Vittoria per gli Azzurri per 0-2

Il Primitivo di Manduria scende in campo durante il match Bulgaria-Italia

Con grande stupore da parte dei tifosi manduriani che erano sintonizzati su Rai 1 per fare il tifo per la Nazionale

Calcio
Manduria lunedì 29 marzo 2021
di La Redazione
Il banner apparso durante la partita
Il banner apparso durante la partita © Rai

È il primitivo di Manduria il grande protagonista della partita disputata ieri sera dagli Azzurri contro la Bulgaria, valevole per la qualificazione ai Mondiali di calcio.

Con grande stupore da parte dei tifosi manduriani che erano sintonizzati su Rai 1 per fare il tifo per la Nazionale, durante la partita è infatti comparsa la scritta “Primitivo di Manduria” sugli spazi riservati alla pubblicità dello stadio Vasil Levski di Sofia. Questo ha inevitabilmente generato un grande numero di post e immagini condivise sui social, che hanno commentato in maniera stupita l’evento.

La grande trovata pubblicitaria è stata merito del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria, che ha così permesso di far conoscere uno dei simboli della nostra città non solo ai milioni di telespettatori che hanno seguito il match trasmesso in mondovisione, ma anche agli organizzatori del campionato mondiale di calcio che si svolgerà a Qatar nel 2022.

La partita è poi finita 2-0 per gli Azzurri allenati da Roberto Mancini, con le reti di Locatelli e Belotti.

Di seguito il contenuto del post pubblicato sulla pagina Facebook del Consorzio.

📺 Un pubblico internazionale per il Primitivo di Manduria. ⚽️

🇮🇹 Una scelta fatta dal Consorzio per poter dare visibilità ad un’eccellenza della nostra Italia durante il match, trasmesso in mondovisione, di qualificazione della

Nazionale Italiana di Calcio

ai prossimi mondiali Qatar 2022. 🌍

Forza Azzurri! 😉🍷

#PrimitivodiManduriaDOP #Winelovers

Antonio Dinoi

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 29 marzo 2021 alle 08:14 :

    Per poi scoprire che i giovani non si interessano alla campagna e nemmeno alle vendemmie, poiché costretti a lavorare in nero alla mercé di affaristi terroni e mandriani...🧟 (Parlo per esperienza personale ultra decennale, casomai qlk ipocrita si offende) Rispondi a Marco

    Valerio C ha scritto il 29 marzo 2021 alle 10:57 :

    Hai perfettamente ragione, chissà...magari in futuro qualcosa potrà cambiare. Rispondi a Valerio C