Ennesima offesa di feltri

Il titolo di Libero e lo sdegno della rete, Borrometi chiede l'intervento dell'Ordine deigiornalisti

La condanna di Paolo Borrometi viene condiviso sui social da centinaia di utenti che si dicono scandalizzati dall’ultima “uscita” del quotidiano diretto da Vittorio Feltri.

Salento Puglia e mondo
Manduria giovedì 18 aprile 2019
di La Redazione
La copertina di Libero
La copertina di Libero © La Voce di Manduria

«Rompiballe va dal Papa, vieni avanti Gretina». Il giornalista sotto scorta perché minacciato dalla mafia, Paolo Borrometi, si scaglia contro il quotidiano «Libero» per il titolo irriverente che apre il giornale di oggi.

«Sono schifato. Chiedo all’Ordine dei Giornalisti e alla Federazione Nazionale della Stampa di intervenire immediatamente. Questo – continua Borrometi nel suo post - non è un titolo di giornale accettabile. Prima i titoli contro gli islamici, poi quelli contro le donne, un mese fa quelli contro le persone del sud, adesso questa infamia contro Greta Adesso basta – conclude - Libero con i suoi titoli “acchiappa like”, sta svilendo i valori giornalistici».

La condanna di Paolo Borrometi viene condiviso sui social da centinaia di utenti che si dicono scandalizzati dall’ultima “uscita” del quotidiano diretto da Vittorio Feltri.
Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Rosario Macchiarulo ha scritto il 18 aprile 2019 alle 15:01 :

    Cosa dire di più, non comprate Libero l'unico mezzo democratico a disposizione dei lettori. Rispondi a Rosario Macchiarulo