Stabilimenti balneari, gli ambientalisti frenano

Rinviata a data da destinarsi. La tanto attesa conferenza dei servizi sulle concessioni demaniali che era stata fissata per ieri mattina alle 10 e che avrebbe dovuto prendere in esame, (e probabilmente dare parere favorevole), la pratica di Maria Grazia Di Lauro, è stata rinviata. Le osservazioni prodotte da Archeoclub e da Legambiente per voce, rispettivamente, della presidente Anna Maria D’Andria e dell’avvocato ambientalista Francesco Di Lauro, nonché della loro richiesta di prendere visione della documentazione prodotta dal tecnico e dall’avvocato della Di Lauro, hanno fatto rinviare la conferenza a data da destinarsi. «Siamo ovviamente contenti che sia stata rinviata e domani (oggi, ndr) sapremo cosa c’è di nuovo nella documentazione che ha prodotto», commenta a caldo la professoressa D’Andria, che aggiunge: «Sappiamo che ci sono state modifiche sul ridimensionamento dello stabilimento e nell’area da destinarsi al chiosco, ma attendiamo di conoscere meglio. Da parte nostra abbiamo nuovamente prodotto delle osservazioni, citando gli articoli di Legge che interessano le zone protette (le avevamo già prodotte dopo la prima conferenza di servizi ma non eravamo stati ascoltati)».

La signora Maria Grazia Di Lauro, residente a Milano e moglie dell’ex sindaco di Manduria Paolo Tommasino, è proprietaria della masseria Potenti. Dal 2015 ha fatto domanda per uno stabilimento balneare su terreno demaniale della Salina dei Monaci e di un chiosco  e uno spazio parcheggi su un terreno privato vicinissimo alla Riserva. Gli unici problemi che sono nati da allora riguarderebbero il luogo destinato al parcheggio, che comunque ha avuto il parere favorevole della Commissione locale del Paesaggio (su di un terreno che risulta essere destinato a “verde pubblico attrezzato”) ed ecco perché, nel tentativo di ottenere la concessione in tempi rapidi, la signora Di Lauro si era dichiarata favorevole a rinunciare al chiosco per realizzare solo un piccolo parcheggio. Non solo. In un’istanza prodotta dal legale della Di Lauro, avvocato Ernesto Sticchi Damiani, la signora si rende disponibile a realizzare il parcheggio presso la masseria “Potenti” con un servizio continuo di bus navetta dalla masseria allo stabilimento balneare, non solo per i clienti della masseria, ma anche per “gli utenti esterni alla struttura ricettiva” mentre per “gli eventuali ed eccezionali fruitori extra si prevede un’area da destinare a parcheggio di mq 125 nelle immediate vicinanze dell’ingresso all’area privata, contenente 10 posti auto..”.

In parole povere la signora Di Lauro vuole sostenere che lo stabilimento balneare sarebbe una estensione della masseria Potenti, servito da bus navetta non stop, fruibile anche da coloro che, trovandosi nelle vicinanze, desiderino godere del servizio bus+lettino. La richiesta congiunta delle due associazioni presenti ieri mattina in conferenza dei servizi, ha fatto sospendere la seduta e ottenuto il rinvio.

Monica Rossi

Questo articolo è stato letto 875 volte

  • loading...
Monica Rossi
About Monica Rossi 57 Articoli
Monica Rossi, giornalista freelance per il quotidiano Il Resto del Carlino dal 2004 e per Il Fatto Quotidiano. Scrittrice di saggi e romanzi gialli. Email: emmerre1964@gmail.com

Commenti con Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento