Sterilizzazioni randagi: se tutti facessero come noi

Qualche mese fa  un piccolo gruppo di persone   si è riunito per decidere di effettuare sterilizzazioni di cani femmina in Manduria. Con veterinari di Manduria abbiamo effettuato 31 sterilizzazioni di cani femmina per lo più di grossa taglia, animali che erano nutriti da persone non  in grado di affrontare la spesa per la sterilizzazione e che hanno accolto con favore l’iniziativa e, cosa importante, hanno tenuto il cane microchippato a loro nome. Delle 31 sterilizzazioni 27 sono state effettuate dal medico veterinario Dr. Giulio Pignatelli al quale vanno tutti i nostri ringraziamenti per l’attenzione, la precisione e la perizia dimostrate.

Ovviamente il Comune di Manduria non ha sostenuto alcun esborso essendo i veterinari locali abilitati per effettuare le operazioni con tavolo operatorio ed attrezzatura per le ane-stesie gassose e terapie antibiotiche. Se consideriamo che da queste 31 femmine sarebbero usciti in pochi mesi da 700 a 1400 cuccioli (calcolando una media minima di 6-8 cuccioli per volta di cui la metà femmine) pensiamo di aver ottenuto un ottimo risultato evitando tante nascite indesiderate.Se tutti coloro che dicono di voler combattere contro il ran-dagismo seguissero il nostro esempio in pochi anni avremmo ottenuto la fine del medesimo e di tutto quanto di  assurdo e spasmodico che si aggira attorno al dramma dell’abbandono!

Elena Meniconi presidente dell’Associazione Animalista Livornese onlus con le amiche toscane Lucia, Ebe e le amiche lombarde Fiorella e Francarita.

Questo articolo è stato letto 145 volte

Commenti con Facebook

12 Comments

  1. Bravissima Fiorella e le altre. Complimenti. Mai letta tanta ignoranza in sole 2 righe… Forse si potrebbe fare una colletta per pagare un nuovo cervello al personaggio di cui sopra… no meglio investirli su altre sterilizzazioni :-)

  2. @paola: cara PAOLA l’AIDAA e’ conosciuta a MANDURIA perche’ siamo tutti in contatto su FB , non capisco poi se…solo una associazione conosciuta puo’ fare interpellanze all’europa su come evitare che uno stato europeo possa essere cosi’ barbaro nei confronti degli animali . se questo per te e’ FICCARE IL NASO ..NON LO SO .io non faccio parte dell’AIDAA , ma sto sempre dalla parte di chi difende la vita dei nostri protetti .

  3. ho letto questa bella notizia ma mi meraviglio molto che e caduta nel totale silenzio dei manduriani. succede cosi poco che qualcuno fa qualcosa senza avere nulla in cambio che magari un commento gentile sarebbe stato bene invece quelli della persona che ha capito nulla della vita

  4. Mi compiaccio con quest iniziativa e leggo sbalordita del gran numero di cucciolate indesiderate evitate ….con la STERILIZZAZIONE…
    In questo modo ed in pochi anni si estinguerebbe il randagismo in tutto il “mondo”con un risparmio notevole di soldi per STALLI STAFFETTE CURE CIBO CANILI ADOZIONI E SOFFERENZE DEGLI ANIMALI CHIUSI PER TUTTA LA VITA IN GABBIA!!!!
    Per quanto riguarda l Associazione AIDAA ,poco conosciuta in lombardia …non riesco a capacitarmi perchè non si muove con aiuti concreti sul territorio italiano o lombardo invece di andare a ficcare il naso oltrefrontiera?
    Se cosi conosciuta anche a Manduria…STERILIZZI con l aiuto dei suoi soci o il “maltrattamento si combatte solo a costo zero scrivendo ?”

  5. @giovanni v.: caro GIOVANNI , credo che tu sia un bigotto , e anche uno di quelli che poi si lamentano per l’aumento dei randagi . intanto la sterilizzazione serve AL NON PROLIFERARE DEL RANDAGISMO , con tuto cio che sono conseguenze , di carattere ..rispetto per la vita , anche se animale , sappiamo quanto sia difficile la vita dei randagi , che favorisce solo la speculazione economica di politici e veterinari compresi , non di secondo ordine e’ un atto ETICO E MORALE nei coùnfronti di questi nostri FRATELLI MINORI . ti ricordo che tutti noi apparteniamo al regno animale . e la sofferenza deve coinvolgerci tutti . per quanto riguarda la ” cattolicissima spagna ” lo scrivo e lo grido dapertutto . LA SPAGNA FA SEMPLICEMENTE SCHIFO , di fatto pur facente parte della comunita’ europea , non ha mai sottoscritto …LA CARTA DEI DIRITTI PER GLI ANIMALI D’AFFEZZIONE . la associazione AIDAA ha inviato una petizione alla comunita’ europea , affinche’ la spagna venga sanzionata se non si adegua . devi sapere anche che una cagna sterilizzata , ha meno probabilita’ all’ 80% di contrarre durante la sua vita , TUMORI ALLE MAMMELLE E ALL’UTERO . la sterilizzazione e l’adozione sul proprio territorio sono l’unica garanzia ETICA E MORALE .

  6. …se estendessimo questo “rimedio” fra un pò faremmo estinguere i cani. Questo espediente non è certo più nobile dell’ammazzare direttamente le potenziali madri!!!! Visto che ormai il rispetto della vita dei cani è molto sentito e si perseguita addirittura il maltrattamato degli stessi…., impedirne la procreazione è esecrabile come l’aborto!!!!

  7. Per Giovanni …..invece di gioire devi trovare il marcio dove non c’è….della Spagna non voglio sapere nulla io sono italiana e credimi finchè in Italia c’è d aiutare animali non guardo oltre..
    quando le cose anche qui saranno diverse e non ci sarò più randagismo sono la prima a correre in aiuto oltrefrontiera!!!!

  8. Giovannniiiiiiiiiii che dici…noi non abbiamo “ammazzato nessuncane” abbiamo evitato le nascite …..gli umani quando si “accoppiano”usano antifecondativi (come nel tuo caso spero) putroppo gli animali ne sono sforniti e si deve procedere alla sterilizzazione chirurgica!!!!!

  9. Credo che il sig. Giovanni con il suo criptico commento voglia presumere che sia da privilegiare l’abbattimento delle 31 cagne alla loro sterilizzazione ignorando che uccidere cani sani è vietato dalla legge.
    Francarita

  10. Noi non vogliamo ringraziamenti ….l abbiamo fatto solo esclusivamente come progetto “sterilizzaelasciasulposto” per controllare il randagismo l unica strada percorribile che porta a risultati certi ed imminenti è la “sterilizzazione”delle femmine …
    in questo caso ringrazio il Dott.Giulio Pignatelli per averci sostenuto e segnalato i casi bisognosi da sterilizzare e ringrazio anche le famiglie adottive di queste 31 femmine che si prendono cura di loro ….lasciandole libere, come sempre di correre e giocare , senza aumentare le nascite…
    ringrazio anche la Redazione del giornale per aver dato spazio alla notizia…per una volta si parla in positivo di Manduria…e dei suoi randagi!!!
    Fiorella

  11. ….chiedo alle nostre amiche animaliste:”cosa cambia, dal punto di vista etico, tra ammazzare 700 – 1400 possibili futuri cuccioli o ammazzare (come fanno in Spagna) 31 cagne?”

I commenti sono bloccati.