L'attivista del movimento lesbiche, gay, bisessuali e transgender

Ddl Zan, toccante sfogo della scrittrice lizzanese: difendono chi m'insulta "lesbica di merda"

Francesca Cavallo si commuove su Facebook: "oggi è una giornata triste ma continuerò a raccontare storie ai bambini"

Attualità
Manduria mercoledì 27 ottobre 2021
di La Redazione
Francesca Cavallo
Francesca Cavallo © La Voce di Manduria

«Una giornata triste quella di oggi, ho visto esultare persone perché venisse protetto il diritto di insultarci come l’altro giorno che un giovane mi ha tagliato la strada con la macchina gridandomi lesbica di merda». Così l’amaro commento su Facebook di Francesca Cavallo, scrittrice lizzanese attivista del movimento lesbiche, gay, bisessuali e transgender (l’ultimo suo libro “Storie della Buonanotte per bambine ribelli” ha venduto più di 4 milioni di copie in tutto il mondo), alla bocciatura in Senato del Decreto di legge Zan sulle misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità.

«Non riesco a capire come si possa esultare per la limitazione di un diritto di qualcun altro e come sia possibile difendere la disuguaglianza e come sia possibile che alcune forze politiche che si dicono progressiste, contribuiscano e si affianchino ad una destra così retrograda affossando un disegno di legge che va verso un paese più tollerante e libero».

«Oggi abbiamo perso un treno ma la battaglia non si ferma qui ma la nostra speranza è nei bambini, nei ragazzi che crescano esposti all’uguaglianza, al rispetto e all’antirazzismo. Continuerò a raccontare storie – ha poi concluso a scrittrice visibilmente commossa - che evitino scene come quelle di oggi».

Un anno fa la scrittrice denunciò l’iniziativa del parroco del suo paese che organizzò una veglia di preghiera contro il disegno di legge bocciato oggi al Senato. Francesca Cavallo radunò davanti alla chiesa un gruppo di attiviste arcobaleno che furono allontanate dai carabinieri chiamati da don Giuseppe Zito.

Lascia il tuo commento. (Quelli con indirizzo email falso non saranno pubblicati)
commenti
I commenti degli utenti
  • Giuse ha scritto il 30 ottobre 2021 alle 16:25 :

    cara signora Francesca, intanto ribadisco quanto già detto ampiamente da altri commentatori e cioè che a "BOCCIARE" il "TUO" DDL Zan è stata la sinistra che ha tradito i propri compagni! In secondo luogo a mio modesto parere codesto decreto non serviva a una beneamata mazza se non ad inasprire pene già esistenti e già molto severe quindi alla fine era perfettamente inutile; mi chiedo invece perchè, se viene tacciata da esseri non pensanti come "lesbica di merda" (come da lei scritto) perchè non tira fuori le palle (è metaforico ovviamente) e non denuncia questi barbari? ci sono un sacco di modi per incastrare queste emerite teste di c...o! IN PRATICA NON SERVONO NUOVE LEGGI MA FAR APPLICARE A DOVERE QUELLE ESISTENTI, purtroppo quasi sempre se non si denuncia nessuno prende provvedimenti! Rispondi a Giuse

  • Gregorio ha scritto il 30 ottobre 2021 alle 07:34 :

    Tranquilla Francesca, sicuramente ( come la vedo io) il DDL Zan prima o poi passerà, questa è la classica mossa della sinistra italiana, serve solo a rafforzare i suoi esponenti (gruppo omosessuali) al VOTO !! Tieni presente che il politico ( vedi RENZI, l’ago della bilancia) pensa INNANZITUTTO alla poltrona, poi, se c’è tempo ( forse) ai cittadini !! Rispondi a Gregorio

  • Liberale da sempre ha scritto il 30 ottobre 2021 alle 06:00 :

    Quasi mezzo secolo addietro in Italia ci furono due referendum, aborto e divorzio, Gli italiani ebbero modo di esprimere nella migliore forma di democrazia la loro opinione e quindi decisone. Perché si è preferito escludere il parere degli italiani? Non intendo il parere delle piazze ma quello delle urne. Inoltre, perché non spacchettarlo ed iniziare democraticamente a trarre dei risultati? Siamo certi che il modus operandi sia stato finalizzato a scopi sociali e non politici? Di certo non Zan, ma Letta mi ha ricordato metodi che speravo estinti, Cordialità alla signora Cavallo. Rispondi a Liberale da sempre

  • Gregorio ha scritto il 28 ottobre 2021 alle 10:16 :

    Secondo il mio pensiero, il problema vero e proprio è: la divulgazione di essere lesbiche e/o gay,..ripeto, secondo me CONVIENE fare una vita nella riservatezza sui propri istinti, perchè mettersi in prima linea ci saranno SEMPRE ( comunque e ovunque ) commenti di discriminazione !! C'è sempre ( e ci sarà sempre )in giro gente ignorante !! Mia opinione !!! Rispondi a Gregorio

    Giancarlo ha scritto il 30 ottobre 2021 alle 07:24 :

    Quindi non bisogna aprire un negozio, se è quello che ci si sente e si vuol fare (o l'unico modo per campare), perché ci sono gli estorsori? È in effetti quello che succede, in molte aree d'Italia, e la legge tenta di punire quella piaga. Non bisogna mostrare di essere quello che si è e vivere tutta la vita nella finzione, morendo dentro (ed anche fuori, in anticipo rispetto agli altri), perché si appartiene ad una percentuale minoritaria, solo per non disturbare gli psicopatici che, sputando sugli altri, vogliono sentirsi rassicurati d'essere migliori? E perché? Solo perché questi pazzi sono la maggioranza, come nella Germania degli anni '30? Rispondi a Giancarlo

    Pietro Sicara ha scritto il 29 ottobre 2021 alle 05:40 :

    Quindi signor Gregorio, se una coppia etero si sposa in chiesa, dovrebbe rinunciare alla classica uscita dal porticato con annesso bacio? O rinunciare a camminare per strada mano nella mano e scambiarsi effusioni? Se la legge vale per tutti, come il suo consiglio.....giusto una mia riflessione....perché il problema è tutto qui... Rispondi a Pietro Sicara

    Gregorio (per oggi) Rossi ha scritto il 01 novembre 2021 alle 11:19 :

    hai scritto : -" Eh sì....e quelli strani sono sempre gli anonimi...." Bè, comunque sui commenti de LA VOCE, ci sono parecchi anonimi, dunque , come dice Lei siamo tutti strani ? Lei Sig. Pietro Sicara , cognome del tutto sconosciuto su Manduria, IO LO CONSIDERO DEL TUTTO ANONIMO! Perciò, è inutile girare e raggirare e, soprattutto insistere sull' ANONIMO !! Anch'io mi potrei chiamare Gregorio Rossi, Bianchi o perché no Gregorio SiCara !!! Rispondi a Gregorio (per oggi) Rossi

    Gregorio ha scritto il 31 ottobre 2021 alle 10:52 :

    Sig. Carissimo Pietro, forse non hai capito il mio commento, ..-"fare una vita nella riservatezza sui propri istinti," in riferimento sulla frase ",,,la divulgazione di essere lesbiche e/o gay, "....ma pazienza, il mondo è bello perché vario e soprattutto strano. Saluti Rispondi a Gregorio

    Pietro Sicara ha scritto il 31 ottobre 2021 alle 22:26 :

    Eh sì....e quelli strani sono sempre gli anonimi....

    Enzo ha scritto il 29 ottobre 2021 alle 16:34 :

    Riflessione sbagliata, perché il DISAGIO (purtroppo) sono dell’Unione degli omosessuali ! Rispondi a Enzo

    Pietro Sicara ha scritto il 31 ottobre 2021 alle 06:49 :

    Forse né lei, né il sig.tale Gregorio, non avete capito la riflessione....ma pazienza, il mondo è bello perché vario e purtroppo ci vogliono leggi per renderlo tale....

    Gregorio ha scritto il 29 ottobre 2021 alle 16:11 :

    Tranquillo ..rimani con la tua riflessione !! Rispondi a Gregorio

  • Angelo Dinoi ha scritto il 28 ottobre 2021 alle 08:30 :

    Premesso che non entro in merito alla scelta se giusta o sbagliata di approvare il DL ZAN, volevo solo ricordare alla Signora Francesca Cavallo che prima di accusare la DESTRA RETORICA per non aver approvato il DL, di guardarsi intorno alla SUA SINISTRA perchè sono stati proprio loro che hanno tradito le aspettative. Quindi Cara Signora il marcio sta nella Tua SINISTRA, perchè la DESTRA è stata coerente sempre con se stessa dicendo da subito no. Rispondi a Angelo Dinoi

  • Antonio ha scritto il 28 ottobre 2021 alle 06:36 :

    E' stata veramente una giornata nera quella di ieri vissuta nel nostro Parlamento.Qui lo spettacolo di Parlamentari che applaudivano all'affossamentodi un diritto sacrosanto come quello di essere rispettati per quelli che siamo.L'Italia torna indietro nel rispetto dei diritti per colpa di un non nutrito gruppo che continuerà ad offendere e calpestare.La Destra ha scritto una delle tante pagine della sua storia fatta di misfatti e calunnie.Ma quello che stupisce è stata la seconda carica dello Stato italiano che ha permesso e concesso il voto segreto dove i poco onorevoli parlamentari si sono nascosti dietro una maschera infamante.Anche la Chiesa ha applaudito alla negazione di questi diritti.La maggioranza degli italiani non vuol tornare indietro come i tempi della Inquisizione. Rispondi a Antonio

    Giancarlo ha scritto il 28 ottobre 2021 alle 07:11 :

    Non stupisce affatto. La cosiddetta super-partes con 5 nomi e 10 cognomi è stata messa lì apposta, come cavallo di Troia dalla destra, che con le televisioni del cavaliere satrapo orienta il popolino e foraggia gli estremisti che portano disinformazione e disordine, cioè la ciociara ed il papeetaro. Un teatrino ignobile. Per quanto riguarda l'istituto del voto segreto in Parlamento, andrebbe abolito. È un abusato residuo traslato nella Costituzione dall'epoca del Regno, in cui quando si votava su "rapporti etico-sociali" e persone, alcuni parlamentari dovevano comunque proteggersi dai reazionari. Ci si nascondeva per ampliare i diritti del popolo, non per ridurli. Rispondi a Giancarlo

  • Marco ha scritto il 27 ottobre 2021 alle 20:10 :

    Nessuno pensa ai diritti dei bambini... Anche gli stranieri o i terroni vengono insulta ti quotidianamente, allora ci vuole una legge anche per non offendere i terroni???? La legge alla lunga punisce, ma non evita il crimine... Rispondi a Marco

    Giovanni ha scritto il 28 ottobre 2021 alle 08:07 :

    Infatti le leggi si fanno per punire e contenere i crimini. Altrimenti, secondo la sua logica, dovremmo eliminare tutte le leggi, tanto i crimini si ripetono. Rispondi a Giovanni

    Giancarlo ha scritto il 28 ottobre 2021 alle 07:05 :

    Tipico caso di benaltrismo, condito da greve ignoranza. La legge Mancino contro le discriminazioni razziali, etniche, religiose, copre già i reati contro i terroni e gli stranieri. Per quanto riguarda i bambini le leggi sulla tutela dei minori ci sono e funzionano. Quindi il tuo intervento è solo un'ulteriore testimonianza che, per sentirti migliore di qualcuno (impresa difficile), hai bisogno di dare addosso agli odiatissimi fr... Ammettilo direttamente che almeno ci fai la figura da uomo, stupido, retrogrado, ma Uomo. Rispondi a Giancarlo

    Marco ha scritto il 29 ottobre 2021 alle 11:30 :

    Il direttore mi censura i commenti in piena democrazia... Lei è quello superbo che giudica e condanna...rida di se stesso se ha un minimo di cognizione 🧟 Rispondi a Marco

    Gregorio ha scritto il 30 ottobre 2021 alle 07:17 :

    Marco lascialo perdere! Giancarlo Va sempre CONTROCORRENTE !! P.s. Aggiungo: È anche arrogante! I commenti devono essere diretti al discorso e non diretti ai lettori de LA VOCE !!!

    Giancarlo ha scritto il 29 ottobre 2021 alle 15:28 :

    Non avrebbe torto se mi ha risposto in maniera così esacerbata da essere, come dice lei, censurato, perché la qualifica di stupido che le ho attribuito era eccessiva, sia pur dettata dalla rabbia per l'ennesima voluta disinformazione che martella i forum italiani, così incandescenti quando si tratta di dare addosso a tutte le minoranze. Rileggendo e ripensandoci, infatti, deduco che non è neanche ignorante della materia, ma volutamente disinformatore, quindi in malafede, ma tutt'altro che stupido. Quindi sento di ribadire tutto il testo, sentendomi sinceramente di scusarmi solo per i due aggettivi.

  • Giancarlo ha scritto il 27 ottobre 2021 alle 18:42 :

    La spiegazione purtroppo non è difficile. Abili manipolatori in ogni epoca sanno orientare, a scopo di potere, il malcontento di chi ha problemi quotidiani ordinari, ma sanno anche creare una situazione di malcontento in chi avrebbe tutto ma lamenta di non aver di più. Poi creano un nemico, normalmente una minoranza, convincendo i destinatari della loro azione di marketing che quelle minoranze costituiscono un problema. Adducono falsamente che sono un costo, una minaccia (ai bambini - che invece se ne fregano, alla moralità - peraltro cangiante nel tempo, alla divinità - che nessuno ha mai visto...). E chi ha bisogno di sfogare le proprie frustrazioni, reali o psichiatriche, trova il bersaglio. Si sente migliore di "quelli là" e continua con la maschera di "buon padre/madre di famiglia". Rispondi a Giancarlo

  • Giovanni Cazzato ha scritto il 27 ottobre 2021 alle 17:16 :

    A Giuseppe Zito bisognerebbe togliergli il don. A Francesca le dico non tiscoraggiare vai avanti e alla fine riusciremo a far si che razzismi di ogni genere sia sconfitti. Rispondi a Giovanni Cazzato

Le più commentate
Le più lette