Non demordono i consiglieri d’opposizione

Il sindaco non chiarisce sulla sua presunta vaccinazione e l’opposizione chiede le dimissioni

Le domande sono cadute nel vuoto ed anche ieri il sindaco ha preferito il silenzio

Politica
Manduria giovedì 29 aprile 2021
di La Redazione
Gregorio Pecoraro
Gregorio Pecoraro © La Voce di Manduria

È scoppiato anche a Manduria il caso dei cosiddetti furbetti del vaccino contro il coronavirus. E i riflettori questa volta sono puntati sul sindaco della città Messapica, Gregorio Pecoraro, il quale si sarebbe fatto vaccinare non solo saltando la fila, ma facendosi inserire negli elenchi degli operatori scolastici. La notizia, circolata prima sui social e nelle chat, secondo la quale Pecoraro il 27 febbraio scorso si sarebbe «imbucato» tra i docenti e personale scolastico (la sua professione è dottore commercialista), ottenendo così la sua dose di AstraZeneca, è approdata nell’ultimo consiglio comunale dell’altro ieri nel corso del quale due esponenti dell’opposizione hanno espressamente chiesto al sindaco di confermare o smentire la notizia. Bocche cucite del primo cittadino e visibile imbarazzo di alcuni consiglieri di maggioranza che si aspettavano un chiarimento atteso anche dai cittadini. Particolarmente incisivo è stato l’intervento del capogruppo dei «Progressisti», Domenico Sammarco, che prima di essere bruscamente interrotto dal presidente del Consiglio, Gregorio Dinoi (secondo le stesse indiscrezioni anche lui vaccinato insieme alla moglie in una seduta successiva a quella del sindaco), è riuscito a mettere il capo della maggioranza di fronte alle proprie responsabilità: «fornisca dei chiarimenti oppure si vergogni e si dimetta perché ciò che è accaduto è diffamante e infamante per l’intera città», ha detto Sammarco. A prendere la parola è stato poi il consigliere Cosimo Breccia del movimento civico Manduria Noscia. «La città ha bisogno di sapere la verità e lei ha il dovere di rispondere in questa sede e dire se si è vaccinato oppure no», ha chiesto Breccia interrotto anche lui dal presidente Dinoi. 

Le domande sono cadute nel vuoto ed anche ieri il sindaco ha preferito il silenzio. Non demordono i consiglieri d’opposizione che si stanno organizzando per presentare una mozione di sfiducia. Non tutti, per la verità. Gli unici a promettere battaglia sono i Progressisti e i due civici, Breccia e Dario Duggento. «La gestione del potere getta completamente la maschera e si svela in tutta la sua raccapricciante realtà; Manduria è una città di persone moralmente perbene e non merita di essere rappresentata indegnamente», dichiara l’avvocato e consigliere Sammarco che con gli altri sta affilando le armi. «Dimissioni e scuse ufficiali» le chiede anche Breccia. «Deve chiedere scusa agli aventi diritto il vaccino ai quali, lui e gli altri della casta hanno tolto il diritto di una dose», insiste Breccia che aggiunge: «spero che la magistratura indaghi su questi vergognosi atteggiamenti». 

Anche l’avvocato Duggento, consigliere di minoranza, chiede trasparenza e lealtà. «L’accusa di essersi vaccinato prima del tempo abusando della sua posizione, formulata da più parti – afferma -, fa certo vacillare la fiducia pertanto ciò che chiedo al Sindaco è di spiegare ai cittadini, al più presto e pubblicamente, la sua versione dei fatti e, con onestà, nel caso in cui ritenga di non poter più incarnare la figura del “buon padre di famiglia” rimetta il mandato ricevuto dai cittadini». A peggiorare la situazione del primo cittadino, poi, è la diffusione ieri della registrazione di una diretta Facebook in cui alla domanda di un cittadino che gli chiedeva se si fosse vaccinato, Pecoraro risponde di no. Ed era passato un mese da quel 27 febbraio quando avrebbe ricevuto la prima dose di AstraZeneca. 
Nazareno Dinoi

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Enzo ha scritto il 02 maggio 2021 alle 08:15 :

    Comunque, di tutto questo casino, è probabile che ASTRA ZENECA avrà colpito la sua memoria, avrà fatto degli effetti collaterali diversi !!! Rispondi a Enzo

  • J B ha scritto il 30 aprile 2021 alle 06:28 :

    Una domanda, anzi, una supplica, alla Voce di Manduria e all’opposizione, almeno quella che si sta comportando civilmente: non lasciate che questa storia cada, venga dimenticata, superata. È una precisa strategia di comunicazione, usata spesso con successo da politici maggiori: tra social media e altro, il ciclo delle notizie è così rapido che Pecoraro non deve fare altro che aspettare che la tempesta passi, e andare avanti senza pagare conseguenze. Questa vicenda è troppo grave. Per favore, non vi stancate di insistere, di chiedere, di pubblicare. Pecoraro manderà gente a dire che i problemi veri sono altri (come sta già succedendo, vedi alcuni commenti), sarete accusati di essere fissati; è la strategia comunicativa che c’è dietro, ed è una strategia precisa, congegnata. Non cadeteci. Rispondi a J B

    Manduriano ha scritto il 30 aprile 2021 alle 12:26 :

    Sante parole, condiviso in tutto, ma finirà tutto a tarallucci e vino, perché i signori dell'opposizione con la O maiuscola non mettono nero su bianco interpellando chi di competenza a indagare e verificare il presunto accaduto. Mi auguro di sbagliarmi. Rispondi a Manduriano

    Sandro Massafra ha scritto il 30 aprile 2021 alle 11:50 :

    Bravissimo, perfettamente d'accordo l'opposizione quella con la O maiuscola e non i vari Puglia o Bullo sempre silenti, devono insistere su questo argomento affinché non cada nell'oblio del dimenticatoio. Rispondi a Sandro Massafra

  • Sandro Massafra ha scritto il 30 aprile 2021 alle 05:19 :

    Mi chiedo soltanto se il probabile il salta la fila di Gregorio Pecoraro non abbia causato la morte di qualche persona anziana o di qualche soggetto fragile che era in attesa di essere vaccinato, il sindaco di tutto questo non si è preoccupato. Un amministrazione con con consiglieri intercettati con personaggi della malavita, un sindaco che ne approfitta della sua posizione apicale mi pare che siamo caduti dalla padella alla brace. Una domanda mi sorge spontanea chi era la padella e chi la brace Massafra o Pecoraro. Rispondi a Sandro Massafra

  • Mimmo sammarco ha scritto il 29 aprile 2021 alle 18:05 :

    un sindaco che fa una scorrettezza del genere dovrebbe innanzitutto chiarire e se le risposte non soddisfano dovrebbe dimettersi immediatamente..non ha motivo di esistere un sindaco che ha approfittato dei suoi concittadini..questa é la normalità e non chiudersi a riccio..se poi aggiungiamo tutto quello che non è stato fatto in questo periodo l opposizione dovrebbe esigere le dimossioni..ma forse a qualcuno non conviene... Rispondi a Mimmo sammarco

    giorgio sardelli ha scritto il 29 aprile 2021 alle 19:17 :

    MA!!! non ci voglio credere, strano che solo alcuni della opposizione chiedono spiegazioni al Sindaco mentre altri tacciono, qualcosa mi dice ma è solo pensiero personale che anche loro hanno saltato la fila e si chiudono a riccio insieme al sindaco . UNA IPOTESI Rispondi a giorgio sardelli

  • Tony ha scritto il 29 aprile 2021 alle 11:59 :

    caro Antonio curri lei vive nelle nuvole Rispondi a Tony

  • Antonio Curri ha scritto il 29 aprile 2021 alle 07:51 :

    Succede sempre così! Chi perde le elezioni ,cerca di utilizzare sempre ciò che può scandalizzare il cittadino e propone dimissioni del Sindaco e Nuove Elezioni, (magari in autunno)! O no? Indipendentemente da ciò che rileverà il magistrato, bisogna condannare a prescindere! O no? Una domanda sorge spontanea:” Ma veramente vogliono le elezioni anticipate coloro che gridano allo scandalo”? O no? Rispondi a Antonio Curri

    giorgio sardelli ha scritto il 29 aprile 2021 alle 12:20 :

    Caro Antonio Curri ma in quale paese vive? Non esiste nessuna frenesia di nuove elezioni semplicemente i Manduriani si trovano un Sindaco che sino ad oggi mente di essersi vaccinato in un periodo che non li aspettava e come lui il resto della compagnia ha fatto con quattro mesi di ritardo una ordinanza che vieta il prelievo di acqua dai pozzi nel raggio di tre KM dalla discarica mentre le persone continuavano ad usare quell'acqua oggi è uscita la notizia dei rifiuti a San Pietro in Bevagna fatti lasciare a terra di proposito nel sospetto come denuncia Mimmo Breccia di non fare raccolta semplice ma bonifica con costi molto più alti e questo in soli sei mesi quando viene meno la fiducia conviene tagliare il cordone ombellicale Rispondi a giorgio sardelli

    Franco ha scritto il 29 aprile 2021 alle 12:02 :

    Sig. Curri si evince da quello che lei ha scritto che ha votato Pecoraro e non il suo candidato Avv. Bullo Lei è un vecchio volpone della politica , se scrive in questo modo significa che qulcosa lei o parte della famiglia avrà. Mi meraviglio come mai il centrodestra non la fa fuori, parlo di politica. Rispondi a Franco

    Antonio Curri ha scritto il 29 aprile 2021 alle 15:07 :

    Sig. Franco NN (in quanto privo di cognome!) O no? Lei non conosce nemmeno i “fondamentali” che portano alla carica di Sindaco! Bene! Adesso glielo ricordo! Nella passata competizione elettorale,i candidati alla carica di Sindaco di Manduria erano in 6! Poi c’è stato il ballottaggio fra 2 candidati! Poi è risultato eletto Gregorio Pecoraro! Si ricordi, che il Sindaco quando viene eletto, è il Sindaco di tutti i cittadini Manduriani e non solo di una parte! O no? Rispondi a Antonio Curri

    Manduriano ha scritto il 30 aprile 2021 alle 05:45 :

    belle lezione, lezione universitaria, grazie perché nessuno ci sarebbe arrivato... ba corchiti curri ani ani.....

    Lorenzo ha scritto il 29 aprile 2021 alle 11:45 :

    Gentile sig. Antonio, al terzo mandato, il Sig. Sindaco dovrebbe ( spero) sapere che per legge, anzi scritto sulla Costituzione Italiana ( e non Manduriana) lui è anche il Responsabile Sanitario Territoriale, cioè la massima carica che deve agire in caso di problematiche sanitarie per i cittadini. Dunque : ordinanza per falda inquinata 4 mesi dopo? Iniziative contro il covid? Mi dica lei cosa ci azzeccano le elezioni? Al terzo mandato non le sembra che sia un pochino scarso questo signore? Venga alla Marina a vedere dove sono i rifiuti. Opinione Rispondi a Lorenzo

    Manduriano ha scritto il 29 aprile 2021 alle 08:51 :

    Che riflessione squallida... insensata e sterile. Qui si parla di trasparenza, dignità, verità, o di smentire ciò che dice. Si tratta di un ruolo pubblico non privato che può stare zitto, si parla del primo cittadino che deve dare l'esempio come tanti sindaci e come ha detto lo stesso Sindaco Decaro di bari presidenti ANCI. Non si tratta come dice Lei di chi ha perso le elezioni, ormai sono passate e la gente si aspetta il bene anche coloro che non hanno votato pecoraro, caro curri....... Rispondi a Manduriano

  • Maria Dimitri ha scritto il 29 aprile 2021 alle 07:28 :

    Si, ma perché le notizie importanti circa la campagna vaccinale e le risposte date alle varie domande poste durante la diretta non vengono diffuse in ausilio a quella che è la reale funzione della comunicazione fatta. Il Sindaco non avrà chiarito di sé stesso, ma alla popolazione oltre che del vaccino del vaccino del Sindaco non importa altro? Non credo. È importante diffondere anche le notizie utili. Grazie. Rispondi a Maria Dimitri

  • Leonardo Erario ha scritto il 29 aprile 2021 alle 07:12 :

    Che il dott. Pecoraro fosse un seguace dell'Ermetismo, era già risaputo dalla sua precedente esperienza come Primo Cittadino di questa Città. La sua indisponente abitudine di chiudersi "a riccio" davanti a qualsivoglia quesito posto dai cittadini, non poteva certo venir meno davanti a questa "eventuale" scorrettezza. Vorrei ricordare al dott. Pecoraro un antico motto secondo il quale "chi tace acconsente" e concludo chiedendo al sig. Sindaco di Manduria che è giunto il momento di far parlare di sé non per le scorrettezze ma per aver ridato lustro a questa bistrattata Città. Rispondi a Leonardo Erario

  • Manduriano ha scritto il 29 aprile 2021 alle 06:06 :

    La destra manduriana (Bullo, Puglia, ecc...) presente in consiglio e i signori della lega manduriana perché non parlano? perché in silenzio? Perché non palesano la loro posizione in merito? Per fortuna che c'è Sammarco, Breccia e Duggento che si espongono e combattono per la trasparenza e la giustizia. Perché con tanti avvocati in consiglio nessuno mette nero su bianco invitando ad indagare chi di competenza come succede in altri paesi? Rispondi a Manduriano

    Franco ha scritto il 29 aprile 2021 alle 10:41 :

    Molto probabilmente costoro sono in malafede, mi auguro che anche loro non abbiano oltrepassato la fila per il vaccino. Rispondi a Franco

    Giorgio ha scritto il 29 aprile 2021 alle 17:32 :

    Buonasera Sig Franco, non si sputa nel Piatto dovessi Mangiaaaaa Rispondi a Giorgio