L'amore (che non ho) è anche quello amicale

Quasi sempre faccio riferimento all'amicizia, credo che anche aver la voglia di vedere un amico sia anch'essa una forma di grande affetto...

Claudio Rimoli Mentre tutto scorre
Manduria - venerdì 14 febbraio 2020
Claudio Rimoli
Claudio Rimoli © La Voce di Manduria

Oggi è il 14 febbraio, giorno di San Valentino, la cosiddetta festa degli innamorati. Bene, buon per loro, finchè dura. Questa mattina ho pubblicato un post ironico sul mio Facebook a riguardo (come sono solito fare, anche per sdrammatizzare un pochino il tutto), mettendo il simbolo delle corna. Apriti cielo.

Per chi non lo sapesse, esiste anche l'ironia nella vita, eh. Che fondamentalmente, è quell'incentivo in più che ci fa andare avanti e ci rende meno rigidi. Al giorno d'oggi, si sa che spesso l'amore viene esposto ai quattro venti in maniera esagerata, io su questo ironizzo. Punto.

Poi... esistono tante declinazioni di amore. Non c'è solo quello sentimentale. Non fingete di non saperlo. C'è l'amore tra figli e genitori, c'è l'amore tra amici e tanti altri tipi di sentimenti sinceri (o almeno, così dovrebbe essere). Non sono invidioso. Se per gli altri festeggiare l'amore una volta l'anno in questa giornata, significa essere felici, son contento per loro ci mancherebbe altro. Io, resto perplesso su questo.

Perchè per me l'amore si dovrebbe dimostrare quotidianamente, in qualsiasi gesto, in qualsiasi parola, in qualsiasi momento della giornata e della vita intera. Il resto, è contorno. E non necessariamente, deve essere pubblicizzato per forza.

Ad esempio, io che quasi sempre faccio riferimento all'amicizia, credo che anche aver la voglia di vedere un amico sia anch'essa una forma di grande affetto. Anche se ultimamente non capita mai, ma questa è un'altra storia. Personalmente, per me sarebbe più importante coltivare un affetto amicale, anziché dichiarare amore eterno a qualcuno. Questo è il vero romanticismo.

Che tipo strano che sono, eh? Credo ancora nei buoni sentimenti, chi me lo fa fare. Ogni tanto ci penso. Comunque sia, il mio cuore è aperto. C'è spazio per tutti quindi, non abbiate paura, venite ad abbracciarmi. Non mordo e soprattutto non ho il coronavirus, state tranquilli. Anche se, ormai sono in quarantena da un bel po'. Anche questa, è una battuta. Non saltate sulla sedia, mi raccomando. Potessi saltare io, significherebbe finalmente qualcosa. Viva l'amore, quello vero, se esiste ancora!

Claudio Rimoli

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti