"Caro zio per dirti ancora una volta che ti voglio bene"

​Cara "Voce di Manduria”, mi chiamo Antonio De Valerio, sono un sottufficiale dell'Esercito e vivo a Udine...

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - sabato 13 aprile 2019
Salvatore Dimilito
Salvatore Dimilito © La Voce di Manduria

Cara "Voce di Manduria”, mi chiamo Antonio De Valerio, sono un sottufficiale dell'Esercito e vivo a Udine. Mi farebbe piacere se anche il mio pensiero riguardo al periodo di Pasqua avesse Voce attraverso il vostro giornale ricordando una persona a me tanto cara che non c’è più.

Il periodo di Pasqua per il suo significato teologico rappresenta la crocifissione e la resurrezione di Gesù, questo per antonomasia mi riporta alla mente uno degli eventi più difficili da accettare nella vita, quello della morte.

Il mio pensiero va a mio zio Salvatore Dimilito (nella foto) volato in cielo troppo presto a cui vorrei gridare ancora una volta “ti voglio bene”.

Ai lettori

Salvatore Dimilito, volto molto noto a Manduria, aveva 42 anni e fu trovato senza vita nel suo letto la sera del 27 settembre del 2013.

Clicca qui per leggere l’articolo

Altri articoli
Gli articoli più letti