Non trova concorrenti alla sua altezza

​Il Covid non abbatte la “Tigre”: Pino Buccolieri si prepara per un evento televisivo nazionale

l culturista Buccolieri, vero fenomeno di longevità sportiva, ha già conquistato il titolo nazionale ed europeo della sua categoria over 70

Altri Sport
Manduria venerdì 09 ottobre 2020
di La Redazione
Pino Buccolieri
Pino Buccolieri © La Voce di Manduria

La pandemia che ha frenato le attività sportive in tutto il mondo, non ferma il campione europeo di culturismo under 70, il manduriano Pino Buccolieri che è in procinto di raggiungere un nuovo traguardo. Questa volta la sfida del body builder della veneranda età di 76 anni, non riguarderà il confronto sul palco con altri atleti (ce ne sono pochissimi nel mondo della sua categoria), ma i riflettori di uno studio televisivo di una importante trasmissione nazionale. La «tigre» manduriana, così come è stato battezzato Buccolieri nell’ambiente bodybuilding, non intende per ora svelare il nome e la data del suo esordio come ospite di uno studio tivù. «Mancano ancora delle piccole cose da sistemare prima di poter annunciare l’importantissimo evento che ancora una volta, grazie al sottoscritto, porterà lontano il nome della nostra Manduria», dichiara la tigre senza aggiungere altro.

l culturista Buccolieri, vero fenomeno di longevità sportiva, ha già conquistato il titolo nazionale ed europeo della sua categoria over 70. Il coronavirus ha bloccato la sua corsa per tentare il titolo di “Mister Universo”. Alle competizioni a cui ha partecipato non ci sono atleti validi della sua categoria. Nell’ultima gara in Germania, infatti, l’atleta manduriano è risultato avere più anni tra tutti gli iscritti per cui, forzando il regolamento, è stato costretto a gareggiare con culturisti della categoria inferiore, tutti molto più giovani di lui (65 anni quello più grande). Nonostante tutto l’inossidabile «tigre» è riuscito a sbarazzarsi di tutti malgrado i dieci anni in più rispetto ai suoi competitor.

Lascia il tuo commento
commenti