LA VOCE a Tiziana Stranieri, venditrice di frutta arrabbiata

Ho un negozio di frutta e verdura nei pressi di Bassa Marea a San Pietro. Questa mattina un signore molto distinto...

La redazione Pensieri su Facebook
Manduria - mercoledì 29 luglio 2020
Rabbia (foto d'archivio)
Rabbia (foto d'archivio) © La Voce di Manduria

Ho un negozio di frutta e verdura nei pressi di Bassa Marea a San Pietro. Questa mattina un signore molto distinto si è avvicinato con il figlio e ha comprato un' anguria. Dopo averlo fatto mi ha chiesto se potevo gentilmente, prestargli il mio coltello. Un coltello particolare del valore di 30 euro. Mi ha assicurato che sarebbe tornato 10 minuti dopo. Giusto il tempo di tagliare l'anguria e me lo avrebbe riportato. Io, da ingenua, mi sono fatta convincere e gliel'ho dato.

In conclusione, questo signore non mi ha più riportato indietro il mio coltello. Sono tanto arrabbiata. In primis con me stessa che come una stupida mi sono fatta convincere, secondo con questo tizio all' apparenza "civile" ma alla fine dei fatti maleducato e ladro. Oltre ad essere arrabbiata, sono anche un po' preoccupata. E se quel coltello lo avesse lasciato in giro, solo perchè non gli andava di tornare in dietro a portarmelo, e qualcuno si fa male? Signore distinto, mi rivolgo a te.... in un modo o nell'altro, vergognati!

Tiziana Stranieri

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giuseppe Buccolieri ha scritto il 29 luglio 2020 alle 15:30 :

    Signora scusi ma un coltello è un'arma e non si da a nessuno. Lei è stata un po' ingenua. Rispondi a Giuseppe Buccolieri

Altri articoli
Gli articoli più letti