Dibattito a distanza

“No al rinnovo dei commissari”, Breccia sfida Lega e M5S

Il leader del movimento Manduria Noscia, ha chiamato direttamente in causa, per primi, gli attivisti locali dei partiti al governo, Lega e M5S

Politica
Manduria venerdì 14 giugno 2019
di La Redazione
Salvini - Breccia
Salvini - Breccia © La Voce di Manduria

La notizia sul risultato plebiscitario avuto dal sondaggio Facebook (campione di 1022 elettori) sul desiderio dei manduriani di essere quanto prima governati da un sindaco e da un’amministrazione democraticamente eletta, ha lasciato senza parole la politica nostrana. L’unico a dire qualcosa in proposito sui social, è stato Mimmo Breccia. Il leader del movimento Manduria Noscia, ha chiamato direttamente in causa, per primi, gli attivisti locali dei partiti al governo, Lega e M5S (loro potrebbero intervenire sui loro referenti nazionali), accusandoli di “ignorare le esigenze dei manduriani” (quasi il 90% vuole votare subito) e di parteggiare con l’amministrazione bocciata dal sondaggio.

«Hanno interessi personali? Oppure hanno paura», si chiede Breccia. Non si mostra per niente impaurito il fondatore del movimento civico che annuncia la ripresa della raccolta firme della petizione di sfiducia all’attuale amministrazione straordinaria.

Lascia il tuo commento
commenti