​Volevi la neve

Mimmo Olivieri

La redazione Il miniracconto
Manduria - giovedì 11 luglio 2019
Mimmo Olivieri
Mimmo Olivieri © La Voce

Era natale dell’ottantasei. Eri ai tuoi ultimi giorni prima che un figlio ti scaldasse l’anima, ma tu volevi la neve perché c’era quando nacque Gesù, e la volevi anche per tuo figlio. La neve venne a marzo e tu, col naso in su, guardavi i fiocchi caderti sulla faccia, posarsi sui capelli, ma stavi attenta perché non arrivasse nemmeno per sbaglio al tuo bambino. Facemmo le pettole in quei giorni, perché a natale non ne avevi avute e nemmeno le volevi; senza la neve non ti pareva natale. A quei tempi facevo il manovale ed al lavoro ci dovevo andare anche col ghiaccio a terra, o non mi avrebbero pagato. Questa è una piaga comune qui a Manduria, ma nessuno ci ha mai messo una pezza, anche se tutti sanno che il lavoro c’è, rigorosamente a nero. Quando tornavo portavo quattro soldi, ma il panzerotto per te usciva sempre. Poi imparasti a farli in casa, ed erano migliori perché sapevano del tuo amore. Al nostro bimbo invece piacevano le patatine fritte, quelle che compravamo surgelate. Che bei poveri tempi abbiamo passato insieme!

Altri articoli
Gli articoli più letti