Operazione dei carabinieri

Pesce di dubbia provenienza, sequestro e due denunce a Sava

La merce, in cattivo stato di conservazione, è stata sottoposta a sequestro e successivamente conferita a ditta autorizzata allo smaltimento come disposto dal personale sanitario dell’ASL

Salento Puglia e mondo
Manduria martedì 12 febbraio 2019
di La Redazione
Il pesce sequestrato
Il pesce sequestrato © La Voce di Manduria

I carabinieri della stazione di Sava hanno denunciato, per vendita di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione, un 75enne e 37enne, entrambi taranti e rispettivamente padre e figlio.

I militari, durante un mirato servizio finalizzato ai controlli sulla tracciabilità e la corretta conservazione dei prodotti alimentari facilmente deperibili, hanno sorpreso i predetti che, all’interno del mercato settimanale allestito presso l’area mercatale del Comune di Sava, senza alcuna autorizzazione ed in violazione della normativa sanitaria vigente, erano intenti nella vendita di circa 10 kg. di prodotti ittici privi di documentazione attestante la tracciabilità.

La merce, in cattivo stato di conservazione, è stata sottoposta a sequestro e successivamente conferita a ditta autorizzata allo smaltimento come disposto dal personale sanitario dell’ASL di Taranto, Dipartimento di Prevenzione Servizio Veterinario Area B di Manduria, intervenuto sul posto a per la parte di competenza.

Lascia il tuo commento
commenti