Il caso dell'incidente stradale passa in Parlamento

Strade al buio, l'on Macina scrive ai ministri: «la tragica morte di via Egadi si poteva evitare?»

«Omissione, grave negligenza o incapacità ad amministrare?». Lo ha chiesto l’onorevole del M5S Anna Macina in una interrogazione presentata ai ministri dell’Interno e Infrastrutture

Locali
Manduria martedì 09 luglio 2019
di La Redazione
Anna Macina e i tre commissari straordinari di Manduria
Anna Macina e i tre commissari straordinari di Manduria © La Voce di Manduria

«Si prendano provvedimenti nei confronti dei commissari prefettizi che amministrano il comune di Manduria per le loro gravi responsabilità in merito al mancato ripristino dell’illuminazione pubblica nelle strade delle marine e dell’intera zona di San Pietro in Bevagna». Lo ha chiesto l’onorevole del M5S Anna Macina in una interrogazione presentata ai ministri dell’Interno, Matteo Salvini e alle Infrastrutture Danilo Toninelli, prendendo spunto dalla recente tragedia del 29 giugno scorso quando un’auto pirata ha investito e ucciso una donna che percorreva a piedi una delle vie al buio della località balneare manduriana.

“Strade – dichiara la parlamentare pentastellata - da tempo completamente al buio, come via Egadi dove, il 29 giugno scorso, ha perso la vita Annarita Massafra, 51 anni, investita mentre camminava in compagnia della cognata. La stessa vittima, pochi secondi prima dell'incidente, si stava preoccupando di un disabile in carrozzina che aveva visto costretto a muoversi con una lampada a pile. Da mesi i residenti delle marine di Manduria chiedono al Comune di ripristinare l'illuminazione pubblica. È cronaca che diverse persone sono già incorse in cadute rovinose e hanno rischiato di essere investite».

La deputata di Erchie, l’unica del movimento grillino sempre presente sulle problematiche che interessano il territorio Messapico -, si chiede se alla luce di quanto accaduto non si possa parlare di «omissione, di grave negligenza o di incapacità ad amministrare un territorio». Pone poi una domanda drammatica: «Quella morte si poteva evitare? Con questa interrogazione parlamentare – conclude - avremo delle risposte».

Nella stessa interrogazione l’on Macina ricorda la diffida inviata dai residenti proprio sul problema di quella strada priva di illuminazione. «I cittadini che pagano le tasse per ottenere servizi, hanno inviato addirittura una diffida legale alla commissione straordinaria, fino a oggi ignorata. Però, il giorno dopo la tragica morte di Annarita, in via Egadi il Comune ha ripristinato la luce».

Lascia il tuo commento
commenti