martedì, 30 agosto 2016 - aggiornato alle 08:20
La Voce di Manduria
Via Roma, 102 – 74024 Manduria (Ta)
Cell. 336 37 47 25
redazione@lavocedimanduria.it
venerdì 16 dicembre 2011 alle 18:42
-

Voleva dimagrire, muore dopo l’intervento allo stomaco. C’è l’inchiesta

MARTINA FRANCA – Per dimagrire si era affidato alla chirurgia che promette miracoli. Così è morto Giandomenico Caramia, un uomo di 42 anni di Martina Franca, in provincia di Taranto. L’uomo che non sopportava più la sua obesità, si era sottoposto ad un intervento di bendaggio gastrico eseguito nell’ospedale di Chieti. Ricoverato successivamente a Brindisi da dove era stato dimesso. La tecnica che comporta elevati rischi, permette la riduzione della capacità dello stomaco di contenere cibo. Il martinese è morto ieri sera nella sua abitazione di Martina Franca. Inutili i soccorsi del 118 chiamato dopo una crisi respiratoria grave. I suoi familiari hanno presentato un esposto in procura che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. Le indagini sono affidate al pm Filomena Di Tursi della Procura della Repubblica di Taranto che ha già avviato le procedure per l’esame autoptico.

Giandomenico Caramia, polistrumentista originario di Villacastelli e appassionato cultore delle tradizioni, non solo musicali, del suo territorio, è morto. Aveva 42 anni e un mese fa si era sottoposto a un intervento di bendaggio gastrico contro l’obesità. Organettista di grande valore, percussionista eccellente, in costante proficuo contatto con le personalità di maggiore rilievo dei suoni di Puglia, da Alfio Antico a Mario Salvi a Mimmo Epifani, attualmente faceva parte del gruppo “Epifani Barbers” e “La Giallett”. Sulla sua morte è stata aperta un’inchiesta dopo la denuncia dei familiari
Nazareno Dinoi   

(Visited 157 times, 1 visits today)

Commenti con Facebook

commenti

Pubblicato da Redazione, venerdì 16 dicembre 2011 alle 18:42
Redazione

Redazione

Redazione de "La Voce di Manduria"

Visite (157) Commenti (2)

2 risposte a Voleva dimagrire, muore dopo l’intervento allo stomaco. C’è l’inchiesta

  • Perdiamo un grande musicista, perdiamo l’amico e l’artista di GRIOT. Noi ti ricorderemo sempre. Grazie di tutto.

  • Ti ho visto quest’estate alla bella manifestazione Griot di Avetrana, suonavi insieme al marocchino Jamal Oussaini…. il mito dell’apparenza ci priva della tua musica… adesso ne saranno allietati solo gli angeli….