Giovedì, 23 Maggio 2024

Giudiziaria

L’accusa è di tentato omicidio con il metodo mafioso

Attentato nel centro storico, l’imputato sceglie il rito abbreviato

L’attentato L’attentato

Il manduriano Wiliam Modeo, indagato dalla Procura antimafia di Lecce per tentato omicidio aggravato dal metodo mafioso, ha chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato. Il 27enne è accusato di essere stato l’autore dell’aggressione armata, avvenuta il 21 dicembre scorso nel centro storico di Manduria, durante la quale avrebbe esploso due colpi di pistola contro il titolare di un locale fortunatamente non centrando il bersaglio.  

Modeo che ha precedenti di polizia, si trova ancora in regime di custodia cautelare ed è rinchiuso nel carcere di Taranto dal giorno della sua costituzione avvenuta una decina di giorni dopo l’attentato. 

Con i suoi avvocati difensori, Davide Parlatano e Giuseppe Brunetti, l’imputato ha scelto il rito alternativo che gli evita il dibattimento e un terzo di sconto di pena prevista in caso di condanna. Oltre al tentato omicidio con il metodo mafioso, Modeo deve rispondere di detenzione illegale di arma comune da sparo, detenzione illecita di munizionamento ed esplosioni in luogo pubblico. La prossima udienza davanti al gup Zizzari del Tribunale di Lecce è stata fissata per il primo luglio.

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

2 commenti

  • Willy G
    gio 16 maggio 08:08 rispondi a Willy G

    Buttate le chiavi...

    • Di noi marco
      gio 16 maggio 12:31 rispondi a Di noi marco

      Si così oltre il danno, la beffa visto non fanno nulla tutto il giorno in carcere. ignoranza popolare. La detenzione dovrebbe essere, il lavoro per risarcire il danneggiato .

Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

Nel 2011 il comune di Manduria aveva ottenuto un finanziamento di 500mila euro per il palazzetto dello sport. Provvidenze che ha poi perso ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

L'appello del newyorkese Don Thornot che ha scritto al nostro giornale in cerca di notizie sul suo antenato Ferdinando De Grassi ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

L’Ufficio servizi legali del comune di Manduria ha emesso un’ordinanza di sgombero nei confronti dell’unico ambulante ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

Si è riunito ieri alla presenza del coordinatore provinciale, onorevole Vito De Palma e del vice coordinatore, il consigliere ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

Il plesso Lombardo Radice di Uggiano Montefusco, appartenente all’Istituto Comprensivo Michele Greco diretto dal Dirigente Prof. Pietro ...

“Acquista da me o ti mando la Finanza”, imprenditore assolto
La Redazione - mer 14 febbraio

E’ finita con un’assoluzione piena il processo a carico di un imprenditore savese del settore energia finito sotto inchiesta dalla Procura della Repubblica di Taranto per i reati di tentata estorsione e porto abusivo di arma da ...

Lettere e chat di fuoco alla sua ex che lo denuncia: imprenditore assolto dopo 5 anni di processo
La Redazione - sab 17 febbraio

Una relazione extraconiugale finita male tra due persone adulte. Conclusa peggio in tribunale dove l’uomo, un imprenditore di Avetrana oggi settantunenne, è stato trascinato dalla sua ex, separata ...

Sorvegliato speciale manduriano non si era fatto trovare in casa, assolto perché il fatto non sussiste
La Redazione - dom 25 febbraio

Sottoposto a regime di sorveglianza speciale, un manduriano di 40 anni, B. C. , non aveva risposto al citofono agli agenti di polizia che di notte erano passati per un controllo azionando inutilmente ...