E' sua la bottiglia di Primitivo più cara

Mister Blasi strega il Vinitaly

Il suo stand arredato con eleganza e raffinatezza è stato tra i più ospitali della fiera con il sottofondo della musica di un violoncellista che ha suonato in diretta nelle ore di maggiore afflusso di visitatori.

Attualità
Manduria mercoledì 17 aprile 2019
di La Redazione
Luca Sardella con Gigi Blasi
Luca Sardella con Gigi Blasi © La Voce di Manduria

La prima volta di Gigi Blasi al Vinitaly di Verona appena concluso, ha suggellato un’amicizia importante tra il multiforme imprenditore manduriano e il mondo dello spettacolo e della televisione. Ospite quasi fisso dello stand numero sette del padiglione 8 della fiera internazionale del vino, è stato il conduttore del programma Mediaset «Parola di pollice verde», Luca Sardella. L’artista di origini pugliesi (è nato a San Severo, Foggia), che oltre ad essere cantautore è anche un esperto del settore (è laureato in agronomia), ha molto apprezzato la nuova scommessa di Blasi: la sua nuova linea di vini prodotti nella tenuta manduriana «Abbate» dove ha impiantato vigneti di Primitivo e Negramaro presentati per la prima volta all’evento di Verona.

Il suo stand arredato con eleganza e raffinatezza è stato tra i più ospitali della fiera con il sottofondo della musica di un violoncellista che ha suonato in diretta nelle ore di maggiore afflusso di visitatori. La nuova scommessa di Gigi Blasi, i vini appunto, punta in alto con un prodotto destinato ad un target superiore. È sua, infatti, l’etichetta di vino Primitivo di Manduria più cara in assoluto: 190 euro una bottiglia da 750 cc. Ad apprezzare è stato il conduttore Mediaset che nei prossimi mesi verrà a Manduria, nelle tenute Blasi appunto, con la figlia Daniela, co-conduttrice della trasmissione in onda su «Rete 4», per registrare una puntata di «Parola di pollice verde».

Lascia il tuo commento
commenti