Denunciati a piede libero

Ladri nelle marine, quattro giovani in caserma

Intorno all’una della notte tra mercoledì e giovedì 17 gennaio, degli sconosciuti si sono introdotti nel ristorante «Da Giorgio» tra Specchiarica e Torre Colimena

Cronaca
Manduria venerdì 18 gennaio 2019
di La Redazione
Carabinieri Manduria
Carabinieri Manduria © La Voce di Manduria

Notte movimentata nella marina di Manduria dove c’è stata una lotta tra guardie e ladri persa da questi ultimi che sono stati portati in caserma e denunciati a piede libero. Intorno all’una della notte tra mercoledì e giovedì 17 gennaio, degli sconosciuti si sono introdotti nel ristorante «Da Giorgio» tra Specchiarica e Torre Colimena, forzando una porta secondaria del locale. La loro presenza è stata notata dal proprietario che vive in un appartamento attiguo il quale ha dato l’allarme all’istituto di vigilanza Folgore 2 con cui è convenzionato. I vigilanti che si trovavano in zona sono arrivati subito e, invitati dal titolare, hanno ispezionato la cantina da dove provenivano i rumori trovandola vuota. Mentre perlustravano la zona, gli agenti hanno notato un giovane che si allontanava velocemente a piedi e lo hanno fermato. Subito dopo si sono avvicinati altri tre uomini anche loro trattenuti dai vigilanti che nel frattempo avevano chiamato i carabinieri di Manduria. I quattro sospettati non avevano niente addosso anche se dalla cantina del ristorante mancava una motosega.

Mentre si procedeva ai controlli, si è scoperto che un altro locale distante qualche centinaio di metri sulla stessa litoranea era stato visitato dai ladri che avevano portato via un macchinario da salumeria.I carabinieri del nucleo operativo hanno così scortato i quattro giovani, tutti di Tore Santa Susanna, provincia di Brindisi, per le procedure di riconoscimento. Nella caserma dei carabinieri della compagnia di Manduria, i quattro presunti ladri sono stati trattenuti sino alle prime ore del mattino quando sono stati rilasciati con una denuncia a piede libero. La non flagranza di reato e la mancanza della refurtiva denunciata dai proprietari dei due locali presi di mira, non hanno consentito l’arresto dei giovani torresi i quali però restano indagati per furto con scasso.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette