Il Pd è favorevole al depuratore in zona Serpente con qualche modifica

Anche il Partito democratico manduriano è favorevole alla soluzione C che prevede lo spostamento del depuratore in zona «Monte Serpente» con le vasche di assorbimento e il recapito finale nel corpo idrico superficiale (Canale ti lu Rizzu con sfogo sotterraneo di circa tre chilometri prima della sorgente del fiume Chidro). La posizione ufficiale del Pd che contrasta con la linea del sindaco Roberto Massafra, è contenuta in un dettagliato comunicato stampa firmato dall’assessore Leonardo Notarnicola e dai due consiglieri comunali, Maria Grazia Cascarano e Mario Doria.

Partendo dal presupposto che bisogna farlo in fretta, i piddini messapici sposano appieno l’ipotesi già sottoscritta in occasione della riunione del 7 aprile a Bari con la dirigente dei Lavori pubblici della Regione Puglia, Barbara Valenzano, avanzando delle modifiche al progetto. Queste riguardano la creazione di un “lago artificiale naturalizzato con presenza di specie ittiche idonee, sull’esempio realizzato a Fasano, con il Lago Forcatella, capace di contenere le acque ai fini del riutilizzo sia per l’agricoltura, sia per ricaricare la falda acquifera messa in pericolo dai prelievi dei pozzi che fanno risalire l’acqua salata di mare. L’area – si legge nella proposta – potrà essere resa fruibile, con sentieri, punti di sosta e piste ciclabili intorno all’invaso, circondata da olivi e vegetazione autoctona». I tre esponenti del Pd infine insistono sulla necessità del controllo da parte degli enti locali sulla futura gestione del depuratore.

Questo articolo è stato letto 845 volte

  • loading...
Redazione
About Redazione 22131 Articoli
Redazione de "La Voce di Manduria"

Commenti con Facebook

1 Comment

  1. ——— Già, potrebbe essere la soluzione giusta, dice qualcuno.
    —— E questo è già un altro problema ai tanti problemi.
    ———- Pensavamo che era finito il tempo delle sviolinate, anche se fossero intonate.
    —— Pensavamo che si sarebbero riuniti tutti insieme appassionatamente per discutere su questo problema. – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Invece, di nuovo, ognuno dice la sua, suggerita dagli ambientalisti o dalla politica alta?
    ——- Noi dobbiamo subire quello che la politica del tempo decise, quando ci accollò anche le amene fogne di Sava.
    ——- Ma pur essendo contrari aspettiamo di sentire cosa dicono ecologisti e Verdi.
    ——- Perché se non ci piace il piatto di “ceci”, non per questo ci dobbiamo per forza accontentare di un piatto di “lenticchie”, che a qualcuno portarono male, anche se tutti le mangiano la notte cdi Capodanno.

Lascia un commento