non prenda piede in città, per evitare una dissennata attività edificatoria che si traduce, di fatto, in una discriminazione rispetto ai tanti altri cittadini, privi magari di sponsor politici come pare sia accaduto nel caso di specie.

Ma queste cose, ovviamente, la Commissione Straordinaria venuta a risanare Manduria dalla mafia non è detto che le conosca. E il Dirigente?

Mario Rossi


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA
Si può essere dirigenti senza concorso? Da noi sì
Mario Rossi - ven 20 luglio 2018

Nel Comune di Manduria qualcuno vive una crisi di identità? La domanda sorge spontanea perché leggiamo sui giornali delle perplessità che il Collegio dei revisori ha espresso sulla proposta di delibera di modifica del piano di fabbisogno del personale, ...

?Estate sicura e più ricca per i vigili. Ma la delibera ignora il parere del Ministero
Mario Rossi - mar 24 luglio 2018

Anche quest’anno la Polizia Locale rafforzerà gli ordinari servizi di istituto oltre il normale orario di lavoro fino alla festività del Santo Patrono, a fronte di un compenso di 25. 000 euro. ...

Divise: gara travagliata ma molto fortunata
Mario Rossi - mer 1 agosto 2018

Travagliata ma, per fortuna, andata a buon fine. Questa la riflessione che suggerisce l’articolo della Voce sulla gara per la fornitura delle divise estive ai Vigili Urbani. ...