La lista dei desideri dei commissari

​Noto con piacere che la petizione promossa dal movimento Manduria Noscia sta suscitando tanto interesse ai commissari straordinari a cui è indirizzato il malcontento dei manduriani che firmano la petizione!

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - mercoledì 13 marzo 2019
Mimmo Breccia
Mimmo Breccia © La Voce

Noto con piacere che la petizione promossa dal movimento Manduria Noscia sta suscitando tanto interesse ai commissari straordinari a cui è indirizzato il malcontento dei manduriani che firmano la petizione!

Dopo il discutibile blitz intimidatorio dei vigili urbani che hanno fotografato un foglio della raccolta firme (sul quale stanno indagando gli organi preposti a seguito del mio esposto), ieri i commissari del Comune si sono dati da fare pubblicando sul sito del comune di Manduria decine di pagine dove si elencano le innumerevoli iniziative migliorative (?) per la nostra amata Manduria.

Partendo dal presupposto che tutto ciò che viene elencato non ha di certo sortito miglioramenti visibili ai cittadini che sono giustamente indignati, ci tengo semplicemente a puntualizzare che il 90% dei succitati punti non appartengono di certo ad azioni intraprese da loro (commissari), ma sono atti e finanziamenti già iniziate e concretizzate con vecchie delibere comunali e regionali molto precedenti a questa amministrazione commissariale.

Pur di allungare la “lista dei desideri”, nelle 37 pagine firmate da Vittorio Saladino vengono citati anche i vari patrocini concessi alle iniziative di associazioni ed istituti scolastici che di certo non si discostano tanto (se non per investimenti inferiori) dalle iniziative sempre esistite!

Noto con altrettanto piacere che i commissari ammettono di aver dato il loro parere favorevole al costruendo depuratore consortile sminuendo e quasi offendendo la volontà popolare che si è espressa in più occasioni riguardo la scellerata intenzione di collocarlo a pochi metri dal mare e delle riserve naturali.

Potrei dilungarmi dando risposte concrete punto per punto smentendo così i meriti che i commissari cercano di autoassegnarsi. Ma di certo non c’è bisogno di convincere i manduriani che sono sin troppo intelligenti e ci vedono perfettamente.

Lo stato attuale del nostro territorio è visibile a tutti, anche ai rappresentanti dei vari partiti, movimenti ed associazioni che, invece di affiancare i cittadini e supportarli, continuano a difendere i propri interessi o semplicemente boicottano l’iniziativa della raccolta firme perché non è partita da loro.

Concludo facendo notare che nella lunghissima “lista dei desideri” dei commissari non si fa cenno alla questione della riapertura della discarica con sopraelevazione della montagna di rifiuti e ai rimborsi spese ai commissari che in nome della famosa “trasparenza” si ostinano a nascondere nei particolari.

Riguardo alla Fiera Pessima, poi, stendiamo un velo pietoso! Attivarsi, come si fregiano di aver fatto,per una gara poco più di un mese prima del tanto aspettato evento, non basta ad affermare che “noi ci abbiamo tentato, non è colpa nostra”.

Nel totale rispetto che nutro per il loro ruolo istituzionale non posso fare a meno di ricordargli che i manduriani non hanno l’anello al naso!

Buon lavoro cari commissari e buona petizione a noi.

Cosimo Breccia, fondatore “Manduria Noscia”

Altri articoli
Gli articoli più letti