Tutti scappano dal municipio e da Manduria

Potremmo avere tutto per poter vivere serenamente e invece anche vederci un film ci costringe a doverci spostare...

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - sabato 09 febbraio 2019
Diomede Turco
Diomede Turco © La Voce di Manduria

Tra chi va via in mobilità, chi si mette in aspettativa, chi invece aspetta ansiosamente la quota 100 per andarsene in pensione... e chi si dimette... “C’è qualcuno?” (Direbbe una famosa particella di sodio). A breve non ci sarà più neanche un dipendere per aprire il palazzo di città. È questa la situazione a dir poca catastrofica del Comune di Manduria! In un territorio martoriato, sfruttato e privo dei primari servizi pubblici, anche la gestione del personale e della macchina amministrativa sembra ormai Pessima, proprio come la famosa fiera che ormai neanche in quell’aggettivo e/o nome si ritrova. I problemi seri che ci ritroviamo sono frutto di anni ed anni di mala amministrazione. Sindaco, commissario, sindaco, commissario... non è un gioco! È la realtà di una cittadina che non ha mai visto concludere un mandato (quinquennale) e che sia andata alle elezioni con un sindaco uscente!

Come se non bastasse ultimamente il “gioco” si è ampliato, dopo il sindaco, un commissario e adesso ne abbiamo ben tre, tre commissari. Molto probabilmente ci vorranno decenni per urbanizzare e civilizzare questa città! In fondo è dal secolo scorso che non si bandiscono concorsi, non si creano infrastrutture, opere pubbliche, strade... e tutte quelle belle cose che vengono realizzate in una normale città. Un piccolo particolare, da non sottovalutare, una realtà come la nostra posta e dislocata in un’altra zona d’Italia sicuramente oggi vivrebbe tempi migliori. Ma siamo qui, sono qui, e spero di restarci qui... perché è la mia terra! Nonostante tutto e tutti la amo! Ma credetemi non è facile viverci!

Potremmo avere tutto per poter vivere serenamente e invece anche vederci un film ci costringe a doverci spostare. Il cinema, il teatro, le biblioteche, i parchi e gli ambienti culturali, senza dimenticare gli ambienti sportivi (palestre, palazzetti e campi) sono degli aspetti importanti all’interno di una comunità! Se manca la cultura mancherà sempre la conoscenza e non conoscere porterà anche a votare sempre le stesse persone. Mi auguro che Manduria possa rinascere, prima che sia troppo tardi.

Diomede Turco

Altri articoli
Gli articoli più letti