Importante nomina

Il sindaco di Sava ″ambasciatore″ del Primitivo, eletto coordinatore regionale delle Città del vino

​ Rinnovato il coordinamento regionale di Città del Vino

Attualità
Manduria venerdì 12 ottobre 2018
di La Redazione
Dario Iaia
Dario Iaia © La Voce di Manduria

L’associazione, che in Italia raggruppa circa cinquecento comuni ed enti locali, caratterizzati dalla presenza di vini a denominazione controllata, rappresenta un punto di riferimento importante nel panorama nazionale enogastronomico. Alla riunione, che si è svolta a Sava, hanno preso parte il direttore generale dell’associazione, Paolo Benvenuti, insieme ad Antonio Cavallo, ambasciatore delle Città del Vino e già vice presidente nazionale della stessa associazione, oltre al conigliere comunale di Sava Mario Mancino. All’unanimità degli amministratori presenti, è stato eletto nuovo coordinatore regionale il sindaco di Sava, Dario Iaia.

A comporre la giunta regionale, sono stati chiamati l’assessore Carmine De Lorenzo del comune di San Pancrazio Salentino, al quale è stato conferito anche l’incarico di vice coordinatore, l’assessore Michele Rizzo del comune di Lizzano (per l’occasione accompagnato dal consigliere Andrea Simone), il sindaco di Torricella, Michele Schifone, e Aldo Marinelli, assessore di Carosino. Al funzionario dell’ufficio agricoltura del comune di Sava, Giovanni De Santis, è stato affidato l’incarico di coordinamento tecnico della struttura neo eletta. Il dibattito che ha caratterizzato l’incontro è stato molto articolato e partecipato. Tutti gli intervenuti hanno espresso l’auspicio di un rilancio dell’associazione in Puglia, con una particolare attenzione da riservare alla promozione del territorio sotto l’aspetto eno-gastronomico, turistico e culturale. Promozione che, nelle parole del neo coordinatore Iaia, deve passare anche da eventi che hanno riscosso buon successo, come Calici di Stelle, a Sava, la Sagra del Vino di Carosino, Agritur a Lizzano, ed altri. «La nostra zona territoriale, e mi riferisco a quella dei vigneti di primitivo, ha assunto negli anni, un ruolo chiave nello sviluppo economico di questo territorio. Tante grandi aziende stanno investendo nel settore e tanti piccoli produttori, giovani soprattutto, hanno puntato sulla qualità del vino. Noi, come istituzioni, abbiamo il dovere di essere accanto a loro, favorendone la visibilità, tramite eventi promozionali e strategie di marketing. In questa maniera, possiamo aiutare il settore anche nel creare nuova occupazione», è il commento del neoeletto coordinatore regionale.

(Da Quotidiano di Taranto)

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Roberto Ditaranto ha scritto il 12 ottobre 2018 alle 14:52 :

    Sig. Sindaco tanti complimenti. Visto che si parla di genuinita'e' importante anche non continuare ad ingannare la gente. E' importante far bonificare anche a Manduria la discarica in "Contrada Li Cicci" dove il sottosuolo e' completamente inquinato, Nelle vicinanze vi e' la masseria Li Cicci e secca tutto per l'inquinamento dovuto a veleni ecc. Sono sicuro che prenderete a cuore anche questa situazione incresciosa dal 1986 ad oggi. Procedura Elcom progetti sas 3710/86 tribunale di Taranto. In fede. Rispondi a Roberto Ditaranto

  • lorenzo ha scritto il 12 ottobre 2018 alle 11:58 :

    Questo Sindaco di Sava è un vero falco. Il depuratore che riguarda anche il suo Comune lo faranno sul territorio di Manduria mentre la rappresentanza prestigiosa del vino PRIMITIVO DI MANDURIA se la spupazza lui. Grande! Rispondi a lorenzo

  • Daggiano Antonio ha scritto il 12 ottobre 2018 alle 09:02 :

    Solo Manduria messa fuori da qualsiasi nomenclatura, e quindi continua a fare la "CENERENTOLA DI TURNO" per colpe dei suoi amministratori, e dei suo cittadini che non si coalizzano per fare scelte più mirate nelle fasi elettorali. Rispondi a Daggiano Antonio

Altre news
Le più commentate
Le più lette