L'ultima VOCE per Ori Betty Boop

​Spesso abbiamo dedicato a lei questa rubrica che non vedrà più il suo nome...

La redazione Pensieri su Facebook
Manduria - venerdì 15 marzo 2019
Ori Perrucci
Ori Perrucci © La Voce di Manduria

Spessissimo abbiamo dedicato a lei questa rubrica che non vedrà più il suo nome. Ori Perrucci, Oronza, Oronzina da giovane. Una nostra amica e lettrice.

Ci mancheranno i suoi pensieri, mancherà il suo coraggio di affrontare la vita che non è stata per niente tenera con lei. Qui su Facebook aveva scelto di raffigurarsi con l’immagine di Betty Boop, il cartone animato degli anni Trenta, prima donna vamp dei fumetti, trasgressiva e anticonformista che all’epoca scandalizzò il pubblico bigotto e conservatore costringendo gli autori a trasformare il personaggio in quello di una casalinga dolce e casta. Oronzina invece non è mai cambiata, non si è mai piegata ai gusti prevalenti. Così ci piace ricordarla. Conserveremo il suo ricordo tra le cose più care. Buon viaggio Oronzina, sii serena almeno lì. Un bacio da tutti noi.

La Voce di Manduria

Altri articoli
Gli articoli più letti