«Tubi della condotta diretti a Specchiarica, oggi tutti in piazza»

10620951_772642536131193_211210171_nMANDURIA – Oggi, domenica 31 agosto, alle ore 20, in piazza delle Perdonanze a San Pietro in Bevagna, il sindaco di Manduria, Roberto Massafra, incontrerà la cittadinanza e i rappresentanti del coordinamento delle associazioni e dei comitati contro lo scarica a mare in un confronto pubblico in cui si illustreranno le azioni da intraprendere per contrastare i piani dell’acquedotto pugliese, Regione Puglia e Provincia di Taranto, che tra una settimana apriranno il cantiere per la realizzazione della condotta sottomarina a Specchiarica. All’incontro sono stati invitati i partiti e i rappresentanti istituzionali dei comuni confinanti con Manduria. Gli attivisti del coordinamento contro lo scarico a mare che in queste ore stanno diffondendo materiale informativo sull’iniziativa di domani, sono preoccupati da alcune voci, non ancora confermate, secondo cui l’impresa che si è aggiudicato l’appalto per la realizzazione dell’opera, stia già trasportando sulla costa le tubature della condotta sottomarina. Delle foto postate anche su Facebook mostrano un automezzo diretto a San Pietro in Bevagna con a bordo tre enormi tubi di acciaio (vedi la foto). Secondo gli ambientalisti esisterebbe già un deposito in zona marina dove i camion starebbero già depositando il materiale necessario.

Nazareno Dinoi

Questo articolo è stato letto 161 volte

Redazione
About Redazione 22403 Articoli
Redazione de "La Voce di Manduria"

Commenti con Facebook

7 Comments

  1. Sono anni, mesi che la Voce da`voce ai lettori,critiche, suggerimenti, proposte, idee, domande molte le piu`importanti rimaste senza risposta.
    Il depuratore verra`costruito, il potere e il denaro prevale anche sulle proteste dei cittadini.
    Tutte le iniziative, sono indirettamente campagna pubblicitaria per accusare, giustificare,e prendere in giro i cittadini.
    Informate la Corte di Brussel e`l`unica sede per ottenere risposte.

    Io oggi non ci saro`a San Pietro.

    • @maria: dove non arriva la politica arriva la volonta del popolo. I francesi insegnano. Popolo alzati e insorgi.

  2. sono d’accordo non serve più a niente parlare :il giorno in cui inizieranno i lavori dobbiamo essere tutti lì impedendo loro di cominciare .adulti,bambini ,anziani,tutti perchè non ci sono proprietari di QUESTO TERRITORIO non lo possono svendere APPARTIENE A TUTTI…………TUTTI…….TUTTI……

  3. Parlare di depuratori come quello già esistente a San pietro in Bevagna e quello di Avetrana
    mi fa ben sperare riguardo all’erigendo con scarico a mare.Appena terminato cominceranno a sparire i motori poi adagio quanto servirà a qualche gentiluomo pratico dei lavori fatti.Quindi la merda non toccherà mai il mare.Tutto cambierà per il paesaggio che sarà pieno di tubi griglie e bacini idrici mega.Senza timori lasciate fare e non incolpate nessuno sono le cose che accadono.A meno che il Beato Illecito nuovo patrono di Manduria ci faccia un altro miracolo.

  4. Non mi fraintendete, non voglio fare l’avvocato difensore di Sel e di Vendola che ha le sue responsabilità in questa faccenda, ma ci dimentichiamo sempre che le maggiori responsabilità sono del PD che è il partito più grosso della coalizione con il maggior peso politico e numerico in consiglio regionale e del suo ex assessore Amati.

    • @Quinto Fabio Massimo il Temporeggiatore:
      Non lo abbiamo dimenticato, e lo ricorderemo sempre a chi ha la mente corta.

      Ma anche se lo dimenticassimo, ce lo ricordano loro stessi dicendo che sono i “migliori” oggi sul mercato.

      Però chi è al “timone” (della Regione, e del Comune di Manduria ieri) resta sempre il maggior responsabile di questi fatti.

      Il problema è che non vedo gente all’altezza, che possa effettivamente sollevare la protesta popolare qui a Manduria.
      Ognuno ha da difendere il suo orticello, ci vorrebbero persone che non hanno niente da “perdere”.

      Sono solo mie impressioni, ma come sempre spero di sbagliarmi.

  5. Basta con le parole, incontri e dibattiti pubblici. Oramai hanno deciso frgandosene della volonta popolare. Vendola fattelo nella testa uno scarico di …….
    Se ci fosse una persona giusta al posto giusto direbbe:” AL MIO VIA SCATENATE L’INFERNO”. SVEGLIAMOCI!!!!!!

I commenti sono bloccati.