La crisi pandemica colpisce il settore commercio

Ambulanti sul piede di guerra anche a Manduria: "porteremo la categoria davanti al municipio"

Il nervosismo dovuto anche al silenzio dell'amministrazione comunale che ignora una richiesta di incontro

Cronaca
Manduria mercoledì 07 aprile 2021
di La Redazione
Giuseppe Nuzzo
Giuseppe Nuzzo © La Voce di Manduria

Il nervosismo degli ambulanti colpiti dalla crisi economica che attanaglia la categoria paralizzata dalle norme anti Covid, non risparmia la città di Manduria dove potrebbe presto esplodere un pericoloso focolaio di proteste.

Colpa anche del silenzio dell’amministrazione comunale che non ha ancora risposto ad una richiesta di incontro urgente comunicata il 29 marzo scorso dalla Confesercenti provinciale di Taranto.

Trascorsi 9 giorni senza nessuna risposta dal palazzo di città, il rappresentante manduriano dell’ambulantato organizzato lancia l’avvertimento al sindaco Gregorio Pecoraro e all’assessore al Commercio, Mauro Baldari: «Se entro oggi non ci fisseranno l’incontro – dichiara Giuseppe Nuzzo -, la prossima mossa sarà una manifestazione davanti al municipio di Manduria, regolarmente organizzata rispettando le norme sul distanziamento, dove porteremo trecento ambulanti di tutte le organizzazioni del settore».

Le problematiche da affrontare sono quelle che la categoria sta rivendicando in tutta Italia e, per Manduria in particolare, la questione del mercato settimanale del martedì e del mercatino estivo di San Pietro in Bevagna.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • ONOFRIO ha scritto il 08 aprile 2021 alle 10:20 :

    Nella mia ignoranza non capisco cosa chiedono al comune. C'è una pandemia, vorrebbero fare il mercato? In un altro articolo addirittura affermano che non piace la sede mercatale e che sono stati penalizzati, bene, cominciassero a imbrogliare di meno e ad abbassare i prezzi. Rispondi a ONOFRIO

  • Realtà ha scritto il 07 aprile 2021 alle 12:30 :

    Ma in realtà cose c entra un comune? Mah. Rispondi a Realtà