Con il depuratore venderemo tutti casa

Chi scrive è un residente d’estate nella marina di Manduria precisamente in San Pietro in Bevagna. Per oltre vent’anni ho beneficiato del mare splendido di Manduria

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - sabato 06 luglio 2019
Depuratore a Urmo - Il cantiere in crescita
Depuratore a Urmo - Il cantiere in crescita © Giovanni Loppo

Chi scrive è un residente d’estate nella marina di Manduria precisamente in San Pietro in Bevagna. Per oltre vent’anni ho beneficiato del mare splendido di Manduria e dei cittadini residenti di quella zona, in particolare avetranesi e manduriani che ho sempre apprezzato per la loro semplicità e cordialità. Percorrendo la strada provinciale tra San Pietro e Torre Colimena la scorsa settimana mi sono accorto che i lavori per il depuratore vanno a gonfie vele con la felicità di chi lo sta costruendo che giustamente non si fa problemi di ciò che il depuratore causerà in quella zona. Ho apprezzato la lotta che hanno ingaggiato contro questo scempio i residenti in quella zona senza sortire, ad oggi, effetti significativi. Per non parlare dei politici, a cominciare dal leader di sinistra ecologia e libertà che ha permesso in quella zona, sito di interesse comunitario, uno scempio di portata devastante per l’economia della zona già di per sè non economicamente florida.

La mia ammirazione per la gente di quella zona deriva dal fatto che si accontentano della loro produzione vinicola (Primitivo di Manduria) non eccezionalmente remunerativa ma che consente loro di vivere dignitosamente. Con l’avvento del depuratore in quel sito, la cui collocazione è frutto di interessi politici e di potenti della zona, farà si che la già debole economia si schianti completamente al suolo con l’esodo di massa dei possessori di case vacanze nella zona e l’abbandono di quella zona che per anni è stato un paradiso incontaminato. Non so a chi attribuire la colpa di questo scempio e non spetta a me giudicare ma di una cosa sono sicuro appena in funzione il depuratore venderò la mia villetta e andrò in un posto vicino alla mia città di residenza.

Almeno l’ILVA da lavoro a migliaia di persone ma questo depuratore a chi darà lavoro solo agli amici dei potenti e non faccio nomi. Quindi cittadini avetranesi e manduriani se vi è rimasto un pò di orgoglio e dignità non permettete tutto questo. Alzate barricate e fate valere il diritto delle vostre future generazioni di godere di un mare cristallino!

Scusate lo sfogo , ho espresso il mio pensiero da libero cittadino.

Vincenzo Ingellis

Altri articoli
Gli articoli più letti