Lo riferiscono fonti del Viminale

Il Ministero dell'Interno sfratta gli immigrati di Riace: ″tutti trasferiti″

Nel 2018 il comune di Riace non ha ricevuto fondi e il 30 luglio scorso il sindaco era stato avvisato della revoca dei finanziamenti

Salento Puglia e mondo
Manduria sabato 13 ottobre 2018
di La Redazione
Manifestazione Riace
Manifestazione Riace © Ilfattoquotidiano

«Stop al progetto Sprar di Riace: i migranti presenti nel Comune saranno trasferiti altrove. In generale, i progetti Sprar vengono rinnovati ogni tre anni: nel caso di Riace si parla del triennio 2017-2019, ma gia' dall'estate scorsa il Viminale aveva bloccato alcuni pagamenti per anomalie nella documentazione presentata dall'amministrazione locale. Nel 2018 il comune di Riace non ha ricevuto fondi e il 30 luglio scorso il sindaco era stato avvisato della revoca dei finanziamenti, diventata ufficiale all'inizio di questa settimana». Lo riferiscono fonti del Viminale.

«È una decisione assurda ed ingiustificata. Mi auguro che dietro tale decisione non si celi l'obiettivo di cancellare una esperienza di accoglienza, estremamente positiva, il cui riconoscimento ed apprezzamento è largamente riconosciuto anche a livello internazionale. Chiedo al Ministro dell'Interno di rivedere questa decisione». È quanto afferma il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, dopo aver appreso la notizia secondo la quale il Viminale ha disposto con una circolare il trasferimento dei migranti accolti nei centri del Comune calabrese di Riace e ha chiesto all'amministrazione comunale la rendicontazione di tutte le spese sostenute, sollecitando «ad inviare la relativa documentazione secondo le modalità previste dal manuale di rendicontazione Sprar».

Lascia il tuo commento
commenti
Altre news
Le più commentate
Le più lette